Mori (Iliade)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mori
SagaCiclo troiano
Nome orig.Μόρυς
1ª app. inIliade
Speciefrigio
SessoMaschio
ProfessioneGuerriero frigio

Mori (in greco antico Μόρυς) è un personaggio della mitologia greca, figlio di Ippotione.

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Era un giovane frigio che insieme ai fratelli Palmi e Ascanio prese parte alla difesa di Troia assediata dagli Achei[1]. Mori fu ucciso da Merione nell'azione bellica descritta nel libro XIV dell'Iliade relativo all'Inganno a Zeus.

(GRC)

« Μηριόνης δὲ Μόρυν τε καὶ Ἰπποτίωνα κατέκκτα, »

(IT)

« Merione uccise Mori e Ippotione, »

([2])

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Omero, Iliade, XIII, v. 792, XIV, v. 514, trad., G. Cerri. Milano, BUR, 1966.
  2. ^ Omero, Iliade, Ibidem, XIV, v. 514.
Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca