Epalte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Epalte, (in greco Ἀμφοτερός), personaggio dell'Iliade (XVI, v. 415), fu un guerriero troiano[1].

Epalte fu ucciso da Patroclo nell'azione bellica descritta nel libro XXI dell'Iliade relativo a Patroclo.

(GRC)

«αὐτὰρ ἔπειτ' Ἐρύμαντα καὶ Ἀμφοτερον καὶ Ἐπάλλτην,»

(IT)

«Quindi Erimante, Anfotero ed Epalte,»

([2])

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Omero, Iliade, XVI, v. 415, trad., G. Cerri. Milano, BUR, 1966.
  2. ^ Omero, Iliade, Ibidem.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Raffaele Cantarella. La letteratura greca classica. Milano, BUR, 2002. ISBN 8817112518.
  • Omero, trad. G. Cerri, Iliade. Milano, BUR, 1966.
  • AA VV, Letteratura greca della Cambridge University. Milano, Mondadori, 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]