Zona Economica Speciale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Una Zona Economica Speciale (abbreviato: ZES; inglese: Special Economic Zone; inglese abbreviato: SEZ) è una regione geografica dotata di una legislazione economica differente dalla legislazione in atto nella nazione di appartenenza. Le zone economiche speciali vengono solitamente create per attrarre maggiori investimenti stranieri. Zone economiche speciali sono state create in diversi paesi tra i quali: Repubblica Popolare Cinese, India, Giordania, Polonia, Kazakistan, Filippine, Corea del Nord e Russia.

ZES nella Repubblica Popolare Cinese[modifica | modifica wikitesto]

Il termine "speciale" nella Repubblica Popolare Cinese indica per lo più politiche speciali e misure flessibili per la gestione del sistema economico. Tra queste misure e politiche vi sono:

  • speciali incentivi fiscali per gli investimenti stranieri nelle ZES
  • una maggiore indipendenza per la gestione della attività legate al commercio internazionale
  • sviluppo di caratteristiche economiche basate su quattro principi

I quattro principi che regolano l'economia delle zone economiche speciali cinesi sono:

  • strutture realizzate principalmente per attrarre e utilizzare capitali stranieri
  • organizzazione delle attività economiche tramite joint-ventures tra società cinesi e società straniere e tramite imprese con capitale esclusivamente straniero
  • prodotti realizzati principalmente per l'esportazione in mercati stranieri
  • attività economiche regolate principalmente dal sistema del mercato

Le zone economiche speciali della Repubblica Popolare Cinese sono indicate separatamente nella pianificazione nazionale e nella pianificazione finanziaria. L'amministrazione economica è di competenza dell'autorità provinciale. L'autorità legislativa è esercitata dal congresso e dal governo locali.

Lista delle ZES nella RPC[modifica | modifica wikitesto]

Le zone economiche speciali della Repubblica Popolare Cinese sono:

ZES in India[modifica | modifica wikitesto]

Il governo centrale indiano ha annunciato la creazione di zone economiche speciali nell'aprile del 2000 con l'intenzione di considerarle territorio straniero dal punto di vista commerciale, fiscale e doganale. Il modello adottato per le zone economiche speciali ricalca quello cinese e il governo indiano desidera aumentare gli investimenti esteri, incrementare le esportazioni dal paese e creare le condizioni per rendere competitive le imprese indiane nel mercato globale. Il governo indiano ha anche previsto la possibilità di convertire le "Export Processing Zones" (zone economiche per la produzione di prodotti destinati all'esportazione) in zone economiche speciali.

Lista delle ZES in India[modifica | modifica wikitesto]

Le zone economiche speciali dell'India sono:

ZES in Kazakistan[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia