Steve Buscemi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Steve Buscemi al Tribeca Film Festival 2009

Steve Buscemi, all'anagrafe Steven Vincent Buscemi (New York, 13 dicembre 1957), è un attore, regista, sceneggiatore, doppiatore e produttore cinematografico statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Buscemi nasce a Brooklyn, borough di New York, il 13 dicembre del 1957 da John Buscemi, un medico militare statunitense figlio di immigrati italiani originari di Menfi (in provincia di Agrigento), e da Dorothy Wilson, un'hostess statunitense di origini irlandesi, inglesi ed olandesi.

Ottenne il suo primo ruolo da protagonista in Parting Glances (1986), dove è opposto a Richard Ganoug.

Buscemi è diventato celebre come caratterista, grazie a ruoli di secondo piano, da non protagonista, ma importanti. I personaggi che Buscemi ha scelto di interpretare sono, in generale, personaggi particolari ed eccentrici, nevrotici e paranoici. Spesso è apparso nelle pellicole dei fratelli Coen, solitamente i personaggi interpretati dall'attore vengono uccisi in maniera violenta o inaspettata.

Steve Buscemi a Los Angeles nel 1996

Tra i suoi ruoli memorabili vi sono quelli di Mr. Pink ne Le iene di Quentin Tarantino, Rockhound in Armageddon - Giudizio finale di Michael Bay, il serial killer pluriomicida Garland Greene in Con Air di Simon West, Carl Showalter in Fargo e Donny ne Il grande Lebowski dei fratelli Coen, senza dimenticare il doppiaggio del personaggio di Randall nel film d'animazione Monsters & Co..

Nel 2001 interpretò il ruolo di Seymour in Ghost World, film diretto da Terry Zwigoff e tratto da un fumetto di Daniel Clowes. Per la sua recitazione in questa pellicola vinse numerosi premi cinematografici: un Chicago Film Critics Association Award, un New York Film Critics Circle Award, un Independent Spirit Award e un Kansas City Film Critics Circle Award, tutti come miglior attore non protagonista.

Nel 2003 ha interpretato il ruolo di Norther Winslow nel film Big Fish - Le storie di una vita incredibile, diretto da Tim Burton.

Nel 2004, Buscemi è entrato a far parte del cast della serie televisiva I Soprano, nel ruolo di Tony Blundetto, cugino e amico d'infanzia di Tony Soprano. Buscemi era stato precedentemente coinvolto nello show dirigendo alcuni episodi, tra i quali quello della terza stagione Pine Barrens, spesso votato dai fan come il migliore della serie.

Buscemi ha anche scritto, diretto e interpretato Mosche da bar (1996), e ha diretto Animal Factory (2000), tratto dal romanzo omonimo di Edward Bunker, conosciuto sul set de Le iene, e Lonesome Jim (2005).

Nel 2010 ha ottenuto un ruolo da protagonista nella serie televisiva statunitense Boardwalk Empire - L'impero del crimine, prodotta da Martin Scorsese, che ha anche diretto il primo episodio, e da Mark Wahlberg. La serie ha debuttato negli Stati Uniti il 19 settembre 2010 ed è stata rinnovata per una seconda stagione dopo un solo episodio trasmesso. In Italia è stata presentata fuori concorso al Festival internazionale del film di Roma 2010, ed è andata in onda su Sky Cinema 1 dal 14 gennaio al 18 febbraio 2011. L'interpretazione in Boardwalk Empire - L'impero del crimine gli fece vincere il 16 gennaio 2011 il Golden Globe per il miglior attore in una serie drammatica. Venne premiato da Milla Jovovich e Kevin Bacon.

11 settembre 2001[modifica | modifica sorgente]

Buscemi è stato un vigile del fuoco a New York dal 1980 al 1984.[1] Il giorno dopo gli attentati dell'11 settembre 2001 Buscemi si è recato nella sua ex-caserma per prestare servizio come volontario, lavorando a turni di 12 ore per una settimana a Ground Zero, cercando i sopravvissuti tra le macerie. Per tutto il tempo evitò le telecamere, scegliendo di lavorare anonimamente come un qualunque altro vigile del fuoco.[1]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Attore[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatore[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Produttore[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Premi e candidature[modifica | modifica sorgente]

Premio Emmy[modifica | modifica sorgente]

  • 2001 – Nomination a miglior regia per una serie drammatica per I Soprano
  • 2004 – Nomination a miglior attore non protagonista in una serie drammatica per I Soprano
  • 2008 – Nomination a miglior attore ospite in una serie commedia per 30 Rock
  • 2011 – Nomination a miglior attore protagonista in una serie drammatica per Boardwalk Empire - L'impero del crimine
  • 2012 – Nomination a miglior attore protagonista in una serie drammatica per Boardwalk Empire - L'impero del crimine
  • 2014 - Nomination a miglior attore guest star in una serie commedia per Portlandia

Premio Golden Globe[modifica | modifica sorgente]

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Steve Buscemi è stato doppiato da:

  • Luca Dal Fabbro in I delitti del gatto nero, Le iene, Fargo, Cosa fare a Denver quando sei morto, Mosche da bar, Fuga da Los Angeles, Con Air, Prima o poi me lo sposo, Il grande Lebowski, Armageddon - Giudizio finale, Ghost World, La zona grigia, Spy Kids 2 - L'isola dei sogni perduti, Spy Kids - Missione 3D: Game Over, Coffee and Cigarettes, I Soprano, The Island, Romance & Cigarettes, Manuale d'infedeltà per uomini sposati, Interview, 30 Rock, E.R. - Medici in prima linea, I Knew It Was You, John Rabe, Oltre le regole - The Messenger, Rampart, On the Road, L'incredibile Burt Wonderstone
  • Massimo Giuliani in Il segreto della piramide d'oro
  • Mino Caprio in New York Stories e Big Fish - Le storie di una vita incredibile
  • Nino Prester in Schiavi di New York
  • Antonio Sanna in I maledetti di Broadway
  • Marco Bresciani in King of New York
  • Fabio Grossi in Crocevia della morte
  • Antonio Palumbo in Kansas City
  • Gaetano Varcasia in Barton Fink - È successo a Hollywood, Mister Hula Hoop
  • Lucio Saccone in Billy Bathgate - A scuola di gangster
  • Sandro Acerbo in In the Soup - Un mare di guai e 28 giorni
  • Vittorio Stagni in Sol levante, Un weekend da bamboccioni, Un weekend da bamboccioni 2
  • Marco Mete in Un pezzo da venti e Animal Factory
  • Edoardo Nevola in Pulp Fiction, Bionda naturale
  • Angelo Maggi in Alla ricerca di Jimmy e Unico testimone
  • Fabio Boccanera in Si gira a Manhattan
  • Danilo De Girolamo in Airheads - Una band da lanciare
  • Roberto Draghetti in Billy Madison
  • Manlio De Angelis in Desperado, Big Daddy - Un papà speciale, Mr. Deeds
  • Tony Sansone in Gli imbroglioni
  • Daniele Demma in Double Whammy
  • Sergio Di Giulio in Art School Confidential e Io vi dichiaro marito e marito
  • Federico Danti in Delirious - Tutto è possibile
  • Massimo Lodolo in Boardwalk Empire - L'impero del crimine

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Barrie White, Steve Buscemi 9/11 firefighter photo confirms actor helped look for survivors in The Daily Mirror, 12 settembre 2013. URL consultato il 17 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 85555650 LCCN: no96025941