Daniele Formica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Daniele Formica (Drogheda, 10 giugno 1949Bassano del Grappa, 1º febbraio 2011) è stato un attore e regista teatrale italiano di origine irlandese. È stato inoltre doppiatore e conduttore televisivo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque a Drogheda, nella contea irlandese di Louth, da Wilson ed Eugenia Ravasio, lui violinista lei cameriera e studiò al Trinity College di Dublino. Sviluppò immediatamente la passione per la recitazione, debuttando all'inizio degli anni settanta nel "Rabelais" di Jean Louis Barrault. Nello stesso periodo fece le prime apparizioni cinematografiche accanto a Massimo Ranieri e Barbara Bouchet.

Nel 1973 si trasferì in Italia ed entrò nella compagnia del Teatro Stabile dell'Aquila con la quale portò in scena Maschere di Carlo Goldoni. La sua capacità recitativa convinse anche la televisione, che lo lanciò in diversi sceneggiati tra i quali: Lungo il fiume e sull'acqua (1973), L'assassinio dei fratelli Rosselli (1974) e Giandomenico Fracchia (1975). Negli anni settanta Formica fu chiamato dalla RAI per leggere i cartelli di alcuni film di Buster Keaton. Nel 1975 è Emile La Flamme in Rose-Marie di Rudolf Friml e Herbert Stothart con Sandro Massimini con la regia di Gino Landi nel Teatro Stabile Politeama Rossetti per il Teatro Verdi (Trieste).

Nel 1980 partecipò al varietà televisivo di Romolo Siena, A tutto gag. L'anno successivo venne chiamato da Mario Monicelli a interpretare Camera d'albergo. Il ruolo probabilmente più conosciuto dal grande pubblico lo interpreta nel film a episodi Ricchi, ricchissimi, praticamente in mutande, nella parte del segretario arabo di un Emiro che vuole comprare uno yacht nel cantiere dell'imprenditore Alberto Del Prà (Renato Pozzetto). Nel 1989 condusse il quiz preserale di Retequattro dal titolo "Telecomando". Nel 1990 sposò Ombretta Bertuzzi mentre la sua carriera continuava in TV col telefim Linda e il brigadiere con Nino Manfredi.

Recitava sia in italiano che in inglese. Dopo gli anni novanta, le sue apparizioni televisive si fecero sempre più ridotte (qualche comparsata in telefilm e film tv, o in varietà come Paperissima) e si dedicò prevalentemente a doppiaggi cinematografici. Nel 2008 recito' nelle fiction di Canale5 Crimini bianchi e I liceali. È morto il 1º febbraio 2011 per una affezione tumorale al Pancreas[1].

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Film d'animazione[modifica | modifica sorgente]

Film[modifica | modifica sorgente]

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Le teche Rai, la prosa televisiva dal 1954 al 2008

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ E' morto Daniele Formica, Cineblog.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]