Alexandre Dumas (figlio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alexandre Dumas figlio

Alexandre Dumas figlio (Parigi, 27 luglio 1824Marly-le-Roi, 27 novembre 1895) è stato uno scrittore e drammaturgo francese, figlio di Alexandre Dumas. Come il padre, è stato un autore di grande successo ed è noto soprattutto per il suo romanzo La signora delle camelie a cui si ispira La Traviata di Giuseppe Verdi, e per sue opere teatrali Le Fils naturel e Un Père prodigue.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Alexandre Dumas figlio negli ultimi anni.

Figlio di Alexandre Dumas (1802 - 1870) e della sua vicina di pianerottolo, Catherine Laure Labay (1793 - 1868), molto presto è messo in collegio. Viene dichiarato figlio naturale di padre e madre sconosciuti. I suoi genitori lo riconoscono nel marzo 1831, quando ha sei anni. Dopo una difficile battaglia sostenuta dai genitori per la sua custodia, sarà assegnato al padre. Non è vero che serberà un profondo rancore nei confronti del padre, come dimostra la prefazione, scritta da lui, all'edizione di lusso, a tiratura limitata dei Tre Moschettieri pubblicata da Calman Lèvy nel 1893.

All'età di diciassette anni Dumas abbandona il collegio e si lascia trascinare dalla vita oziosa e galante condotta dal padre. Nel settembre 1844 a Parigi conosce Marie Duplessis, con la quale intratterrà una relazione fino all'agosto del 1845. La donna, morta nel 1847, gli ispirerà il suo più noto romanzo La signora delle camelie (1848), da cui trarrà l'omonimo dramma del 1852. Negli anni successivi lo scrittore francese affronta, con il suo stile di scrittura brillante, temi assai controversi per l'epoca quali la posizione sociale della donna, il divorzio e l'adulterio.

Tra le opere di questo periodo vanno ricordate Démi-Monde (1855), L'amico delle donne (1864), Le idee della signora Aubray (1867), La moglie di Claudio (1873), Francillon (1887). Dumas vivrà la propria vita come uno dei suoi eroi drammatici, tra torbidi amori e fantastiche avventure. Ammiratore di George Sand, che chiama «cara mamma», trascorrerà molto tempo nella sua proprietà di Nohant-Vic e curerà l'allestimento del suo romanzo Le Marquis de Villemer per la scena.

Si sposò il 31 dicembre 1864 a Mosca con Nadezhda von Knorring (1826 - 1895); la coppia ebbe due figlie, Marie-Alexandrine-Henriette Dumas e Jeanine Dumas, di cui la maggiore fu madre dello schermidore Alexandre Lippmann. Fra gli onori che gli vennero tributati va ricordato che venne decorato con la Legion d'Onore e che fu eletto all'Académie française nel 1874. Morì il 2 novembre 1895 nella sua proprietà di Yvelines, a Marly-le-Roi, e fu inumato nel cimitero di Montmartre a Parigi.

Portavoce di cause particolari[modifica | modifica sorgente]

Molto segnato dall'infanzia dolorosa, Dumas si farà portavoce delle cause particolari e denuncerà gli avvenimenti incresciosi della società. È questo il motivo per il quale fu catalogato come autore scandaloso.[senza fonte] Inoltre, lo scrittore sarà il promotore della controversa Loterie des lingots d'or organizzata nel 1851. Nel 1894, un anno prima della morte, viene accusato di apologia di reato in relazione all'uccisione del Presidente Carnot da parte dell'anarchico italiano Sante Caserio. Alexandre Dumas con la scrittura de La signora delle camelie, può essere considerato il padre del teatro realista se non addirittura di quello verista.[senza fonte] In Italia efficace interprete delle sue opere più significative (La signora delle camelie, La moglie di Claudio) fu Paola Pezzaglia, attrice socialmente avanti sui tempi.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Romanzi o racconti principali[modifica | modifica sorgente]

  • Aventures de quatre femmes et d'un perroquet (1847)
  • Césarine (1848)
  • La Dame aux Camélias (La signora dalle camelie, 1848) (romanzo)
  • Le Docteur Servan (1849)
  • Antonine (1849)
  • La Vie à vingt ans (romanzo)
  • Le Roman d'une femme (1849) (romanzo)
  • Les Quatre Restaurations. Serie di romanzi storici apparsi in feuilleton ne La Gazette de France sotto il titolo di Tristan le Roux, Henri de Navarre, Les Deux Frondes (1849-1851)
  • Tristan le Roux (1850)
  • Trois hommes forts (1850)
  • Histoire de la loterie du lingot d'or (1851)
  • Diane de Lys (1851) (racconto - commedia)
  • Le Régent Mustel (1852)
  • Contes et nouvelles (1853) (racconti)
  • La Dame aux perles (1854)
  • L'Affaire Clémenceau, Mémoire de l'accusé (1866) (romanzo)

Saggi[modifica | modifica sorgente]

  • Le memorie di Garibaldi (1861)

Principali opere teatrali e adattamenti[modifica | modifica sorgente]

  • Le Bijou de la reine, commedia in versi in un atto (1845)
  • Le Verrou de la reine, Parigi, Théâtre-Historique, 1848, poi Théâtre du Gymnase, 1873.
  • Atala, scena lirica, musica di Varney, Parigi, Théâtre-Historique, 1848.
  • La Dame aux camélias, Parigi, Le Vaudeville, 2 febbraio 1852.
  • Diane de Lys, Parigi, Théâtre du Gymnase, 15 novembre 1853.
  • Le Demi-Monde, Parigi Théâtre du Gymnase, 20 marzo 1855.
  • La Question d'argent, Parigi, Théâtre du Gymnase, 31 gennaio 1857.
  • Le Fils naturel, Parigi, Théâtre du Gymnase, 16 gennaio 1858.
  • Un Père prodigue, Parigi, Théâtre du Gymnase, 30 novembre 1859.
  • L'Ami des femmes, Parigi, Théâtre du Gymnase, 5 marzo 1864.
  • Les Idées de Mme Aubray, Parigi, Théâtre du Gymnase, 16 marzo 1867.
  • Une visite de noces, Parigi, Théâtre du Gymnase, 16 ottobre 1871.
  • La Princesse Georges, Parigi, Théâtre du Gymnase, 2 dicembre 1871.
  • La Femme de Claude, Parigi, Théâtre du Gymnase, 16 gennaio 1873.
  • Monsieur Alphonse, Parigi, Théâtre du Gymnase, 26 novembre 1873.
  • L'Étrangère, commedia in quattro atti, Parigi, Théâtre-Français, 14 febbraio 1876.
  • La Princesse de Bagdad, opera in tre atti, Parigi, Théâtre-Français, febbraio 1881.
  • Denise, opera in quattro atti, Parigi, Théâtre-Français, 19 gennaio 1885.
  • Francillon, opera in tre atti, Parigi, Théâtre-Français, 17 gennaio 1887.

Principali collaborazioni teatrali[modifica | modifica sorgente]

Opere complete[modifica | modifica sorgente]

  • Théâtre complet avec préfaces inédites (1868-1879) (6 voll.). Edizione accresciuta, detta dei Comédiens (1882-1886) (6 voll.).
  • Entr'actes (1878-1879) (3 voll.) Scritti giovanili.
  • Péchés de jeunesse (poesie)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Seggio 2 dell'Académie française Successore
Pierre-Antoine Lebrun 1874 - 1896 André Theuriet

Controllo di autorità VIAF: 76315034 LCCN: n/81/120314