Big Daddy - Un papà speciale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la duna più alta del mondo, vedi Sossusvlei#Big Daddy.
Big Daddy - Un papà speciale
Titolo originale Big Daddy
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1999
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Dennis Dugan
Soggetto Steve Franks
Sceneggiatura Steve Franks, Tim Herlihy, Adam Sandler
Fotografia Theo Van De Sande
Montaggio Jeff Gourson
Musiche Teddy Castellucci
Scenografia Perry Andelin Blake
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

MTV Movie Awards 2000 Miglior performance comica (Adam Sandler)

Big Daddy - Un papà speciale (Big Daddy) è un film del 1999 diretto da Dennis Dugan.

È stato fino ad ora il più grande successo di Adam Sandler, in quanto solo negli Stati Uniti d'America ha raccolto oltre 160 milioni di dollari.[1]

Per tutta la durata del film, essendo gemelli monozigoti, gli allora bambini Dylan e Cole Sprouse si sono alternati nell'interpretazione di Julian McGrath.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sonny Koufax (Adam Sandler) è un adulto immaturo, senza un lavoro stabile (fa il casellante un giorno alla settimana), e ha dei problemi con la sua fidanzata Vanessa (Kristy Swanson), che vuole qualcuno con degli obiettivi. Sonny divide un appartamento a Manhattan con un suo amico del college, Kevin (Jon Stewart), affermato nel lavoro quanto nella vita. Infatti è fidanzato e prossimo alle nozze con la sua ragazza Corinne, la quale ha un rapporto conflittuale con Sonny che le rinfaccia in continuazione di aver lavorato da Hooters (catena di ristoranti americani che ingaggia come cameriere solo ragazze avvenenti). Quando Kevin deve andare in Cina per questione di affari, Corinne (Leslie Mann) gli organizza una festa di buon viaggio ma Sonny rovina la sorpresa. Corinne se la prende molto per tutto il lavoro fatto e per la sorpresa sfumata ma a consolarla ci pensa Layla (Joey Lauren Adams), la sorella. E non è tutto: Kevin richiama l'attenzione dei presenti alla festa per dare una notizia importante ma Sonny lo anticipa, rivelando che è per comunicare che lui e Corinne si sposeranno, rovinando l'eccezionalità del momento. Il giorno dopo, Sonny, stanco per la festa, riceve un'inaspettata visita: è un bambino di 5 anni, Julian (Dylan e Cole Sprouse), che è stato accompagnato lì da un ragazzo al quale è stato detto che se lo avesse accompagnato, avrebbe ricevuto dei soldi. Assieme al bambino, Sonny riceve una lettera destinata a Kevin nella quale c'è scritto che quel bambino è il figlio dello stesso Kevin, lasciatogli dalla madre venuta a mancare pochi giorni prima. Sonny tenta di contattare i servizi sociali ma questi sono chiusi per il Columbus Day, per cui decide di tenerlo fino al giorno seguente. Cerca di fare amicizia con il bambino e alla fine se la cava. Il giorno dopo chiama Arthur Brooks (Josh Mostel), l'assistente sociale assegnato a questo caso, e, dopo aver deciso di adottare il bambino, si spaccia per Kevin, cioè il padre naturale, e per questo motivo, Brooks gli lascia il bambino finché non troveranno una nuova famiglia. Più tardi, Sonny e Julian vanno a casa di Vanessa la quale non è sola ma è in compagnia di Sid, un attempato signore che dichiara di essere il nuovo fidanzato della ragazza, che lo ha scelto perché lo considera un uomo pieno di esperienza e con dei piani futuri. Sonny, disgustato, se ne va e rompe il rapporto con Vanessa. I due legano molto e Sonny permette a Julian di fare quello che vuole, quindi il bambino ha piena libertà nel vestirsi, nel comportarsi e persino decide di chiamarsi "Frankenstein". Sonny usa addirittura Julian per attaccare bottone con le ragazze al parco ma quando ne trova una scopre che è Layla, la sorella di Corinne. I due escono insieme e cominciano a frequentarsi. Passano 6 settimane: Julian va a scuola e avere qualche regola da Sonny, che è soddisfatto di come ha educato il bambino. Ma proprio quando tutto sembrava andare per il meglio suona alla porta l'assistente sociale Brooks che ha scoperto la vera identità di Sonny e quindi è venuto a prendere Julian per portarlo via. Sonny tenta resistenza ma alla fine lo lascia però non si arrende: chiede a Layla, affermato avvocato, di aiutarlo nella causa per avere la custodia di Julian ma proprio il giorno della causa, Layla ha una causa molto importante. Sonny arriva alla causa accompagnato da due suoi amici avvocati ma alla fine si aggiungono anche a sorpresa Layla e Kevin, tornato dalla Cina. Le testimonianze chiamate da Sonny non ottengono il risultato sperato. Alla fine Sonny decide di chiamare sé stesso a testimoniare e che a interrogarlo sarà il padre , affermato avvocato in Florida e che crede che suo figlio sia un irresponsabile senza speranze. Il padre comincia a rinfacciargli le brutte cose che Sonny ha fatto nella sua vita per dimostrargli quanto sia inadatto come padre, ma alla fine anche lui si convince che potrebbe essere un buon padre. Tuttavia il giudice non affida la custodia di Julian a Sonny ma al padre naturale Kevin, che nel frattempo riconosce di essere il padre. Sonny allora affida Julian a Kevin e nel frattempo i due cominciano a fare amicizia. La storia prosegue esattamente un anno, 3 mesi e 6 giorni dopo, al compleanno di Sonny. Sonny ora è un avvocato, sposato con Layla e padre. Kevin, Corinne e Julian sono ormai diventati una famiglia. Tutti insieme fanno una festa da Hooters ma lì scoprono che Vanessa è diventata una cameriera e Sid è un cuoco, quindi "i piani futuri" sono falliti.

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) http://www.boxofficemojo.com/movies/?id=bigdaddy.htm

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema