Kansas City (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kansas City
Kansаs City (film).png
Titolo originale Kansas City
Paese di produzione Stati Uniti d'America, Francia
Anno 1996
Durata 116 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Robert Altman
Soggetto Robert Altman e Frank Barhydt
Sceneggiatura Robert Altman e Frank Barhydt
Fotografia Oliver Stapleton
Montaggio Geraldine Peroni
Scenografia Stephen Altman, Richard L. Johnson e Susan Emshwiller
Interpreti e personaggi

Kansas City è un film del 1996 diretto da Robert Altman.

È stato presentato in concorso al 49º Festival di Cannes.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Kansas City, 1934: si intrecciano le vicende e le storie di diversi personaggi in un ambiente toccato solo marginalmente dalla Grande depressione. Blondie O’Hara, una giovane donna che rapirà la moglie del consigliere di Franklin Delano Roosevelt, Henry Stilton. Il suo obiettivo è liberare il marito, Johnny O’Hara, che si trova nelle mani del malavitoso Seldom Seen, un afroamericano proprietario di un locale di musica e gioco d’azzardo, e di una compagnia di taxi chiamati Hey Hey Club. Johnny si era reso colpevole di aver rapinato, truccato da afroamericano e con l’aiuto di un tassista di Seldom Seen, un certo Simpson, ricco uomo d’affari e patito del gioco proveniente dal Minnesota e diretto al locale del boss. In parallelo si svolgono le vicende di Carolyn Stilton e Blondie, che vagano per Kansas City mettendosi saltuariamente in contatto con Henry per avere aggiornamenti, e il sequestro di Johnny.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Official Selection 1996, festival-cannes.fr. URL consultato il 2 luglio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema