Serie B 2002-2003

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie B 2002-2003
Competizione Serie B
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 71ª
Organizzatore Lega Nazionale Professionisti
Date dal 14 settembre 2002
al 7 giugno 2003
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Risultati
Vincitore Siena Siena
(1º titolo)
Promozioni Siena Siena
Sampdoria
Lecce Lecce
Ancona Ancona
Retrocessioni Cosenza Cosenza
Statistiche
Miglior marcatore Italia Igor Protti (23)
Incontri disputati 760
Gol segnati 961 (1,26 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2001-2002 2003-2004 Right arrow.svg

Il Campionato di Serie B 2002-03 fu il settantunesimo campionato di Serie B disputato in Italia.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Caso Catania#Il Caso Catania 2003.

A sconvolgere l'esito del campionato di B 2002-03 (iniziato dal 3º turno, per il rinvio dei primi due) fu lo scoppio del Caso Catania: la società etnea, tramite il presidente Gaucci, richiese la vittoria a tavolino dell'incontro col Siena (disputato alla 30ª giornata e finito 1-1) per la presenza in campo, con la maglia bianconera, di Luigi Martinelli. La settimana precedente il giocatore era sceso in campo nel Campionato Primavera nonostante una squalifica ricevuta in precedenza: il Catania sosteneva l'irregolarità della sua posizione non avendo, di fatto, mai scontato tale squalifica. Il ricorso fu accolto dalla CAF, che mutò il risultato in un 2-0 a tavolino: un ulteriore ricorso, presentato da altre società di B, alla Corte Federale (organo, all'epoca, distinto dalla Corte d'Appello Federale) portò tuttavia all'annullamento della sentenza.

Riguardo la classifica finale, il risultato non pregiudicava la storica promozione dei senesi in A: i rosazzurri, dal canto loro, persero invece due punti utili per la salvezza. Il Venezia e il Napoli avrebbero dovuto, quindi, disputare uno spareggio per stabilire la quarta retrocessione in C1. Il Catania si rivolse allora al TAR di Palermo, chiedendo il ripristino della sentenza originaria: il 1º luglio 2003, fu emesso un verdetto definitivo che mutava l'1-1 del campo nel 2-0 a tavolino.

Analoghi motivi portarono, però, all'accusa del Catania: il Venezia mosse protesta in merito alla presenza in campo di Vito Grieco, anch'egli squalificato ma sceso in campo con la squadra Primavera, nella gara Catania-Venezia (giocata il 17 maggio 2003, e finita 2-0). L'assegnazione della vittoria a tavolino ai lagunari evitò loro lo spareggio, mentre il Catania subì la retrocessione; il successivo ricorso fatto pervenire alla giustizia ordinaria (comprendente organi come il Consiglio di Stato), motivato peraltro dal fatto che il reclamo del Venezia fu presentato oltre i termini ultimi, e una regolamentazione della squalifica non esplicitata portarono la Federazione ad avvalersi, in estate, del cosiddetto d.l. "salvacalcio": le retrocessioni in C1 furono annullate, con il ripescaggio di Catania, Genoa e Salernitana. Non fu invece possibile il salvataggio del Cosenza, estinto per sopravvenuto fallimento: in suo luogo, venne ammessa la Fiorentina che aveva vinto il Campionato di C2 sotto la denominazione di Florentia Viola. Il successivo campionato vide 24 squadre ai nastri di partenza.

Sul campo, oltre al Siena, furono promosse la Sampdoria, il Lecce e l'Ancona. I bianconeri, cui fu dedotto un punto per la sconfitta a tavolino, risultarono appaiati ai liguri ma in vantaggio nella classifica avulsa. Il titolo di capocannoniere andò all'attaccante del Livorno Igor Protti, autore di 23 reti.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Rosa Città Stadio Stagione 2001-2002
Ancona Ancona dettagli Ancona Stadio Del Conero 8º posto in Serie B
Ascoli Ascoli dettagli Ascoli Piceno Stadio Cino e Lillo Del Duca 1º posto in Serie C1/B
Bari Bari dettagli Bari Stadio San Nicola 6º posto in Serie B
Cagliari Cagliari dettagli Cagliari Stadio Sant'Elia 12º posto in Serie B
Catania Catania dettagli Catania Stadio Angelo Massimino 3º posto in Serie C1/B
(promosso dopo i play-off)
Cosenza Cosenza dettagli Cosenza Stadio San Vito 12º posto in Serie B
Genoa dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 12º posto in Serie B
Lecce Lecce dettagli Lecce Stadio Via del Mare 16º posto in Serie A
Livorno Livorno dettagli Livorno Stadio Armando Picchi 1º posto in Serie C1/A
Messina Messina dettagli Messina Stadio Giovanni Celeste 12º posto in Serie B
Napoli Napoli dettagli Napoli Stadio San Paolo 5º posto in Serie B
Palermo Palermo dettagli Palermo Stadio Renzo Barbera 10º posto in Serie B
Salernitana Salernitana dettagli Salerno Stadio Arechi 6º posto in Serie B
Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 10º posto in Serie B
Siena Siena dettagli Siena Stadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena 12º posto in Serie B
Ternana Ternana dettagli Terni Stadio Libero Liberati 17º posto in Serie B
Triestina Triestina dettagli Trieste Stadio Nereo Rocco 5º posto in Serie C1/A
(promosso dopo i play-off)
Unione Venezia Venezia dettagli Venezia Stadio Pierluigi Penzo 18º posto in Serie A
Verona Verona dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 15º posto in Serie A
Vicenza Vicenza dettagli Vicenza Stadio Romeo Menti 9º posto in Serie B

[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Sponsor Tecnico Sponsor
Ancona Ancona Devis Banca Marche
Ascoli Ascoli Uhlsport CaRisAP - Gruppo IntesaBci
Bari Bari Lotto Tele+
Cagliari Cagliari A-Line Terra Sarda
Catania Catania Galex Energia Siciliana
Cosenza Cosenza Sport Point Provincia di Cosenza
Genoa Erreà Costa
Lecce Lecce Asics Provincia di Lecce
Livorno Livorno Asics Cassa di Risparmio di Livorno
Messina Messina Asics Jonax
Napoli Napoli Diadora Peroni
Palermo Palermo Lotto Provincia di Palermo
Salernitana Salernitana Garman Zip Jeans & Casual
Sampdoria Asics ERG
Siena Siena Lotto Montepaschivita - Mpv
Ternana Ternana Erreà (Nessuno Sponsor)
Triestina Triestina Asics Peace no war!
Unione Venezia Venezia Kelme Emmezeta
Verona Verona Lotto Clerman
Vicenza Vicenza Biemme Caffè Vero

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Squadra Allenatore
Ancona Italia Luigi Simoni Napoli[1][2] Italia Franco Colomba (1ª; 3ª-16ª)
Italia Sergio Buso (17ª)
Italia Franco Scoglio (2ª; 18ª-25ª)
Italia Franco Colomba (26ª-38ª)
Ascoli Italia Giuseppe Pillon Palermo[3][4] Italia Daniele Arrigoni (1ª-2ª; 4ª-22ª)
Italia Ezio Glerean (3ª)
Italia Nedo Sonetti (23ª-38ª)
Bari[5] Italia Attilio Perotti (1ª; 3ª-17ª)
Italia Marco Tardelli (2ª; 18ª-38ª)
Salernitana[6] Rep. Ceca Italia Zdeněk Zeman (1ª; 3ª-17ª)
Italia Franco Varrella (2ª; 18ª-38ª)
Cagliari Italia Giampiero Ventura Sampdoria Italia Walter Novellino
Catania[7][8][9][10] Italia Francesco Graziani & Italia Maurizio Pellegrino (1ª; 3ª-10ª)
Italia Francesco Graziani (11ª)
Galles John Toshack (2ª; 12ª-20ª)
Italia Edoardo Reja (21ª-29ª)
Italia Vincenzo Guerini (30ª-38ª)
Siena Italia Giuseppe Papadopulo
Cosenza[11][12][13] Italia Antonio Sala (1ª; 3ª-13ª)
Italia Emiliano Mondonico (2ª; 14ª-22ª)
Italia Sandro Salvioni (23ª-29ª)
Italia Antonio Sala (30ª-38ª)
Ternana Italia Mario Beretta
Genoa[14][15] Italia Claudio Onofri (3ª-4ª)
Italia Vincenzo Torrente (5ª-8ª)
Italia Rino Lavezzini & Italia Vincenzo Torrente (1ª-2ª; 9ª-38ª)
Triestina Italia Ezio Rossi
Lecce Italia Delio Rossi Venezia Italia Gianfranco Bellotto
Livorno Italia Roberto Donadoni Verona Italia Alberto Malesani
Messina[16] Italia Francesco Oddo (1ª-32ª)
Italia Bruno Bolchi (33ª-38ª)
Vicenza Italia Andrea Mandorlini

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS
1uparrow green.svg 1. Siena Siena 67 38 17 16 5 46 26
1uparrow green.svg 1. Sampdoria 67 38 17 16 5 53 31
1uparrow green.svg 3. Lecce Lecce 63 38 15 18 5 46 33
1uparrow green.svg 4. Ancona Ancona 61 38 16 13 9 53 40
5. Palermo Palermo 58 38 15 13 10 45 42
5. Triestina Triestina 58 38 16 10 12 54 46
7. Ternana Ternana 55 38 14 13 11 45 37
8. Vicenza Vicenza 54 38 13 15 10 55 50
8. Cagliari Cagliari 54 38 14 12 12 47 46
10. Livorno Livorno 49 38 12 13 13 48 42
10. Bari Bari 49 38 10 19 9 38 37
12. Ascoli Ascoli 48 38 13 9 16 46 52
13. Unione Venezia Venezia 48 38 12 12 14 41 47
14. Verona Verona 46 38 10 16 12 42 42
15. Messina Messina 46 38 10 16 12 51 54
16. Napoli Napoli 45 38 10 15 13 42 49
17. Catania Catania[17] 43 38 12 7 19 45 60
18. Genoa[18] 39 38 9 12 17 47 51
The death.svg 19. Cosenza Cosenza[19] 36 38 10 6 22 29 52
20. Salernitana Salernitana[18] 23 38 4 11 23 28 63

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

1ª giornata
5 nov. 2002[20] 25 gen. 2003
1-1 Ancona-Verona 1-0
0-0 Bari-Triestina 2-1
1-0 Cagliari-Venezia 0-3
0-2 Catania-Napoli 0-1
1-2 Cosenza-Palermo 0-1
1-2 Salernitana-Ascoli 0-3
2-0 Sampdoria-Livorno 1-1
0-0 Siena-Lecce 1-1
1-0 Ternana-Messina 2-2
1-0 Vicenza-Genoa 2-0
4ª giornata
21 set. 2002 22 feb. 2003
0-0 Ascoli-Sampdoria 0-3
0-0 Genoa-Bari 1-2
2-1 Lecce-Salernitana 1-2
2-0 Livorno-Triestina 0-1
3-3 Messina-Catania 1-1
1-2 Napoli-Cosenza 0-1
1-0 Palermo-Siena 1-2
0-1 Ternana-Cagliari 1-1
1-1 Venezia-Verona 0-1
1-1 Vicenza-Ancona 1-3
7ª giornata
12 ott. 2002 15 mar. 2003
1-1 Ancona-Siena 0-0
1-1 Bari-Lecce 0-1
1-0 Cagliari-Ascoli 1-1
1-2 Livorno-Ternana 1-1
3-1 Messina-Vicenza 1-2
3-1 Salernitana-Palermo 1-1
1-0 Sampdoria-Catania 0-0
1-0 Triestina-Cosenza 0-1
0-1 Venezia-Genoa 0-0
2-2 Verona-Napoli 0-0
10ª giornata
2 nov. 2002 5 apr. 2003
2-1 Ancona-Messina 1-1
0-1 Bari-Palermo 2-2
1-1 Cagliari-Lecce 1-1
1-1 Catania-Ascoli 1-2
2-0 Livorno-Genoa 1-3
1-2 Napoli-Siena 0-2
1-1 Sampdoria-Triestina 2-2
1-0 Ternana-Cosenza 3-0
1-0 Venezia-Salernitana 1-1
4-2 Verona-Vicenza 1-4
13ª giornata
24 nov. 2002 26 apr. 2003
1-0 Ascoli-Ancona 1-1
1-2 Cosenza-Venezia 2-0
2-2 Genoa-Verona 2-2
1-0 Lecce-Livorno 2-1
2-2 Messina-Bari 0-1
2-1 Palermo-Ternana 0-0
2-0 Salernitana-Napoli 1-2
1-0 Siena-Sampdoria 0-0
3-0 Triestina-Cagliari 0-2
2-1 Vicenza-Catania 1-2
16ª giornata
15 dic. 2002 17 mag. 2003
4-0 Ascoli-Napoli 0-2
1-0 Cagliari-Sampdoria 1-3
4-2 Genoa-Ancona 0-1
1-1 Lecce-Vicenza 1-1
4-2 Livorno-Cosenza 2-0
2-1 Messina-Palermo 1-2
2-2 Salernitana-Triestina 0-2
2-1 Ternana-Bari 1-2
2-1 Venezia-Catania 2-0 a tav.
1-2 Verona-Siena 0-0
19ª giornata
18 gen. 2003 7 giu. 2003
1-0 Ancona-Livorno 1-1
1-1 Bari-Verona 1-1
2-1 Catania-Cagliari 2-1
2-1 Cosenza-Genoa 0-3
1-0 Napoli-Messina 1-1
2-0 Palermo-Lecce 0-3
4-0 Sampdoria-Venezia 1-3
3-0 Siena-Salernitana 1-1
3-1 Triestina-Ascoli 2-2
1-0 Vicenza-Ternana 1-1
2ª giornata
6 gen. 2003[21] 1º feb. 2003
1-4 Ascoli-Vicenza 1-2
1-0 Genoa-Ternana 3-1
1-0 Lecce-Catania 1-2
1-0 Livorno-Cagliari 1-1
2-0 Messina-Salernitana 0-0
1-1 Napoli-Ancona 2-3
0-0 Palermo-Sampdoria 0-1
2-1 Triestina-Siena 0-1
1-1 Venezia-Bari 1-0
1-0 Verona-Cosenza 1-0
5ª giornata
28 set. 2002 1º mar. 2003
1-1 Ancona-Ternana 0-1
0-1 Bari-Napoli 1-1
1-0 Cagliari-Genoa 3-1
0-2 Messina-Lecce 1-1
2-1 Salernitana-Livorno 0-0
2-1 Sampdoria-Cosenza 3-1
0-0 Siena-Vicenza 1-1
2-1 Triestina-Palermo 0-1
1-1 Venezia-Ascoli 2-1
2-0 Verona-Catania 1-2
8ª giornata
19 ott. 2002 22 mar. 2003
1-1 Ancona-Sampdoria 1-2
2-1 Cagliari-Verona 1-1
2-1 Catania-Salernitana 0-0
1-0 Cosenza-Ascoli 0-3
1-1 Genoa-Messina 1-2
1-1 Lecce-Triestina 1-0
0-1 Napoli-Livorno 1-1
1-1 Siena-Bari 0-0
1-1 Ternana-Venezia 0-0
1-3 Vicenza-Palermo 0-1
11ª giornata
10 nov. 2002 12 apr. 2003
0-0 Ascoli-Verona 0-1
1-1 Cosenza-Cagliari 0-3
3-1 Genoa-Napoli 2-2
0-0 Lecce-Ternana 0-0
2-1 Messina-Livorno 1-4
0-2 Palermo-Venezia 2-0
0-1 Salernitana-Sampdoria 0-1
4-3 Siena-Catania 0-2 a tav.[22]
3-2 Triestina-Ancona 0-3
1-1 Vicenza-Bari 1-1
14ª giornata
1º dic. 2002 3 mag. 2003
1-1 Ascoli-Genoa 2-1
0-0 Bari-Ancona 2-1
2-0 Cagliari-Salernitana 2-1
0-2 Catania-Cosenza 1-3
1-1 Livorno-Siena 0-2
0-0 Napoli-Palermo 1-2
0-0 Sampdoria-Vicenza 2-1
1-2 Ternana-Triestina 3-4
0-2 Venezia-Messina 1-1
1-1 Verona-Lecce 1-1
17ª giornata
22 dic. 2002 24 mag. 2003
1-3 Ancona-Lecce 1-2
0-3 Bari-Livorno 2-2
3-1 Catania-Ternana 1-3
0-0 Cosenza-Salernitana 2-1
1-1 Napoli-Venezia 1-2
2-2 Palermo-Ascoli 2-1
3-2 Sampdoria-Verona 0-0
2-1 Siena-Genoa 3-1
2-1 Triestina-Messina 2-2
4-2 Vicenza-Cagliari 0-3
3ª giornata
14 set. 2002 8 feb. 2003
4-2 Ancona-Palermo 1-0
2-0 Bari-Ascoli 2-3
2-2 Cagliari-Napoli 0-2
3-2 Catania-Genoa 0-2
2-1 Cosenza-Vicenza 0-3
0-3 Salernitana-Ternana 0-4
4-2 Sampdoria-Lecce 0-1
1-0 Siena-Messina 0-0
1-2 Triestina-Venezia 0-1
0-1 Verona-Livorno 1-1
6ª giornata
5 ott. 2002 8 mar. 2003
1-0 Ascoli-Messina 2-3
0-0 Catania-Ancona 0-2
0-2 Cosenza-Bari 0-1
3-0 Genoa-Salernitana 2-2
3-1 Lecce-Venezia 2-2
1-1 Napoli-Sampdoria 0-2
1-0 Palermo-Livorno 2-2
1-0 Siena-Cagliari 3-2
1-0 Ternana-Verona 1-0
1-1 Vicenza-Triestina 1-1
9ª giornata
26 ott. 2002 29 mar. 2003
2-0 Ascoli-Ternana 1-2
1-1 Bari-Sampdoria 1-1
0-0 Cosenza-Siena 0-1
0-0 Genoa-Lecce 1-2
2-1 Livorno-Venezia 1-1
2-1 Messina-Verona 1-4
1-1 Palermo-Cagliari 2-2
0-2 Salernitana-Ancona 1-3
4-0 Triestina-Catania 2-1
3-3 Vicenza-Napoli 1-2
12ª giornata
17 nov. 2002 19 apr. 2003
1-0 Ancona-Cosenza 0-0
1-1 Bari-Salernitana 2-1
0-2 a tav.[23] Cagliari-Messina 2-2
2-0 Catania-Palermo 3-3
2-0 Livorno-Ascoli 1-2
1-1 Napoli-Lecce 1-1
2-1 Sampdoria-Genoa 2-0
1-1 Ternana-Siena 1-0
1-2 Venezia-Vicenza 1-2
1-0 Verona-Triestina 1-3
15ª giornata
8 dic. 2002 10 mag. 2003
2-1 Ancona-Cagliari 1-2
1-0 Catania-Bari 1-2
3-3 Cosenza-Messina 0-1
2-1 Lecce-Ascoli 0-1
0-0 Palermo-Genoa 1-1
1-3 Salernitana-Verona 0-2
1-2 Sampdoria-Ternana 1-1
0-0 Siena-Venezia 3-1
2-1 Triestina-Napoli 1-2
0-0 Vicenza-Livorno 2-2
18ª giornata
12 gen. 2003 31 mag. 2003
2-1 Ascoli-Siena 0-4
1-0 Cagliari-Bari 0-0
2-2 Genoa-Triestina 0-1
0-0 Lecce-Cosenza 2-1
2-1 Livorno-Catania 2-3
3-3 Messina-Sampdoria 1-1
0-1 Salernitana-Vicenza 2-2
1-1 Ternana-Napoli 0-1
2-4 Venezia-Ancona 1-2
0-0 Verona-Palermo 0-2

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Record[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di vittorie: Sampdoria e Siena (17)
  • Minor numero di sconfitte: Lecce, Sampdoria e Siena (5)
  • Migliore attacco: Vicenza (55 gol fatti)
  • Miglior difesa: Siena (25 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Sampdoria e Siena (+22)
  • Maggior numero di pareggi: Bari (19)
  • Minor numero di pareggi: Cosenza (6)
  • Maggior numero di sconfitte: Salernitana (23)
  • Minor numero di vittorie: Salernitana (4)
  • Peggiore attacco: Salernitana (28 gol fatti)
  • Peggior difesa: Salernitana (63 gol subiti)
  • Peggior differenza reti: Salernitana (-35)

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Marcatore Squadra
1rightarrow.png 23 ItaliaIgor Protti Livorno Livorno
21 ItaliaDino Fava Passaro Triestina Triestina
19 ItaliaDavide Dionigi Napoli Napoli
19 ItaliaStefan Schwoch Vicenza Vicenza
19 ItaliaMassimo Borgobello Ternana Ternana
17 ItaliaRiccardo Zampagna Messina Messina
16 ItaliaSimone Tiribocchi Siena Siena
16 UruguayErnesto Chevantón Lecce Lecce
16 Fabio Bazzani Sampdoria
15 Gionatha Spinesi Bari Bari
13 Filippo Maniero Palermo Palermo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Neanche Scoglio sveglia il Napoli, gazzetta.it, 22 dicembre 2002.
  2. ^ Il Napoli cambia ancora: via Scoglio, torna Colomba, repubblica.it, 12 marzo 2003.
  3. ^ Zamparini azzardo Arrigoni, gazzetta.it, 17 settembre 2002.
  4. ^ ”Il Palermo tornerà in alto”, gazzetta.it, 11 febbraio 2003.
  5. ^ Tardelli si rimette in gioco, gazzetta.it, 30 dicembre 2002.
  6. ^ Varrella è il dopo Zeman: “Ci risolleveremo”, gazzetta.it, 28 dicembre 2002.
  7. ^ Napoli lascia la crisi al Catania, gazzetta.it, 6 novembre 2002.
  8. ^ Sette gol per Toshack, gazzetta.it, 12 novembre 2002.
  9. ^ Toshack pianta in asso Gaucci, gazzetta.it, 29 gennaio 2003.
  10. ^ Catania, ora tocca a Guerini, gazzetta.it, 7 aprile 2003.
  11. ^ Cosenza: via Sala, torna Mondonico, gazzetta.it, 27 novembre 2002.
  12. ^ Il Cosenza decide: arriva Salvioni, gazzetta.it, 12 febbraio 2003.
  13. ^ Oggi Salvioni sarà licenziato. Il Cosenza richiama Sala, gazzetta.it, 7 aprile 2003.
  14. ^ Il Genoa va a Torrente e aspetta Pruzzo o Ulivieri, gazzetta.it, 26 settembre 2002.
  15. ^ Torrente vice-tecnico, oggi c’è la firma, gazzetta.it, 25 ottobre 2002.
  16. ^ Messina: Oddo va via, in arrivo c’è Bolchi, gazzetta.it, 1º maggio 2003.
  17. ^ Riammesso in Serie B su ordinanza del TAR di Catania.
  18. ^ a b Riammesso in Serie B su delibera della FIGC per i postumi del Caso Catania.
  19. ^ Radiato dai campionati professionistici per fallimento e rimpiazzato dalla Fiorentina.
  20. ^ Originariamente previsto per il 30 agosto 2002.
  21. ^ Originariamente prevista per il 7 settembre 2002.
  22. ^ Risultato deciso da giudizio sportivo. La partita si concluse col risultato di 1-1, ma in seguito all'utilizzo di un giocatore squalificato da parte del Siena, venne tramutato in 0-2.
  23. ^ Sospesa al minuto 80 sul punteggio di 0-1 in seguito all'invasione di campo dei tifosi cagliaritani e aggressione di un giocatore del Messina. Il risultato fu tramutato in 0-2.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del calcio, Modena, Edizioni Panini, volume 2004.
  • Carlo Fontanelli, Annogol 2005, Empoli, Geo Edizioni S.r.l., 2005.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]