Serie B 1955-1956

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie B 1955-1956
Competizione Serie B
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 47ª (24ª di Serie B)
Organizzatore Lega Nazionale
Date dal 18 settembre 1955
al 10 giugno 1956
Luogo Italia Italia
Partecipanti 18
Formula girone unico
Risultati
Vincitore Udinese
(1º titolo)
Promozioni Palermo
Retrocessioni Livorno
Salernitana
Statistiche
Miglior marcatore Aurelio Milani (23)
Incontri disputati 306
Gol segnati 756 (2,47 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1954-1955 1956-1957 Right arrow.svg

La Serie B 1955-1956 fu il secondo livello della cinquantaquattresima edizione del campionato italiano di calcio, la quarantasettesima dall'istituzione del livello e la ventesima disputata con la formula del girone unico.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Le aspettative maturate in estate circa i possibili sviluppi del campionato cadetto furono sconvolte il 30 agosto 1955, a calciomercato ormai chiuso, dalla retrocessione a tavolino di due squadre di Serie A, l'Udinese (per il caso della "confessione" di Settembrino) ed il Catania (per lo "scandalo Scaramella")[1]. Il cronista della Stampa Gianni Pignata rilevò che i provvedimenti della giustizia sportiva avrebbero potuto «giocare un brutto scherzo al tradizionale equilibrio del torneo di Serie B»[2]: le due squadre avevano «conservato l'inquadratura che avevano preparato per la A» e i friulani in particolare, da vice-campioni d'Italia, avevano mantenuto ampi settori intatti, come «il blocco difesa-mediana»[3]. Ezio De Cesari del Corriere dello Sport non considerava il Catania in grado di «competere con l'ambiziosa rivale», ma sottolineava la presenza di «uomini di statura tecnica superiore al normale livello» della categoria, tra cui Bardelli, Hansen e Ghiandi[3].

Si pensava che la presenza di queste due squadre avrebbe potuto vanificare gli sforzi compiuti dal Brescia, che aveva acquistato il capocannoniere del torneo precedente Rebizzi, dal Verona, che dopo aver scampato la retrocessione si era affidato a «due autentiche vedette del calcio italiano» quali Moro e Silvestri, e dal Palermo, la cui neo-insediata dirigenza pareva «aver avuto mano felice negli acquisti», per tentare di centrare la promozione[3]. Importanti cambiamenti societari avevano coinvolto anche il Monza, che aveva risolto «la sua crisi economica appoggiandosi ad un solido complesso industriale», l'azienda alimentare Simmenthal[3], e l'Alessandria del neo-presidente Sacco, affidatasi a giovani promettenti e annoverata tra le possibili outsider[2] assieme alle neopromosse Bari e Livornohanno fatto le loro cose in piena regola per farsi rispettare»)[3]. Al contrario, De Cesari esprimeva perplessità sulle reali chance di salvezza di una Salernitana che aveva «perduto i suoi pezzi migliori», puntando su una squadra dall'età media piuttosto bassa[3].

Il campionato[modifica | modifica wikitesto]

Una formazione del Palermo nella stagione 1955-1956.

Come paventato, il torneo risultò ai cronisti «ben presto svuotato del suo tono più appassionante, la lotta per la promozione, a causa del ristretto numero di compagini che hanno subito monopolizzato le faccende dei primi posti»[4]. L'Udinese, in particolare, non deluse le attese ed inanellò immediatamente cinque vittorie consecutive; scrisse De Cesari dopo la larga affermazione nello scontro diretto contro il Palermo del 9 ottobre: «non ci sono avversari per la squadra che ancor oggi è degna di quel titolo di vice campione d'Italia che appena pochi mesi or sono conquistò»[5]. A seguire scattarono il Catania, una volta risolti alcuni problemi relativi alla «condizione insufficiente»[5] di vari giocatori, ed il Palermo; l'allenatore rosanero Rigotti stava «copiando puntualmente quanto gli fruttò successi e tanta classifica col Messina; la prima preoccupazione del Palermo di oggi è non prenderle. Rinuncia a tutto (rinuncerà magari qualche volta anche alla vittoria), nulla concede alla platea, pur di assicurarsi le spalle ed il risultato»[6]. Più effimero fu l'assalto del Cagliari di Silvio Piola, che rivelò a lungo andare problemi sulla «tenuta della difesa [...], reparto meno dotato di un brillantissimo complesso»[6].

Con l'anno nuovo «la vena» dell'Udinese, imbattuta per tutto l'anno solare 1955[7], parve «appannata» principalmente a causa «dell'infortunio di Pinardi e dell'indisponibilità di Azimonti»[8]; ne approfittò il solido Palermo, primo in solitaria alla diciottesima, mentre il Catania, «stanco e sfiduciato» andava declinando[9] per ragioni legate principalmente alla condizione atletica e a all'imprecisione dei suoi attaccanti («fa tanto gioco, ma non ha nessuno capace di tirare in porta»)[10]. Al terzo posto finirono per insediarsi così il Como, forte dell'«esperienza dei suoi Mezzadri, dei suoi Gritti, dei suoi Baldini»[11] e della fama di «ammazzavedette» per la frequenza con cui si aggiudicava gli scontri diretti[12], e la Simmenthal Monza, considerata rivelazione del torneo («Lojodice, Milani, Mattavelli, i suoi giovanissimi, sono senza dubbio gli uomini più interessanti del campionato»[8]; «il suo contropiede è stato spesso considerato un numero di attrazione per praticità, rapidità, modernità»[11]), su cui l'Udinese «implacabile» tra le mura amiche[13] ed il Palermo dei «tredici uno a zero»[14] mantennero comunque distacchi considerevoli: De Cesari sottolineava che erano «proprio gli inseguitori ad accusare più spesso battute a vuoto»[12]. Sia la permanenza in B del Palermo che quella dell'Udinese, promosse rispettivamente con due e una giornate d'anticipo, erano state relativamente brevi; se i bianconeri riconquistavano al primo tentativo «quella serie maggiore che appena dodici mesi prima» la vide protagonista[11], i rosaneri facevano ritorno in A dopo appena due stagioni.

Sul fondo, il Verona delle «deluse ambizioni iniziali»[15], il troppo spregiudicato Bari («credono sufficiente buttarsi all'attacco e dominare novanta minuti per vincere le partite, perché in C così facevano e gli altri, timidi ed impauriti, subivano»)[5], l'Alessandria in difficoltà nel girone d'andata «scombinati com'erano la sua formazione ed il suo gioco»[5], il Messina ed il Marzotto riuscirono a staccare nel corso delle settimane il Livorno, «fragile, con ancora una mentalità da C»[5], e la Salernitana, che a causa di una serie di otto sconfitte iniziali occupava stabilmente l'ultima posizione sin dal principio del torneo; già a metà ritorno «troppo netto» sembrava «il vantaggio» delle concorrenti e «troppo scadenti» apparivano le due formazioni «per poter capovolgere la situazione»[9]. Se i toscani caddero in C dopo un'unica stagione, i campani si ritrovarono in terza serie per la prima volta dal 1943.

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Profili[modifica | modifica wikitesto]

Club Rosa Città Stadio stagione 1954-1955
Soccer Jersey Grey.png Alessandria dettagli Alessandria Stadio Giuseppe Moccagatta 15ª in Serie B
Soccer Jersey White-Red (borders).png Bari dettagli Bari Stadio della Vittoria 1º in Serie C, promosso
Soccer Jersey Azure-White (V style).png Brescia dettagli Brescia Stadio Comunale 5º in Serie B
Soccer Jersey Red-Blue (half).png Cagliari dettagli Cagliari Stadio Amsicora 9º in Serie B
Soccer Jersey Azure-Red (stripes).png Catania dettagli Catania Stadio Cibali 11º in Serie A, retrocesso
Soccer Jersey Azure-White (borders).png Como dettagli Como Stadio Giuseppe Sinigaglia 6º in Serie B
Soccer Jersey Lilla.png Legnano dettagli Legnano Stadio Carlo Pisacane
Stadio Comunale, Pavia (solo 33ª)
4º in Serie B
Jersey granate.svg Livorno dettagli Livorno Stadio Comunale 2º in Serie C, promosso
Soccer Jersey White-Sky Blue (borders).png Marzotto dettagli Valdagno Stadio dei Fiori 8º in Serie B
Soccer Jersey White (Yellow-Red Stripe).png Messina dettagli Messina Stadio Giovanni Celeste 7º in Serie B
Soccer Jersey Yellow-Blue (borders).png Modena dettagli Modena Stadio Comunale 3º in Serie B
Soccer Jersey Pink-Black (borders).png Palermo dettagli Palermo Stadio La Favorita 13º in Serie B
Soccer Jersey White-Black (cross).png Parma dettagli Parma Stadio Ennio Tardini 10º in Serie B
Soccer Jersey Maroon.png Salernitana dettagli Salerno Stadio Donato Vestuti 12ª in Serie B
Soccer Jersey Red-White (borders).png Simmenthal Monza dettagli Monza Stadio San Gregorio 14ª in Serie B
Soccer Jersey Red-Blue (stripes).png Taranto dettagli Taranto Stadio Valentino Mazzola 11º in Serie B
Soccer Jersey White-Black (vertical stripe).png Udinese dettagli Udine Stadio Moretti 2ª in Serie A, retrocessa
Soccer Jersey Blue-Yellow (borders).png Verona dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 16º in Serie B

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

[16]

Squadra Allenatore Squadra Allenatore
Alessandria[17][18] Italia Piero Scamuzzi (1ª-4ª)
Italia Luigi Allemandi e
Italia Luciano Robotti (5ª)
Italia Mario Sperone (6ª-34ª)
Messina Italia Manlio Bacigalupo
Bari Italia Francesco Capocasale Modena[19] Italia Paolo Todeschini (1ª-8ª)
Italia Giuliano Grandi (9ª-34ª)
Brescia Italia Osvaldo Fattori Palermo Italia Carlo Rigotti
Cagliari Italia Silvio Piola Parma Italia Ivo Fiorentini
Catania[20] Italia Piero Andreoli (1ª-27ª)
Italia Enzo Bellini (28ª-34ª)
Salernitana Italia Mario Saracino,
Italia Antonio Valese e
Italia Vincenzo Varricchio (1ª)
Italia Antonio Valese (2ª-11ª)
Italia Mario Saracino (12ª-34ª)
Como Argentina Hugo Lamanna Simmenthal Monza Italia Pietro Rava
Legnano Italia Ugo Innocenti Taranto Italia Mario Perazzolo
Livorno Italia Mario Magnozzi (1ª-13ª)
Italia Mario Zidarich (14ª-15ª)
Italia Mario Villini (16ª-34ª)
Udinese Italia Giuseppe Bigogno
Marzotto[21] Austria Rodolphe Hiden (1ª-26ª)
Italia Antonio Colomban (27ª-30ª)
Italia Ivo Fiorentini (31ª-34ª)
Verona[22] Italia Federico Allasio (1ª-11ª)
Italia Angelo Piccioli (12ª-34ª)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Udinese Udinese 49 34 21 7 6 66 31 +25
1uparrow green.svg 2. Palermo Palermo 47 34 17 13 4 41 34 +7
3. Como Como 43 34 17 9 8 54 33 +21
3. Simmenthal-Monza Simmenthal-Monza 43 34 17 9 8 44 29 +15
5. Catania Catania 40 34 14 12 8 42 28 +14
5. Cagliari Cagliari 40 34 15 10 9 51 45 +6
7. Brescia Brescia 34 34 11 12 11 34 43 -9
8. Modena Modena 33 34 10 13 11 46 38 +8
9. Alessandria Alessandria 32 34 11 10 13 40 36 +4
9. Verona Verona 32 34 12 8 14 45 49 -4
11. Bari Bari 31 34 13 5 16 45 44 +1
11. Messina Messina 31 34 11 9 14 41 45 -4
11. Taranto Taranto 31 34 10 11 13 34 39 -5
14. Legnano Legnano 30 34 10 10 14 40 47 -7
15. Parma Parma 28 34 10 8 16 36 46 -10
16. Marzotto Marzotto 27 34 10 7 17 30 48 -18
1downarrow red.svg 17. Livorno Livorno 22 34 7 8 19 37 64 -27
1downarrow red.svg 18. Salernitana Salernitana 19 34 4 11 19 30 57 -27

Legenda:

         Promosse in Serie A 1956-1957
         Retrocesse in Serie C 1956-1957

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Ale Bar Bre Cag Cat Com Leg Liv Mar Mes Mod Pal Par Sal Sim Tar Udi Ver
Alessandria –––– 3-1 0-0 1-1 0-0 1-1 1-2 3-1 2-0 2-1 0-0 2-1 4-0 0-0 0-2 4-1 1-0 1-2
Bari 0-2 –––– 0-1 1-2 2-3 2-1 3-1 2-0 1-0 1-1 2-0 0-1 3-1 2-0 0-1 2-4 3-2 3-1
Brescia 1-0 1-1 –––– 2-2 1-1 1-1 1-0 2-1 1-0 1-3 1-1 1-1 2-0 2-1 0-2 2-1 1-1 2-1
Cagliari 4-3 3-3 2-0 –––– 1-1 1-0 1-0 1-0 2-2 3-2 2-0 1-1 0-1 3-2 1-0 2-1 2-0 2-0
Catania 3-1 1-2 1-2 1-0 –––– 1-0 3-0 3-0 1-0 2-0 3-1 1-1 2-0 1-1 3-1 2-0 0-0 1-0
Como 1-0 2-0 2-0 3-3 2-1 –––– 2-1 2-1 2-0 2-0 3-1 1-0 4-1 5-1 1-2 2-2 2-1 2-0
Legnano 0-0 1-3 0-0 2-3 2-1 2-1 –––– 4-2 1-0 4-0 2-2 1-1 1-1 3-2 1-0 0-0 2-2 2-2
Livorno 2-1 1-0 3-2 0-2 1-1 2-0 1-3 –––– 2-0 1-1 1-0 2-3 1-1 1-1 1-1 2-0 1-1 2-2
Marzotto 1-1 0-4 2-0 3-1 2-1 0-0 2-0 4-3 –––– 2-0 0-0 1-1 0-0 2-0 1-4 0-1 0-2 1-0
Messina 1-0 1-0 2-0 7-4 0-1 0-0 0-0 1-0 0-1 –––– 1-1 3-3 1-0 2-0 0-0 2-0 1-3 3-1
Modena 4-1 1-1 1-1 4-1 1-0 1-1 3-1 8-1 1-1 1-0 –––– 0-1 1-1 2-0 1-1 3-0 0-3 0-2
Palermo 0-0 1-0 1-0 0-0 3-3 1-0 3-2 1-0 1-0 2-1 1-0 –––– 1-0 1-0 1-1 1-0 1-1 2-0
Parma 1-3 1-1 2-0 1-0 1-0 1-2 0-0 3-1 4-0 2-3 0-1 0-1 –––– 0-0 2-2 3-0 1-0 2-1
Salernitana 1-0 1-0 2-2 1-1 0-0 1-3 0-1 1-1 0-2 2-1 0-3 5-0 2-3 –––– 0-1 0-0 1-2 0-1
Simmenthal Monza 1-0 0-1 4-1 1-0 0-0 1-3 1-0 1-0 3-0 1-0 1-1 1-1 2-1 3-3 –––– 2-0 2-1 2-1
Taranto 0-0 2-0 0-0 0-0 0-0 1-1 1-0 5-1 3-2 1-1 1-1 0-1 1-0 3-0 1-0 –––– 1-1 3-1
Udinese 1-0 2-0 3-0 1-0 3-0 1-0 3-0 2-1 2-0 3-1 3-2 5-1 3-1 5-1 2-0 2-1 –––– 3-2
Verona 2-3 2-1 1-3 1-0 0-0 2-2 2-1 2-0 4-1 1-1 1-0 2-2 3-1 1-1 1-0 1-0 2-2 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (18ª)
18 set. 1-2 Alessandria-Verona 3-2 5 feb.
2-0 Bari-Salernitana 0-1
3-2 Cagliari-Messina 4-7
3-0 Catania-Legnano 1-2
1-2 Como-Simmenthal Monza 3-1
1-0 Livorno-Modena 1-8
2-0 Marzotto-Brescia 0-1
0-1 Taranto-Palermo 0-1
3-1 Udinese-Parma 0-1
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (19ª)
25 set. 2-4 Bari-Taranto 0-2 19 feb.
1-3 Brescia-Messina 0-2
20 nov. 2-0 Cagliari-Modena 1-4
25 set. 1-0 Catania-Como 1-2
3-2 Palermo-Legnano 1-1
4-0 Parma-Marzotto 0-0
1-2 Salernitana-Udinese 1-5 21 mar.
1-0 Simmenthal Monza-Alessandria 2-0 7 mar.
2-0 Verona-Livorno 2-2 19 feb.


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (20ª)
2 ott. 1-1 Alessandria-Cagliari 3-4 26 feb.
1-1 Brescia-Catania 2-1
1-0 Legnano-Simmenthal Monza 0-1
4-3 Marzotto-Livorno 0-2
1-3 Messina-Udinese 1-3
1-1 Modena-Bari 0-2
1-0 Palermo-Como 0-1
2-1 Parma-Verona 1-3
3-0 Taranto-Salernitana 0-0
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (21ª)
9 ott. 1-2 Alessandria-Legnano 0-0 4 mar.
0-1 Bari-Brescia 1-1
2-2 Como-Taranto 1-1
0-2 Livorno-Cagliari 0-1
1-0 Messina-Parma 3-2
1-0 Modena-Catania 1-3
8 ott. 2-1 Simmenthal Monza-Verona 0-1
9 ott. 0-2 Salernitana-Marzotto 0-2
5-1 Udinese-Palermo 1-1


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (22ª)
16 ott. 1-0 Cagliari-Simmenthal Monza 0-1 11 mar.
2-0 Catania-Parma 0-1
5-1 Como-Salernitana 3-1
4-0 Legnano-Messina 0-0
2-1 Livorno-Alessandria 1-3
1-1 Marzotto-Palermo 0-1
0-0 Taranto-Brescia 1-2
2-0 Udinese-Bari 2-3
1-0 Verona-Modena 2-0
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (23ª)
23 ott. 2-1 Alessandria-Messina 0-1 18 mar.
1-1 Brescia-Udinese 0-3
2-0 Catania-Taranto 0-0
3-2 Legnano-Salernitana 1-0
3-1 Marzotto-Cagliari 2-2
1-1 Modena-Como 1-3
2-0 Palermo-Verona 2-2
3-1 Parma-Livorno 1-1
0-1 Simmenthal Monza-Bari 1-0


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (24ª)
30 ott. 0-0 Alessandria-Catania 1-3 25 mar.
1-0 Bari-Marzotto 4-0
30 ott. 2-0 Como-Brescia 1-1
30 ott. 1-3 Livorno-Legnano 2-4
3-1 Messina-Verona 1-1
1-0 Palermo-Parma 1-0
0-3 Salernitana-Modena 0-2
2-0 Simmenthal Monza-Taranto 0-1
1-0 Udinese-Cagliari 0-2
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (25ª)
6 nov. 1-0 Brescia-Alessandria 0-0 1º apr.
1-0 Cagliari-Como 3-3
2-2 Legnano-Udinese 0-3
1-0 Livorno-Bari 0-2
0-0 Messina-Simmenthal Monza 0-1
0-1 Modena-Palermo 0-1
2-3 Salernitana-Parma 0-0
3-2 Taranto-Marzotto 1-0
0-0 Verona-Catania 0-1


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (26ª)
13 nov. 0-1 Bari-Palermo 0-1 8 apr.
2-0 Cagliari-Brescia 2-2
3-1 Catania-Simmenthal Monza 0-0
2-1 Como-Livorno 0-2
2-0 Marzotto-Legnano 0-1 7 apr.
1-0 Modena-Messina 1-1 8 apr.
3-0 Parma-Taranto 0-1
1-0 Udinese-Alessandria 0-1
1-1 Verona-Salernitana 1-0
Andata (10ª) Decima giornata Ritorno (27ª)
4 dic. 3-1 Alessandria-Bari 2-0 15 apr.
2-0 Brescia-Parma 0-2
1-0 Catania-Marzotto 1-2
2-1 Legnano-Como 1-2
1-1 Livorno-Udinese 1-2
2-1 Palermo-Messina 3-3
1-1 Salernitana-Cagliari 2-3
1-1 Simmenthal Monza-Modena 1-1
3-1 Taranto-Verona 0-1


Andata (11ª) Undicesima giornata Ritorno (28ª)
11 dic. 3-1 Bari-Verona 1-2 29 apr.
2-1 Brescia-Livorno 2-3
1-0 Como-Alessandria 1-1
0-1 Messina-Marzotto 0-2 9 mag.
0-0 Palermo-Cagliari 1-1 29 apr.
0-0 Parma-Legnano 1-1
0-1 Salernitana-Simmenthal Monza 3-3
1-1 Taranto-Modena 0-3 22 apr.
3-0 Udinese-Catania 0-0 29 apr.
Andata (12ª) Dodicesima giornata Ritorno (29ª)
25 dic. 1-1 Cagliari-Catania 0-1 6 mag.
26 dic. 1-3 Legnano-Bari 1-3
25 dic. 1-1 Livorno-Salernitana 1-1
24 dic. 1-1 Marzotto-Alessandria 0-2 5 mag.
18 dic. 0-0 Messina-Como 0-2 6 mag.
26 dic. 1-1 Modena-Parma 1-0
1-1 Simmenthal Monza-Palermo 1-1
25 dic. 2-1 Udinese-Taranto 1-1
26 dic. 1-3 Verona-Brescia 1-2


Andata (13ª) Tredicesima giornata Ritorno (30ª)
1º gen. 2-1 Alessandria-Palermo 0-0 13 mag.
2-1 Bari-Como 0-2 12 mag.
1-1 Brescia-Modena 1-1 13 mag.
0-1 Cagliari-Parma 0-1
1-1 Catania-Salernitana 0-0
0-0 Legnano-Taranto 0-1
1-1 Livorno-Messina 0-1
2-1 Simmenthal Monza-Udinese 0-2
4-1 Verona-Marzotto 0-1
Andata (14ª) Quattordicesima giornata Ritorno (31ª)
8 gen. 3-0 Catania-Livorno 1-1 19 mag.
2-0 Como-Verona 2-2 20 mag.
0-2 Marzotto-Udinese 0-2
1-0 Messina-Bari 1-1
6 gen. 3-1 Modena-Legnano 2-2
8 gen. 1-0 Palermo-Brescia 1-1
2-2 Parma-Simmenthal Monza 1-2
1-0 Salernitana-Alessandria 0-0
0-0 Taranto-Cagliari 1-2


Andata (15ª) Quindicesima giornata Ritorno (32ª)
15 gen. 2-1 Brescia-Salernitana 2-2 27 mag.
3-3 Cagliari-Bari 2-1 26 mag.
14 gen. 2-2 Legnano-Verona 1-2 27 mag.
15 gen. 0-1 Messina-Catania 0-2
1-0 Palermo-Livorno 3-2 26 mag.
1-2 Parma-Como 1-4 27 mag.
3-0 Simmenthal Monza-Marzotto 4-1
0-0 Taranto-Alessandria 1-4
3-2 Udinese-Modena 3-0
Andata (16ª) Sedicesima giornata Ritorno (33ª)
22 gen. 0-0 Alessandria-Modena 1-4 3 giu.
3-1 Bari-Parma 1-1
0-2 Brescia-Simmenthal Monza 1-4
1-0 Cagliari-Legnano 3-2
1-1 Catania-Palermo 3-3
2-0 Livorno-Taranto 1-5
21 gen. 0-0 Marzotto-Como 0-2
22 gen. 2-1 Salernitana-Messina 0-2
2-2 Verona-Udinese 2-3


Andata (17ª) Diciassettesima giornata Ritorno (34ª)
29 gen. 2-3 Bari-Catania 2-1 10 giu.
2-1 Como-Udinese 0-1
0-0 Legnano-Brescia 0-1
1-1 Modena-Marzotto 0-0
1-0 Palermo-Salernitana 0-5
1-3 Parma-Alessandria 0-4
1-0 Simmenthal Monza-Livorno 1-1
1-1 Taranto-Messina 0-2
1-0 Verona-Cagliari 0-2

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

  10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª
 
Alessandria 0 0 1 1 1 3 4 4 4 6 6 7 9 9 10 11 13 15 15 15 16 18 18 18 19 21 23 24 26 27 28 30 30 32
Bari 2 2 3 3 3 5 7 7 7 7 9 11 13 13 14 16 16 16 16 18 19 21 21 23 25 25 25 25 27 27 28 28 29 31
Brescia 0 0 1 3 4 5 5 7 7 9 11 13 14 14 16 16 17 19 19 21 22 24 24 25 26 27 27 27 29 30 31 32 32 34
Cagliari 2 4 5 7 9 9 9 11 13 14 15 16 16 17 18 20 20 20 20 22 24 24 25 27 28 29 31 32 32 32 34 36 38 40
Catania 2 4 5 5 7 9 10 11 13 15 15 16 17 19 21 22 24 24 24 24 26 26 27 29 31 32 32 33 35 36 37 39 40 40
Como 0 0 0 1 3 4 6 6 8 8 10 11 11 13 15 16 18 20 22 24 25 27 29 30 31 31 33 34 36 38 39 41 43 43
Legnano 0 0 2 4 6 8 10 11 11 13 14 14 15 15 16 16 17 19 20 20 21 22 24 26 26 28 28 29 29 29 30 30 30 30
Livorno 2 2 2 2 4 4 4 6 6 7 7 8 9 9 9 11 11 11 12 14 14 14 15 15 15 17 17 19 20 20 21 21 21 22
Marzotto 2 2 4 6 7 9 9 9 11 11 13 14 14 14 14 15 16 16 17 17 19 19 20 20 20 20 22 24 24 26 26 26 26 27
Messina 0 2 2 4 4 4 6 7 7 7 7 8 9 11 11 11 12 14 16 16 18 19 21 22 22 23 24 24 24 26 27 27 29 31
Modena 0 0 1 3 3 4 6 6 8 9 10 11 12 14 14 15 16 18 20 20 20 20 20 22 22 23 24 26 28 29 30 30 32 33
Palermo 2 4 6 6 7 9 11 13 15 17 18 19 19 21 23 24 26 28 29 29 30 32 33 35 37 39 40 41 42 43 44 46 47 47
Parma 0 2 4 4 4 6 6 8 10 10 11 12 14 15 15 15 15 17 18 18 18 20 21 21 22 22 24 25 25 27 27 27 28 28
Salernitana 0 0 0 0 0 0 0 0 1 2 2 3 4 6 6 8 8 10 10 11 11 11 11 11 12 12 12 13 14 15 16 17 17 19
Simmenthal Monza 2 4 4 6 6 6 8 9 9 10 12 13 15 16 18 20 22 22 24 26 26 28 30 30 32 33 34 35 36 36 38 40 42 43
Taranto 0 2 4 5 6 6 6 8 8 10 11 11 12 13 14 14 15 15 17 18 19 19 20 22 24 26 26 26 27 29 29 29 31 31
Udinese 2 4 6 8 10 11 13 14 16 17 19 21 21 23 25 26 26 26 28 30 31 31 33 33 35 35 37 38 39 41 43 45 47 49
Verona 2 4 4 4 6 6 6 7 8 8 8 8 10 10 11 12 14 14 15 17 19 21 22 23 23 25 27 29 29 29 30 32 32 32

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Andata Ritorno
Palermo 26 Como 23
Udinese 26 Simmenthal Monza 23
Catania 24 Udinese 23
Cagliari 20 Palermo 21
Como 20 Cagliari 20
Simmenthal Monza 20 Alessandria 19
Brescia 17 Messina 19
Legnano 17 Verona 18
Bari 16 Brescia 17
Marzotto 16 Modena 17
Modena 16 Catania 16
Parma 15 Taranto 16
Taranto 15 Bari 15
Verona 14 Legnano 13
Alessandria 13 Parma 13
Messina 12 Livorno 11
Livorno 11 Marzotto 11
Salernitana 8 Salernitana 11

Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica wikitesto]

In casa In trasferta
Udinese 34 Palermo 18
Como 30 Simmenthal Monza 17
Palermo 29 Udinese 15
Cagliari 28 Catania 13
Catania 27 Como 13
Simmenthal Monza 26 Bari 12
Taranto 24 Cagliari 12
Verona 24 Brescia 11
Brescia 23 Modena 11
Messina 23 Alessandria 10
Alessandria 22 Legnano 8
Legnano 22 Messina 8
Modena 22 Parma 8
Livorno 21 Verona 8
Marzotto 21 Taranto 7
Parma 20 Marzotto 6
Bari 19 Salernitana 6
Salernitana 13 Livorno 1

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Record

  • Maggior numero di vittorie: Udinese (21)
  • Minor numero di sconfitte: Palermo (4)
  • Miglior attacco: Udinese (66 reti fatte)
  • Miglior difesa: Catania (28 reti subite)
  • Miglior differenza reti: Udinese (+25)
  • Maggior numero di pareggi: Modena e Palermo (13)
  • Minor numero di vittorie: Salernitana (4)
  • Maggior numero di sconfitte: Livorno e Salernitana (19)
  • Peggiore attacco: Marzotto e Salernitana (30 reti fatte)
  • Peggior difesa: Livorno (64 reti subite)
  • Peggior differenza reti: Livorno e Salernitana (-27)
  • Partita con più reti: Messina-Cagliari 7-4 (18ª giornata)
  • Miglior serie positiva: Palermo (13 gare, dalla 21ª alla 33ª giornata)

Capolista solitarie

  • dalla 4ª alla 9ª giornata: Udinese
  • dall'11ª alla 16ª giornata: Udinese
  • 18ª e 19ª giornata: Palermo
  • 20ª e 21ª giornata: Udinese
  • 22ª giornata: Palermo
  • dalla 24ª alla 32ª giornata: Palermo
  • 34ª giornata: Udinese

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del campionato furono segnati complessivamente 756 gol (di cui 25 su autorete) da 170 diversi giocatori, per una media di 2,47 gol a partita. Di seguito, la classifica dei marcatori[13].

Reti Rig. Calciatore Squadra
23 1 Italia Aurelio Milani Simmenthal Monza
22 Italia Giuseppe Secchi Udinese
16 Italia Tullio Ghersetich Cagliari
15 4 Italia Eros Baccalini Bari
15 Norvegia Per Bredesen Udinese
14 Italia Paolo Bettolini Legnano
Reti Rig. Calciatore Squadra
14 Italia Luigi Bretti Bari
14 Italia Sebastiano Buzzin Verona
13 3 Italia Paolo Erba Parma
12 3 Italia Giorgio Barbolini Modena
12 Italia Severino Lojodice Simmenthal Monza
11 4 giocatori

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guido Guidi, Retrocedono l'Udinese ed il Catania, da La Stampa, 206 (XI), 31 agosto 1955, p. 4
  2. ^ a b Gianni Pignata, Alessandria squadra-sorpresa dell'appassionante torneo di B, da Stampa Sera, 220 (IX), 16 settembre 1955, p. 5
  3. ^ a b c d e f Ezio De Cesari, Udinese e Catania supervedette della Serie B, da Corriere dello Sport, 219 (XXXVI), 14 settembre 1955, pp. 1, 3
  4. ^ Fabio Pirona, Dai terreni di Monza e Cagliari nuova linfa per Palermo e Catania, da Corriere dello Sport, 308 (XXXVI), 28 dicembre 1955, pp. 1, 3
  5. ^ a b c d e Ezio De Cesari, L'anti-Udinese adesso è il Cagliari, da Corriere dello Sport, 242 (XXXVI), 11 ottobre 1955, p. 3
  6. ^ a b Ezio De Cesari, Fermata anche l'Udinese, da Corriere dello Sport, 254 (XXXVI), 25 ottobre 1955, p. 3
  7. ^ Gianni Pignata, L'Udinese, da un anno senza sconfitte, cede a Monza contro il Simmenthal, da Stampa Sera, 1 (X), 2 gennaio 1956, p. 4
  8. ^ a b Ezio De Cesari, Il Palermo meglio di chiunque, il Catania come l'Udinese, da Corriere dello Sport, 26 (XXXVII), 31 gennaio 1956, p. 3
  9. ^ a b Ezio De Cesari, Il divismo dell'Udinese e l'orgoglio del Palermo, da Corriere dello Sport, 74 (XXXVII), 27 marzo 1956, pp. 1-4
  10. ^ Ezio De Cesari, Il Palermo non sperava tanto!, da Corriere dello Sport, 86 (XXXVII), 10 aprile 1956, pp. 1-4
  11. ^ a b c Ezio De Cesari, Il Palermo ha... lasciato, da Corriere dello Sport, 137 (XXXVII), 12 giugno 1956, p. 3
  12. ^ a b Ezio De Cesari, La legge del Cagliari è uguale per tutti, da Corriere dello Sport, 80 (XXXVII), 3 aprile 1956, pp. 1-3
  13. ^ a b Statistiche e curiosità del campionato di Serie B, da Corriere dello Sport, 139 (XXXVII), 14 giugno 1956, p. 3
  14. ^ Ezio De Cesari, Dall'Ardenza un doppio verdetto, da Corriere dello Sport, 125 (XXXVII), 29 maggio 1956, pp. 1, 3
  15. ^ Ezio De Cesari, Il grande giorno della Salernitana, da Corriere dello Sport, 104 (XXXVII), 1º maggio 1956, pp. 1-3
  16. ^ Serie B e Serie C: protagonisti e comprimari, da Corriere dello Sport, 219 (XXXVI), 14 settembre 1955, p. 3
  17. ^ Luigi Allemandi direttore tecnico dell'Alessandria, da Corriere dello Sport, 244 (XXXVI), 13 ottobre 1955, p. 3
  18. ^ L'ex granata Mario Sperone all'Alessandria, da La Stampa, 247 (-), 18 ottobre 1955, p. 4
  19. ^ Grandi provvisoriamente allenatore del Modena, da Corriere dello Sport, 267 (XXXVI), 9 novembre 1955, p. 3
  20. ^ Ezio De Cesari, Un motivo d'orgoglio per Cagliari e Catania, da Corriere dello Sport, 102 (XXXVII), 28 aprile 1956, pp. 1, 3
  21. ^ Simoncello allenatore della "prima" del Marzotto, da Corriere dello Sport, 85 (XXXVII), 9 aprile 1956, p. 2
  22. ^ Dimissionario Allasio da allenatore del Verona, da Corriere dello Sport, 303 (XXXVI), 21 dicembre 1955, p. 4

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mimma Caligaris. Grig100. Un secolo di Alessandria in cento partite. Alessandria, Il Piccolo, 2012.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio - La storia 1898-2004. Modena, Panini, 2004.
  • Corriere dello Sport, annate 1956 e 1957.
  • La Stampa, annate 1956 e 1957.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]