Luciano Lupi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luciano Lupi
Luciano Lupi.jpg
Luciano Lupi con la maglia del Legnano
Dati biografici
Nome Giuseppe Luciano Lupi
Nazionalità bandiera Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex mediano)
Carriera
Squadre di club1
1942-1943 Genova 1893 Genova 1893 1 (0)
1945-1946 Rapallo Rapallo  ? (?)
1946-1957 Legnano Legnano 317 (8)[1]
1957-1958 Sestrese Sestrese  ? (?)
Carriera da allenatore
1961-1963 Legnano Legnano
1963-1964 Pro Patria Pro Patria
1964-1967 Legnano Legnano
1967-1969 Catanzaro Catanzaro
1969-1970 Lecco Lecco
1971-1972 Frosinone Frosinone
1973-1974 Legnano Legnano
1975-1976 Venezia Venezia
1987 Italia Italia U-20
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 marzo 2009

Giuseppe Luciano Lupi (Sestri Ponente, 29 gennaio 1923) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, attivo come mediano negli anni quaranta e cinquanta.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

Lupi esordì in Serie A il 31 gennaio 1943, nella sconfitta esterna per 4-1 del Genova 1893 contro il Venezia.[2] I liguri chiusero la stagione al quinto posto.

Dopo un breve passaggio al Rapallo Ruentes, Lupi ha legato il suo nome alle migliori stagioni del Legnano, negli anni dell'immediato secondo dopoguerra. Milita infatti nella compagine lombarda per 11 stagioni ottenendo 2 promozioni in massima serie (nel 1950-51 e nel 1952-53, e disputando due stagioni in A, entrambe concluse dalla squadra lilla all'ultimo posto.

Con 66 apparizioni in Serie A, è il giocatore lilla più presente in massima serie: ha inoltre collezionato 251 presenze e 7 reti in Serie B

Ha concluso l'avventura nei lilla al termine della stagione 1956-57, l'ultimo finora disputato dai lombardi fra i cadetti.

Chiuse la carriera agonistica in Liguria, alla Sestrese, retrocedendo nel Campionato Nazionale Dilettanti al termine della stagione 1957-1958.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Cessata l'attività agonistica ha intrapreso quella di allenatore, guidando fra l'altro il Legnano (in serie C), ma anche i rivali della Pro Patria, il Catanzaro in Serie B.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Serie B 1947-1948 xoomer.virgilio.it
  2. ^ Dizionario illustrato dei giocatori genoani, pag.139

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]