Associazione Calcio Nuova Valdagno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nuova Valdagno
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bianco-Azzurro
Dati societari
Città Valdagno (VI)
Paese Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Eccellenza
Fondazione 1926
Rifondazione 2005
Scioglimento 2012
Presidente Enzo Urbani
Stadio Stadio dei Fiori
(6.000 posti)
Sito web www.nuovavaldagno.it
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'Associazione Calcio Valdagno, ora Real Valdagno, è la principale società calcistica della città di Valdagno (VI), seppur attualmente non partecipi ad alcun campionato come prima squadra. La società è comunque attiva a livello di settore giovanile e scolastico, rappresentando il principale vivaio calcistico della città.

Visse il suo periodo di massima popolarità nel corso degli anni cinquanta, quando militò in Serie B con il nome di A.C. Marzotto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il calcio a Valdagno nacque nel 1926 nell'ambito del Lanificio Marzotto, che ha sede nella cittadina veneta, e della politica dell'OND; il nome del club era Dopolavoro Aziendale Marzotto (DAM) Valdagno. Fino al 1935, anno della prima promozione in Serie C, partecipò a campionati regionali.

Il DAM Valdagno mantenne la Serie C fino a dopo la guerra: nel 1946 assunse il nome di Associazione Calcio Marzotto e, nella difficile stagione 1948 giunse seconda, mantenendo la categoria nonostante la radicale riforma del campionato.

Lo Stadio dei Fiori di Valdagno

Vincendo la Serie C 1950-51 dopo uno spareggio contro il Palazzolo, il Marzotto approdò in Serie B: sulla panchina venne chiamato l'ex-allenatore della Juventus Jesse Carver, che riuscì nell'impresa salvando la squadra all'ultima giornata (Serie B 1951-52). Nel 1954 la squadra fu addirittura la prima della provincia e dell'intero Veneto: fu un quinto posto, davanti al Vicenza, sesto.

Nel 1961, poche stagioni dopo aver toccato l'apice della sua storia (quarto posto nel 1958, con Biagioli capocannoniere), il Marzotto precipitò in Serie C all'ultimo posto.

Nonostante l'arrivo di Čestmír Vycpálek alla guida della squadra, il Marzotto non vedrà più la Serie B: la sfiorerà solamente, nel 1966, campionato combattutissimo. Per quello che era praticamente uno spareggio alla terzultima giornata, allo Stadio dei Fiori, Fausto Gadolla, presidente del Savona poi promosso in Serie B, morì per infarto.

Nel 1970 il Valdagno retrocesse in Serie D e cambiò il nome in "A.C. Valdagno" (ma il marchio del lanificio restò sulle maglie fino al 1998), prima di cadere, due anni dopo, in Interregionale. Negli ultimi anni la squadra, dopo aver ceduto nel 1998 i diritti sportivi al Thiene (dando vita alla Associazione Calcio Thienevaldagno), è stata rifondata come Associazione Calcio Nuova Valdagno. Nel 2009 ha conquistato la storica promozione al campionato di Eccellenza sotto la presidenza di Riccardo Quacquarelli. Nella stagione successiva, dopo il passaggio della presidenza a Paolo Maule nel novembre 2009, è ritornata nel campionato di Promozione. Dal 21 settembre 2011 l'avvocato Enzo Urbani è divenuto il nuovo presidente.

Il 25 aprile 2012, con tre giornate d'anticipo, il Valdagno torna in Eccellenza vincendo il girone A della Promozione veneta.

A meno due mesi di distanza dalla vittoria in campionato, il Valdagno annuncia la fusione con il Grancona per dare origine al Boca d'Ascesa Val Liona, che disputerà il campionato di Eccellenza.

Nell'estate del 2012, a Valdagno, al contempo, nasce una nuova società, fondata sull'unione tra le forze delle vecchie società A.S.D. Trissino e A.C. Nuova Valdagno, che disputerà il campionato di Serie D 2012-2013 con il nome di A.C.D. Trissino-Valdagno presso lo Stadio dei Fiori di Valdagno.

L'esordio in Serie D per la nuova compagine avviene il 2 settembre 2012, con Trissino-Valdagno contro Delta Porto Tolle finita 2 a 1.

Dal 2012 il Real Valdagno continua l'attività calcistica a livello di settore giovanile e scolastico. I ragazzi valdagnesi continuano ad indossare le storiche casacche biancoazzurre e la società è tra i promotori del museo della storia calcistica a Valdagno.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Associazione Calcio Valdagno[1]
  • 1926 - Fondazione del Dopolavoro Aziendale Marzotto (DAM) Valdagno.
  • 1926-1928 - Partecipa a campionati ULIC
  • 1928-29 - 11º in II Divisione Nord nel girone D.
  • 1929-30 - 8º in II Divisione Nord nel girone D.

  • 1930-31: 5º in II Divisione nel girone Veneto.
  • 1931-32: 3º in II Divisione nel girone Veneto.
  • 1932-33: 2º in II Divisione nel girone B ammesso alle finali del D.D.S. per la promozione in Prima Divisione.
  • 1933-34: Campione di II Divisione Regionale Veneto. Promosso in Prima Divisione DDS.
  • 1934-35: 7º in Prima Divisione nel girone A. Retrocesso in Prima Divisione Regionale.
  • 1935-36: 1º in Prima Divisione. Promosso in Serie C.
  • 1936-37: 6º nel girone A di serie C.
  • 1937-38: 10º nel girone A di serie C.
  • 1938-39: 5º nel girone A di serie C.
  • 1939-40: 3º nel girone A di serie C.

  • 1940-41: 6º nel girone A di serie C.
  • 1941-42: 9º nel girone A di serie C.
  • 1942-43: 11° nel girone B di serie C.
  • 1944: 4° nel Campionato Alta Italia girone B Veneto.
  • 1943-1945 - Campionati nazionali sospesi a causa della Seconda guerra mondiale.
  • 1945-46: 4° nel girone B di Serie C dell'Alta Italia. Assume il nome di Associazione Calcio Marzotto.
  • 1946-47: 3º nel girone G di Lega Nord di Serie C.
  • 1947-48: 2º nel girone G di Lega Nord di Serie C.
  • 1948-49: 12º nel girone B di Serie C.
  • 1949-50: 4º nel girone B di Serie C.


  • 1966-67: 12º nel girone A di serie C.
  • 1967-68: 12º nel girone A di serie C.
  • 1968-69: 17º nel girone A di serie C. Vince lo spareggio con la Cremonese (2-1).
  • 1969-70: 18º nel girone A di serie C. Retrocesso in Serie D.

  • 1970 - Assume il nome di A.C. Valdagno.
  • 1970-71: 15º nel girone D di serie D.
  • 1971-72: 17º nel girone D di serie D. Retrocesso in Promozione per differenza reti.
  • 1972-73: 16º in Promozione nel girone A. Retrocesso in Prima categoria.
  • 1973-1978 - in Prima categoria.
  • 1978-79: 1º in Promozione nel girone A. Promosso in Serie D.
  • 1979-80 - 9° nel girone D di Serie D.

  • 1980-81 - 4° nel girone D di Serie D.
  • 1981-82 - 6° nel girone C di Interregionale.
  • 1982-83 - 6° nel girone C di Interregionale.
  • 1983-84 - 8° nel girone C di Interregionale.
  • 1984-85 - 2° nel girone D di Interregionale. Perde lo spareggio promozione con il Giorgione (0-1).
  • 1985-86 - 3° nel girone C di Interregionale.
  • 1986-87 - 5° nel girone C di Interregionale.
  • 1987-88 - 2° nel girone B di Interregionale.
  • 1988-89 - 1° nel girone C di Interregionale. Promosso in Serie C2.
  • 1989-90 - 8° nel girone B di Serie C2.

  • 1990-91 - 6° nel girone B di Serie C2.
  • 1991-92 - 17° nel girone A di Serie C2. Retrocesso nel Campionato Nazionale Dilettanti dopo lo spareggio con il Cerveteri (1-2).
  • 1992-93 - 10° nel girone B del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1993-94 - 2° nel girone D del Campionato Nazionale Dilettanti. Ripescato in Serie C2 a completamento degli organici.
  • 1994-95 - 12° nel girone A di Serie C2.
  • 1995-96 - 12° nel girone A di Serie C2.
  • 1996-97 - 18° nel girone A di Serie C2. Retrocesso nel Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1997-98 - 11° nel girone C del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1998 - Cede i diritti sportivi al ThieneValdagno.

  • 2005-06 - 8° nel girone A di Promozione Veneta.
  • 2006-07 - 11° nel girone B di Promozione Veneta.
  • 2007-08 - 9° nel girone B di Promozione Veneta.
  • 2008-09 - 1° nel girone B di Promozione Veneta. Promosso in Eccellenza.
  • 2009-10 - 16° nel girone A di Eccellenza Veneto. Retrocesso in Promozione.

  • 2010-11 - 6° nel girone A di Promozione Veneta, in seguito allo spareggio per l'accesso ai play-off perso con il Raldon (0-1).
  • 2011-12 - 1º nel girone A di Promozione Veneta. Promosso in Eccellenza.
  • 2012 - Il sodalizio a fine campionato cede il titolo sportivo al Trissino fondando l'A.C.D. Trissino Valdagno.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Staff dell'area amministrativa
  • Italia Enzo Urbani - Presidente
  • Italia Paolo Maule - Vice Presidente
  • Italia Rodolfo Sagron - Vice Presidente
  • Italia Stefano Lora - Dirigente
  • Italia Carmelo Massignani - Dirigente
  • Italia Stefano Bertuso - Accompagnatore Sportivo
  • Italia Alfonso Stecco - Collaboratore

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Allenatori dell'A.C. Nuova Valdagno.

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Calciatori dell'A.C. Nuova Valdagno.

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione

B

10 1951-52 1960-61

C

29 1928-29 1996-97

D

17 1970-71 1997-98

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni precedenti la Seconda guerra mondiale vi era un'accesa rivalità fra Vicenza e Marzotto, che spesso si trovavano a incontrarsi nello stesso girone. Celebre fu la vittoria per 5-0 del Marzotto sui rivali biancorossi nel campionato del 1940: per ricordare l'evento fu addirittura battezzato "cinque a zero" un aperitivo che ancor oggi[quando?] si può bere in alcuni bar di Valdagno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Panini Edizioni Modena, Almanacco Illustrato del Calcio - La Storia 1898-2004, 2005.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio