Angelo Piccioli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il sovrintendente all'istruzione in Tripolitania, vedi Angelo Piccioli (sovrintendente).
Angelo Piccioli
Angelo Piccioli.JPG
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex calciatore)
Ritirato 1950 - giocatore
1975 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1937-1939 Ardens Ardens  ? (?)
1939-1940 Savona Savona 11 (5)
1940-1941 Parma Parma 3 (1)
1944 Atalanta Atalanta 12 (2)
1945-1946 Lecco Lecco 11 (4)
1946-1947 Perugia Perugia 24 (3)
1947-1950 Verona Verona 42 (9)
Carriera da allenatore
1949-1953 Verona Verona
1954-1958 Verona Verona
1959-1962 Lecco Lecco
1962 Reggiana Reggiana
1962-1968 Lecco Lecco
1969-1970 Chieti Chieti
1971-1974 Atalanta Atalanta Vice
1974-1975 Atalanta Atalanta
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Angelo Piccioli (Bergamo, 18 aprile 1920Bergamo, ...) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresce tra le file dell'Ardens Bergamo in Prima Divisione, per poi trasferirsi in Serie C a Savona prima e Parma poi. Coinvolto negli eventi bellici della seconda guerra mondiale, gioca nel 1944 il torneo di guerra tra le file dell'Atalanta, per disputare poi campionati di Serie B tra le file di Lecco, Perugia e Verona.

Angelo Piccioli.png

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ultimo anno di calciatore, subentra alla guida della sua squadra, il Verona, che giuderà per altri tre anni. Dopo un anno di inattività, nel 1954-1955 ritorna sulla panchina degli scaligeri che riporterà in Serie A due anni più tardi. L'annata successiva viene esonerato. Dopo un altro anno di inattività comincia il suo ciclo alla guida del Lecco, sulla cui panchina siederà per nove stagioni, impreziosite da due promozioni nel massimo campionato.

Va per una stagione a Chieti, in Serie C, per poi svolgere il compito di allenatore in seconda dell'Atalanta. Dopo tre anni subentra a Heriberto Herrera alla guida dei nerazzurri, guidandoli alla salvezza. Al termine della carriera di allenatore ricopre il ruolo di responsabile del settore giovanile atalantino.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Savona: 1939-1940

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Verona: 1956-1957
Lecco: 1959-1960, 1965-1966
Lecco: 1961

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]