Roccabascerana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roccabascerana
comune
Roccabascerana – Stemma Roccabascerana – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Avellino-Stemma.png Avellino
Amministrazione
Sindaco Saverio Russo (lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 41°01′00″N 14°43′00″E / 41.016667°N 14.716667°E41.016667; 14.716667 (Roccabascerana)Coordinate: 41°01′00″N 14°43′00″E / 41.016667°N 14.716667°E41.016667; 14.716667 (Roccabascerana)
Altitudine 430 m s.l.m.
Superficie 12 km²
Abitanti 2 374[1] (30-6-2011)
Densità 197,83 ab./km²
Frazioni Cassano Caudino, Squillani, Tufara Valle, Tuoro, Zolli
Comuni confinanti Apollosa (BN), Arpaise (BN), Ceppaloni (BN), Montesarchio (BN), Pannarano (BN), Pietrastornina, San Martino Valle Caudina
Altre informazioni
Cod. postale 83016
Prefisso 0825
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 064078
Cod. catastale H382
Targa AV
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti rocchesi
Patrono San Giorgio e san Leonardo
Giorno festivo 23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Roccabascerana
Sito istituzionale

Roccabascerana è un comune italiano di 2 374[1] abitanti della provincia di Avellino in Campania.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Posizionato nella regione storico-geografica dell'Irpinia. Il territorio di Roccabascerana è al confine tra le province di Avellino e Benevento. Il paese sorge a ridosso di una collina alle pendici appenniniche che dividono la Valle Caudina e la Valle del Sabato.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Roccabascerana era denominata nel Medioevo "Quascierana", in seguito "Rocca de Guasserana". Il toponimo trae origine dal termine germanico gwass che significa "vassallo".

Sotto la dominazione degli Svevi appartenne al normanno Giovanni Moscabruno capitano di re Manfredi. Con l'avvento di Carlo I d'Angiò la terra di Roccabascerana nel 1269 fu concessa a Ruggiero di Burson, milite francese e nel 1271 al figlio Riccardo di Burson.

Durante il regno della regina Giovanna il feudo pervenne ai Della Marra, a cui fu tolta nel 1464 dal re Ferrante I d'Aragona a seguito della ribellione di Antonio della Marra. Nel 1467 il feudo passò agli Sperone; nel 1482 ai Dentice e nel 1484 ai Brancaccio. Nel 1486 passò agli Spinelli che lo tennero sino al 1560 quando passò ai D'Aquino. Nel 1669 il feudo entrò nel possesso dei Capecelatro che nel 1712 lo vendettero ai Della Leonessa principi di Sepino e Duchi di S. Martino. Quest'ultimi lo tennero sino alla fine della feudalità nel 1806 [2].

Società[modifica | modifica sorgente]

Religione[modifica | modifica sorgente]

A Roccabascerana è attiva la sede principale in Italia dell’Assemblea di Yahweh del 7mo giorno.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Persone legate a Roccabascerana[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Il Roccabascerana calcio gioca in Terza Categoria di Avellino e disputa le partite casalinghe presso il campo sportivo "Nicola Pirone".

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Dal 2006 al 2011 è stato sindaco di Roccabascerana il dott. Vincenzo Testa, neurochirurgo, sostenuto da una compagine di centro-sinistra.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b ISTAT - Bilancio demografico mensile al 30-6-2011.
  2. ^ Ricca Erasmo, Istoria de' feudi del regno delle Due Sicilie di qua dal faro ..., v. IV, Napoli, 1869, p. 63.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Provincia di Avellino Portale Provincia di Avellino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Provincia di Avellino