Matt Harding

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Matthew "Matt" Harding (27 settembre 1976) è un designer di videogiochi statunitense, nonché una celebrità di internet conosciuto come Dancing Matt per i suoi video che lo ritraggono davanti a famosi monumenti di svariate località del mondo.

Harding ha ricevuto, grazie ai suoi originali viaggi, vasta copertura dai media e dalla stampa internazionale, e fu assunto dalla Visa come promotore della campagna Travel Happy.

Matt è nato a Westport, Connecticut. Cominciò la sua carriera del mondo dei videogiochi per una società specializzata chiamata Cutting Edge Ententainment. In seguito lavorò come editore per GameWeek Magazine a Wilton, Connecticut, e più tardi anche software developer per Activision a Santa Monica, California e poi a Brisbane, Australia.

Harding disse che una sorta di atteggiamento sarcastico sulla popolarità dei giochi shoot'em up portò la Pandemic Studios a sviluppare il gioco Destroy All Humans!, grazie al quale ottenne un certo consenso. Dopo aver affermato: "non voglio passare due anni della mia vita a sviluppare un gioco che parla di uccidere tutti", diede le dimissioni e incominciò a viaggiare, iniziando la conduzione del suo primo video.

L'11 dicembre 2008 rivelò ironicamente a Entertainment Gathering che il video era un bufala, che lui era un attore e non un game designer, e che il video era stato fatto per mezzo di pupazzi meccanici e un intenso lavoro di video editing. Un mese dopo, durante una MacWorld Convention, Matt rivelò la "bufala della bufala" scherzando sulla gente che lo aveva preso sul serio e sulla rabbia che ne conseguì. Mise in chiaro, inoltre, che i video erano veri e autentici al 100%.

Where the Hell is Matt?[modifica | modifica wikitesto]

Matt era conosciuto dai suoi amici per avere un modo particolare di ballare, e durante un filmato in Vietnam, i compagni di viaggio suggerirono di aggiungere la danza. I video furono caricati sulla sua pagina personale per divertire la famiglia e gli amici. Più tardi, Harding mise insieme 15 scene di questa danza, sempre con lui al centro della ripresa, e con sottofondo la musica Sweet Lullaby, dei Deep Forest. La canzone originale comprende dei frammenti di una lingua delle Isole Salomone, che venne registrata nel 1971 da un etnomusicologo francese alle isole Salomone vicino alla Papua Nuova Guinea. La canzone, Rorogwela, era cantata da una donna il cui nome era Afunakwa. In relazione al video Where the Hell is Afunakwa by Matt Harding, Afunakwa morì nel 1998.

Il video venne passato da e-mail a e-mail, e alla fine divenne "virale", con i server che caricavano 20.000 video al giorno dal momento in cui venne scoperto, in tutti i paesi, prima che divenissero popolari i siti di condivisione dei video.

Harding creò un secondo video nel 2006, con ulteriori scene da viaggi compiuti successivamente, che venne chiamato Dancing 2006. Su richiesta della Stride, una compagnia di gomme da masticare, ricevette il primo sponsor, dal momento che fece sempre i suoi video con un budget limitato.

Ora i video sono visibili su YouTube, Google Video, Vimeo e sul suo sito internet [1] Il suo video è stato visto 40.126.031 volte su Youtube al 16 novembre 2011, e il canale Youtube di Harding è alla posizione #83 Registi più visti di sempre al 31 marzo 2009. Harding rilasciò il suo terzo video il 20 giugno 2008 ed è il prodotto di 14 mesi di viaggi in 42 paesi del mondo. La musica di sottofondo è Praan di Gary Schyman e cantata da Palbasha Siddique, con testi adattati dal poema Steam of Life, una parte di Gitanjali di Rabindranath Tagore.

AHarding è rappresentato dalla Creative Artists Agency.

Apparizioni televisive[modifica | modifica wikitesto]

I video di Matt sono apparsi in teshow televisivi inclusi:

Matt fu infastidito dal programma Good Morning America l'8 settembre del 2005, a causa della copertura del servizio su Hurricane Katrina, ma apparve il 31 maggio 2005, fuori gli studi GMA in Times Square con i suoi video trasmessi sul Panasonic Astro Vision (il maxi schermo diOne Times Square).

Nel Novembre 2006, Matt fu invitato ad una lezione nel Champlain College a Burlington, Vermont per parlare delle sue esperienze durante le riprese del video e la successiva famaquent fame, si fece anche filmare mentre ballava con gli studenti del college.

Nel 2007, Jawed Karim, uno dei fondatori di YouTube, affermò che il video di Matt è il suo video preferito pubblicato su Youtube.

Il 22 luglio del 2008,la NASA pubblicò in primo piano il terzo video di Matt sul suo APOD (Foto Astronomica Del Giorno) sito web, intitolato "La gente felice che balla sul pianeta terra", precisando che tutti gli esseri umani sono accomunati da un amore per il ballo. Il sito web affermò che poche persone sono in grado di guardare quel video senza sorridere. Matt stesso fu impressionato dall'avvenuto, sorpreso dal fatto che il video non c'entra niente con l'astronomia , ed è un video e non una foto.

Nel novembre 2008, Matt ed il cantante dei Palbasha furono intervistati da KFAI radio nel Minnesota, raccontando una storia su come trovare il musicista.

Video[modifica | modifica wikitesto]

Primo video[modifica | modifica wikitesto]

  1. Cina Pechino, Cina.
  2. Vietnam Hanoi, Vietnam.
  3. India Delhi, India.
  4. Russia Mosca, Russia.
  5. Thailandia Bangkok, Thailandia.
  6. India Agra, India.
  7. Cecoslovacchia Praga, Repubblica Ceca.
  8. Cambogia Angkor Wat, Cambogia
  9. India Giungla del Bengala, India.
  10. Stati Uniti Los Angeles, Stati Uniti.
  11. Mongolia Sühbaatar, Mongolia.
  12. Tanzania Vetta del Kilimangiaro, Tanzania.
  13. Russia Siberia, Russia.
  14. Messico Monte Albán, Messico.
  15. Kenya Tsavo, Kenya.
  16. Uganda Foresta impenetrabile, Uganda.
  17. Birmania Yangon, Birmania.
  18. Stati Uniti Westport, Stati Uniti.
  19. Stati Uniti Seattle, Stati Uniti.
  20. Stati Uniti New York City, Stati Uniti.

Secondo video[modifica | modifica wikitesto]

  1. Bolivia Salar de Uyuni, Bolivia.
  2. Giordania Petra, Giordania.
  3. Perù Machu Picchu, Perù.
  4. Italia Venezia, Italia.
  5. Giappone Tokyo, Giappone.
  6. Ecuador Isole Galapagos, Ecuador.
  7. Australia Brisbane, Australia.
  8. Laos Luang Prabang, Laos.
  9. Brunei Bandar Seri Begawan, Brunei.
  10. Stati Uniti Area 51, Nevada.
  11. Guatemala Tikal, Guatemala.
  12. Belize Half Moon Caye, Belize.
  13. Namibia Sossusvlei, Namibia.
  14. Nuova Zelanda Valle di Routeburn, Nuova Zelanda.
  15. Stati Uniti Monument Valley, Arizona.
  16. Antartide Isole Shetland Meridionali.
  17. Micronesia Chuuk, Micronesia.
  18. Regno Unito Londra, Regno Unito.
  19. Stati Uniti Very Large Array, Nuovo Messico.
  20. Egitto Abu Simbel, Egitto.
  21. Cile Isola di Pasqua, Cile.
  22. Francia Stazione TGV Haute-Picardie, Francia.
  23. Cina Mutianyu, Cina.
  24. Stati Uniti New York, Stati Uniti.
  25. Turchia Efeso, Turchia.
  26. Guam Guam.
  27. Botswana Riserva Naturale Mokolodi, Botswana.
  28. Germania Berlino, Germania.
  29. Australia Sydney, Australia.
  30. Emirati Arabi Uniti Dubai, Emirati Arabi Uniti.
  31. Palau Isole Chelbacheb, Palau.
  32. Ruanda Mulindi, Ruanda.
  33. Antartide Baia di Neko, Antartide.
  34. Norvegia Kjeragbolten, Norvegia.
  35. Stati Uniti San Francisco, Stati Uniti.
  36. Stati Uniti Seattle, Stati Uniti.

Terzo video[modifica | modifica wikitesto]

  1. India Mumbai, India
  2. Bhutan Paro, Bhutan
  3. Regno Unito Giant's Causeway, Regno Unito
  4. Zanzibar Stone Town, Zanzibar
  5. Australia Lancelin, Australia
  6. Paesi Bassi Lisse, Netherlands
  7. Australia Isola del Natale, Australia
  8. Kuwait Madinat al-Kuwait, Kuwait
  9. Messico Teotihuacán, Messico
  10. Islanda Seljalandsfoss, Islanda
    1. (Sequenza veloce di scene in cui si uniscono al ballo altre persone) Irlanda Dublino, Irlanda
    2. Stati Uniti Boston, Stati Uniti
    3. Canada Toronto, Canada
    4. Belgio Atomium, Bruxelles, Belgio
    5. Portogallo Praça do Comércio, Lisbona, Portogallo
    6. Canada Vancouver, Canada
    7. Francia Parigi, Francia
    8. Stati Uniti San Francisco, Stati Uniti
    9. Australia Melbourne, Australia
    10. Stati Uniti Washington DC, Stati Uniti
    11. Stati Uniti Chicago, Stati Uniti
  11. Spagna Madrid, Spagna
  12. Madagascar Antseranana, Madagascar
  13. Australia Brisbane, Australia
  14. Irlanda Dublino, Irlanda
  15. Argentina Buenos Aires, Argentina
  16. Zambia Chakachino, Zambia
  17. Turchia Istanbul, Turchia
  18. Figi Wainivilase, Figi
  19. Regno Unito Londra, Regno Unito
  20. Svezia Stoccolma, Svezia
  21. Isole Salomone Auki, Isole Salomone
  22. Yemen Sana'a, Yemen
  23. Kirghizistan Ala Archa Gorge, Kyrgyzstan
  24. Filippine Tagaytay, Filippine
  25. Corea del Sud

Corea del Nord Zona demilitarizzata coreana

  1. Mali Timbuktu, Mali
  2. Polonia Varsavia, Polonia
  3. Stati Uniti Austin, Stati Uniti
  4. Giappone Tokyo, Giappone
  5. Papua Nuova Guinea Poria, Papua Nuova Guinea
  6. Stati Uniti Miami, Stati Uniti
  7. Germania Monaco di Baviera, Germania
  8. Tonga Tongatapu, Tonga
  9. Stati Uniti Chicago, Stati Uniti
  10. Bhutan Thimphu, Bhutan
  11. India Gurgaon, India
  12. Australia Sydney, Australia
  13. Portogallo Lisbona, Portogallo
  14. Corea del Sud Seul, Corea del Sud
  15. Sudafrica Soweto, Sudafrica
  16. Stati Uniti New York, Stati Uniti.
  17. Giappone Tokyo, Giappone
  18. Tonga Vava'u, Tonga
  19. Sudafrica Capo di Buona Speranza, Sudafrica
  20. Panamá Canale di Panama, Panamá
  21. Giordania Wadi Rum, Giordania
  22. Madagascar Lemur Island, Madagascar
  23. Nuova Zelanda Auckland, Nuova Zelanda
  24. Marocco Batik, Marocco
  25. Paesi Bassi Amsterdam, Paesi Bassi
  26. Stati Uniti Atlanta, Stati Uniti
  27. Messico Città del Messico, Messico
  28. Belgio Brussels, Belgio
  29. Stati Uniti San Francisco, Stati Uniti
  30. Taiwan Taipei, Taiwan
  31. Canada Vancouver, Canada
  32. Stati Uniti Washington DC, Stati Uniti.
  33. Brasile Rio de Janeiro, Brasile
  34. Germania Colonia, Germania
  35. Singapore Singapore
  36. Stati Uniti Alhambra (California), Stati Uniti
  37. Israele Tel Aviv, Israele
  38. Palestina Gerusalemme est, West Bank
  39. Francia Parigi, Francia
  40. Canada Montreal, Canada
  41. Stati Uniti Nellis Airspace, Stati Uniti
  42. Stati Uniti Los Angeles, Stati Uniti
  43. Brasile San Paolo, Brasile
  44. Stati Uniti Seattle, Stati Uniti

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 28646406