Chuuk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chuuk
stato federato
Chuuk State
Chuuk – Bandiera
Localizzazione
Stato Micronesia Micronesia
Amministrazione
Capoluogo Weno
Governatore Wesley W. Simina
Territorio
Coordinate
del capoluogo
7°27′N 151°51′E / 7.45°N 151.85°E7.45; 151.85 (Chuuk)Coordinate: 7°27′N 151°51′E / 7.45°N 151.85°E7.45; 151.85 (Chuuk)
Superficie 116,2 km²
Abitanti 53 342 (2008)
Densità 459,05 ab./km²
Distretti 5
Municipalità 39
Altre informazioni
Lingue chuukese e inglese[1]
Fuso orario UTC+10
ISO 3166-2 FM-TRK
Cartografia

Chuuk – Localizzazione

Lo Stato di Chuuk (fino al 1990 Truk) è uno degli Stati Federati di Micronesia. Posto fra Yap e Pohnpei comprende numerose isole dell'arcipelago delle Caroline. Nella lingua chuukese, Chuuk significa montagna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Non si conosce con esattezza quando le varie isole siano state popolate ma certamente, da rinvenimenti archeologici, sono abitate da circa 2000 anni. Come parte del territorio coloniale delle isole Caroline, Chuuk ha fatto parte delle Indie orientali spagnole, dell'Impero coloniale tedesco e dell'Impero giapponese. Durante la seconda guerra mondiale fu la principale base dell'impero giapponese nel sud Pacifico. Nel 1944, a seguito dell'operazione Hailstone, l'esercito degli Stati Uniti d'America distrusse numerose unità militare nipponiche. Con la sconfitta dell'impero giapponese, il territorio di Chuuk fece parte, (insieme alle altre isole Caroline, Marshall e Marianne), del Territorio fiduciario delle Isole del Pacifico dal 1947 al 1990, anno dell'indipendenza.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio ha una superficie di 116,2 km² ed è composto, geograficamente, dalle isole Chuuk (Faichuk e Nomoneas, e atollo Neoch), dalle isole Mortlocks (Satowan, Lukunoch, Ettal, Namoluk) dalle isole Hall (Nomwin, Murilo) e dalle isole Pattiw (Pollap, Polowat, Houk) e dall' atollo Namonuito.

Popolazione[modifica | modifica wikitesto]

Bombardamenti aerei durante l'operazione Hailstone del 1944

Densità: 459,1 per km²

Etnie[modifica | modifica wikitesto]

  • Chuukesi,
  • Asiatici,
  • Altri

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Cattolici, protestanti, altre.

Lingue[modifica | modifica wikitesto]

Le lingue ufficiali sono il chuukese e l'inglese.[1].

Ordinamento dello stato[modifica | modifica wikitesto]

Isole Chuuk viste dal satellite

Suddivisioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Lo stato è suddiviso in cinque distretti, corrispondenti agli omonimi arcipelaghi, che a loro volta sono composti da trentanove municipalità.

Distretti[modifica | modifica wikitesto]

Municipalità[modifica | modifica wikitesto]

Istituzioni[modifica | modifica wikitesto]

In base alla Costituzione, Chuuk è governato da due organismi: il Senato, composto da dieci membri (senatori), e la Camera dei Rappresentanti composta da ventotto membri (rappresentanti).

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Relitto bellico affondato nella laguna

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Tradizioni[modifica | modifica wikitesto]

Festività[modifica | modifica wikitesto]

Le festività dello Stato di Chuuk sono nove[2].

Feste Nazionali
Festa Nome Note
1 gennaio Anno nuovo
Venerdì Santo
Pasqua
10 maggio Giorno degli FSM Anniversario della Costituzione
23 settembre Giorno della liberazione di Chuuk
1 ottobre Giorno della Costituzione di Chuuk
24 ottobre Giorno delle Nazioni Unite
Giorno del Ringraziamento
25 dicembre Natale

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Chuuk Constitution Article XI. URL consultato il 12-12-2012.
  2. ^ Events - Pohnpei Visitors Center

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Micronesia: Briciole di paradiso di Tommaso della Francesca in rivista Diario di bordo Percorsi editrice Febbraio 2004.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]