Kjeragbolten

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un ragazzo sul Kjeragbolten, Lysefjorden

Il Kjeragbolten è un grosso masso cuneiforme incastrato in un crepaccio nelle montagne di Kjerag in Norvegia. Viene anche chiamato Kjerag Boulder o Bullone.[1] Al di sotto del masso, mille metri più sotto, scorre il Lysefjorden.

Il sito, molto famoso tra i viaggiatori di tutto il mondo – comparso anche in uno dei video di Matt Harding – è meta di molti base jumper. Tra di loro è morto l’italiano Valentino Venturi (30), da Bussolengo (VR), il 5 agosto 2000.

Il Kjeragbolten si raggiunge in qualche ora partendo da Stavanger e puntando verso Lysebotn che è la punta (botn) del fiordo. Da lì parte una stretta strada che si arrampica attraverso i mille metri di dislivello grazie a ben 27 tornanti. Una volta in cima inizia una camminata di circa 10 km che porterà al celebre masso. In alternativa una strada più corta prevede l'ascesa di tre picchi, sull'ultimo del quale si trova il masso, partendo da un'altezza intermedia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ In bilico sull'abisso in Corriere della Sera, 12 gennaio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Norvegia Portale Norvegia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Norvegia