Ivan T. Sanderson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ivan Terence Sanderson (Edimburgo, 30 gennaio 1911New Jersey, 19 febbraio 1973) è stato un naturalista e scrittore britannico naturalizzato statunitense.

Si sposò due volte, e divenne cittadino statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Condusse alcune spedizioni in aree tropicali negli anni trenta e conquistò una buona fama per i suoi scritti sulla natura e sui viaggi. In seguito si segnalò anche come scrittore di criptozoologia, specialmente sull'argomento dello Yeti, si occupò anche di ufologia ed extraterrestri. È l'ideatore del termine globster usato per definire grosse masse organiche di origine non identificata talvolta rinvenute sulle coste degli oceani.

Durante gli anni cinquanta e sessanta, articoli di Sanderson furono diffusamente pubblicati sulle pagine delle riviste popolari di avventura come True, Sports Afield e Argosy, e anche nelle testate di interesse generale come il The Saturday Evening Post. Morì di cancro negli Stati Uniti.

Eredità ed influenza culturale[modifica | modifica wikitesto]

Oggi Sanderson è ricordato soprattutto per due suoi principali scritti sulla natura: Animal Treasure (il resoconto di una spedizione nelle giungle dell'allora Africa Inglese Occidentale), e Caribbean Treasure (il racconto di una spedizione in varie isole caraibiche e della Guyana Inglese).

Entrambi sono resoconti ben scritti e umoristici di queste spedizioni scientifiche, e anticipano lavori successivi di scrittori-naturalisti come ad esempio Gerald Durrell.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Natura/Viaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Caribbean Treasure
  • Animal Treasure
  • How to know the American Mammals
  • Living Mammals of the World

Mistero/Ufologia[modifica | modifica wikitesto]

  • Abominable Snowmen: Legend Come to Life
  • Uninvited Visitors: A Biologist Looks At UFOs
  • Invisible Residents: The Reality of Underwater UFOs
  • Investigating the Unexplained
  • Things
  • More Things

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 55169654 LCCN: n50016612