Mutilazione del bestiame

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Col termine mutilazione del bestiame ci si riferisce a numerosi episodi di mutilazioni patite dal bestiame ad opera di ignoti in circostanze misteriose. Gli eventi si sono susseguiti negli Stati Uniti a partire dagli anni sessanta ovvero al ritrovamento di capi di bestiame rinvenuti morti con gravi mutilazioni mortali.

Tali mutilazioni rivestono caratteristiche di particolare interesse scientifico ed investigativo per il modo con cui si sono verificate, diventando oggetto d'indagine di diversi enti governativi statunitensi. L'esistenza del fenomeno è confermato dalle indagini, su 15 casi avvenuti in Nuovo Messico, da parte dell'ATF, del Forest Service e dell'FBI[1], le quali furono chiamate a indagare su ipotesi quali: culti satanici, UFO, predatori naturali ed altro, ma senza alcun apparente risultato. Dagli esami effettuati sulle carcasse è stato evidenziato che agli animali erano stati asportati, nella maggioranza dei casi, i genitali e le zone circostanti.

Ciò che lascia perplessi sono le modalità dell'asportazione, ovvero dalla precisione chirurgica delle incisioni, la "totale assenza di sangue sia nel corpo dell'animale sia nella zona circostante il rinvenimento della carcassa". Le ferite tramite le quali venivano asportati gli organi erano caratterizzate da taglio netto analogo a quello di un bisturi, e la sezione di tessuto interessata dalla ferita risultava cauterizzata. In molti casi la carcassa dell'animale presentava fratture multiple sul lato rivolto verso terra, questo ha fatto presupporre che gli animali fossero caduti da un'altezza elevata, come ad esempio da un elicottero.

Questo particolare però ha alimentato le teorie degli ufologi sul fatto che gli animali fossero stati rapiti da presunti alieni per poi essere uccisi e scaraventati al suolo. Mutilazioni del bestiame sono avvenute anche in Sudamerica, ma si ritiene che parte di esse si possano spiegare con l'azione di organizzazioni malavitose aventi lo scopo di intimidire gli allevatori[2]. L'ufologa Linda Moulton Howe è considerata la massima esperta mondiale di casi di mutilazione animale. Anche l'ufologo Nick Pope si è occupato dell'argomento.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) I documenti FBI riguardanti i casi di mutilazione del bestiame
  2. ^ Malini-Campaniolo, UFO. Il dizionario enciclopedico Giunti, Firenze, 2006

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Linda Moulton Howe (1980 1989), A Strange Harvest (Documentario)
  • Linda Moulton Howe (1993), Strange Harvests 1993 (Documentario)
  • Linda Moulton Howe (1989), Alien Harvest: Further Evidence Linking Animal Mutilations and Human Abductions to Alien Life Forms, Linda Moulton Howe Productions, ISBN 0-9620570-1-0
  • Fawcett Lawrence, Greenwood Barry (1993), UFO Coverup, Fireside, ISBN 0-671-76555-8
  • Fawcett Lawrence, Greenwood Barry (1984), Clear Intent, Prentice Hall, ISBN 0-13-136656-4
  • Clark Jerome (1996), The UFO Encyclopedia, Volume Three: High Strangeness, UFO's from 1960 through 1979, Detroit Omnigraphics, ISBN 1-55888-742-3
  • Jacobs David Michael (1975), The UFO Controversy In America, Indiana University Press, ISBN 0-253-19006-1
  • Saunders David R, Harkins R Roger (1969), UFO's? Yes! Where the Condon Committee Went Wrong, World Publishing, ASIN B00005X1J1
  • Summers Ian, Kagan Daniel (1984), Mute Evidence, Bantam, ISBN 0-553-23318-1

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]