Steven Greer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Steven Green (28 giugno 1955) è un ufologo statunitense noto in ambito ufologico quale fondatore delle associazioni private senza scopo di lucro CSETI e Disclosure Project.[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Greer è anche il fondatore di AERO (Advanced Energy Research Organization) e di "Orion Project".[2] Scopo di tali associazioni è la ricerca di fondi per studi sul moto perpetuo e altre soluzioni per energia gratuita, libera.[3]

Greer sostiene di essere in contatto diretto con gli extra-terrestri e afferma di avere coniato il termine "Incontri ravvicinati del quinto tipo" per descrivere incontri con gli extra-terrestri caratterizzati da comunicazioni mutuali.[4][5]

CSETI[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1990 Greer fonda l'associazione privata senza scopo di lucro chiamata Centro per gli Studi sull'Intelligenza Extraterrestre (CSETI, Center for Study of Extraterrestrial Intelligence)[6]. Con il tempo lo CSETI include la "CE-5 Initiative".

Disclosure Project[modifica | modifica wikitesto]

Tre anni dopo aver fondato lo CSETI, Greer fonda un'altra associazione, detta Disclosure Project, con l'obiettivo di produrre prove e testimonianze sui fenomeni UFO. Rimane celebre in ambito ufologico il convegno chiamato proprio "The Disclosure project", tenutosi il 9 maggio 2001 in Washington DC presso il National Press Club.

Tra i partecipanti (che dichiarano tutti, in chiusura dell'intervento, di essere pronti a testimoniare sotto giuramento davanti al congresso), si ricordano in ordine di apparizione:

  1. lo stesso Greer, moderatore, introdotto dall'attore John Cypher;
  2. John Callahan, Capo Divisione Incidenti e Investigazionni per la FAA in Washington, negli '80 (in pensione);[7][8].
  3. Charles Earl Brown, tenente colonnello in pensione della USAF;[9]
  4. Michael Smith, sergente USAF (1967-73), controllore radar;
  5. Enrique Kolbeck, Controllore del traffico aereo;
  6. Graham Bethune, pilota comandante della marina (US Navy) in pensione;[10]
  7. Dan Willis, US Navy, autorizzazione Top Secret di 14º livello;[11]
  8. Don Phillips, USAF e CIA;[12]
  9. Robert Salas, capitano USAF, ufficiale di lancio dei missili Minuteman, testimone dell'incidente di Malmstrom (Montana) del 16 marzo 1967;[13]
  10. Dwynne Amesson, USAF, ufficiale di comunicazioni elettroniche;[14]
  11. Harland Bentley, US Army;
  12. John Maynard, sergente in pensione della DIA (Defence Intelligence Agency) ;[15]
  13. Karl Wolf, sergente USAF, autorizzazione Crypto Top Secret a Langley, Virginia (min:8:25);
  14. Donna Hare, impiegata NASA (Philco Ford Aerospace, 1967-81);
  15. Larry Warren, USAF, ufficiale di sicurezza;
  16. George Filer III, maggiore USAF e pilota in pensione, che riporta, tra le altre cose, anche l'avvistamento di Teheran;[16]
  17. Clifford Stone, sergente di prima classe US Army, testimone di UFO Crash che dichiarò: "So che non siamo soli nell'Universo. So che l'assenza di evidenza non è evidenza di assenza. È evidenza che è stata negata al popolo americano. Sono qui davanti a voi ed al Dio Onnipotente, e vi dico questo: se il Congresso mi chiama a testimoniare in dettaglio ciò che so, sono qui oggi a dirvi che sarò pronto a farlo. I governi non devono mai mentire ai popoli, per nessuna ragione"; [17]
  18. Mark McCandlish, USAF;
  19. Daniel Sheehan, avvocato e consigliere generale del Disclosure Project, che racconta diversi fatti, tra cui la richiesta di Carter (allora presidente USA) a Bush Senior (allora direttore CIA) di informazioni sugli UFO, ma queste vennero negate;
  20. Dr. Carol Rosin, che racconta il suo incontro con Von Braun;

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Contact: Countdown to Transformation 2009. ISBN 9780967323831.
  • Hidden Truth - Forbidden Knowledge 2006. ISBN 0967323827.
  • Disclosure : Military and Government Witnesses Reveal the Greatest Secrets in Modern History 2001. ISBN 0967323819.
  • Extraterrestrial Contact: The Evidence and Implications 1999. ISBN 0967323800.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Disclosure Project web site
  2. ^ The Orion Project - About Us
  3. ^ Hydroxy Gas Energy Systems. URL consultato il 12 febbraio 2009.
  4. ^ Paul McCarthy, Close encounters of the fifth kind. (communicating with UFOs), Omni (magazine), 1º dicembre 1992. URL consultato il 12 maggio 2007 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2007).
  5. ^ CSETI - The CE-5 Initiative
  6. ^ Center for the Study of Extraterrestrial Intelligence (CSETI) Home Page
  7. ^ The Disclosure Project Conference parte 2 di 12, min.:5:10
  8. ^ intervento del 12 nov. 2007 al convegno "UFO Close Encounters" 8 di 11, min.:4:20
  9. ^ The Disclosure Project Conference parte 2 di 12, min.:9:50
  10. ^ The Disclosure Project Conference parte 4 di 12, min.:1:20
  11. ^ The Disclosure Project Conference parte 4 di 12, min.:4:18
  12. ^ The Disclosure Project Conference parte 4 di 12, min.:6:06
  13. ^ The Disclosure Project Conference parte 5 di 12, min.:3:26
  14. ^ The Disclosure Project Conference parte 5 di 12, min.:8:50
  15. ^ The Disclosure Project Conference parte 6 di 12, min.:6:00
  16. ^ The Disclosure Project Conference parte 7 di 12 min.:6:40
  17. ^ The Disclosure Project Conference parte 8 di 12 min.:1:00

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 84768565