Diavolo mietitore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il manifesto del "diavolo mietitore"

Il diavolo mietitore (The mowing devil) è il titolo di un manifesto inglese del 1678. Racconta di un ricco proprietario terriero che osò respingere la richiesta di aumento di ricompensa del bracciante che gli doveva mietere il campo. L'uomo imprecò per tutta risposta: "Che lo mieta il diavolo, allora!". "Accadde così che proprio quella notte il campo di avena iniziò a splendere come se fosse in fiamme, ma il mattino dopo si presentò mietuto alla perfezione".

"Non si sa se mietuto dal diavolo o da un altro demone: di certo non da un essere umano. Quando il padrone si avvicinò alle balle d'avena, non aveva più la forza né per sollevarli, né per portarle via".

L'illustrazione del manifesto raffigura un diavolo, con una falce in mano, circondato dalle spighe mietute ed adagiate a terra in vari cerchi concentrici. Talvolta questo pamphlet viene considerato la prima testimonianza del fenomeno dei cerchi nel grano, ma una più attenta analisi[1] ne esclude ogni correlazione. Si tratta infatti di un semplice libello volto a diffondere una morale fondata sulla dualità ricco-povero, come era in uso in all'epoca.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Speciale Crop Circles: The Mowing Devil

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura