Ibrahim Afellay

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ibrahim Afellay
Ibrahim Afellay Oranje.jpg
Dati biografici
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 180 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista, Ala
Squadra Olympiakos Olympiakos
Carriera
Giovanili
1996-2003 PSV PSV
Squadre di club1
2003-2011 PSV PSV 159 (36)
2011-2012 Barcellona Barcellona 20 (1)
2012-2013 Schalke 04 Schalke 04 10 (2)
2013-2014 Barcellona Barcellona 1 (0)
2014- Olympiakos Olympiakos 0 (0)
Nazionale
2007-2012 Paesi Bassi Paesi Bassi 44 (5)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Argento Sudafrica 2010
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 agosto 2014

Ibrahim Afellay (Utrecht, 2 aprile 1986) è un calciatore olandese, centrocampista o ala dell'Olympiakos, in prestito dal Barcellona. È di origini marocchine, berbero del Rif.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

I primi anni[modifica | modifica sorgente]

Afellay ha iniziato la sua carriera calcistica nel'USV Elinkwijk di Utrecht, è poi passato al PSV Eindhoven, con il quale ha debuttato il 4 febbraio 2004 a 17 anni in Coppa d'Olanda contro il NAC Breda. Il 14 febbraio ha debuttato in campionato contro il Twente. Nella stagione 2003-04 ha giocato tre partite ufficiali, e altre sette nella stagione 2004-05.

Afellay con il PSV

Il 15 maggio 2005 Afellay ha realizzato una doppietta contro il Feyenoord, dopo una grande prestazione.

Al PSV[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione 2005-2006 ha giocato lo Johan Cruijff-schaal. A causa della mancanza di DaMarcus Beasley e Mika Väyrynen ha sempre iniziato da titolare.

Il 13 settembre, Afellay ha fatto il suo debutto in Champions League contro lo Schalke 04, con una vittoria per 1-0. L'8 ottobre il Ct olandese Marco van Basten ha convocato per la prima volta Afellay in nazionale per le partite contro la Repubblica Ceca e la Macedonia, senza tuttavia farlo scendere in campo.

Nella stagione 2005-2006, dopo la partenza di giocatori importanti come centrocampisti Johann Vogel e Mark van Bommel, Afellay è cresciuto ed ha giocato in pianta stabile con la prima squadra, fino a diventarne il capitano nelle stagioni successive.

Barcellona[modifica | modifica sorgente]

Il 23 dicembre 2010 passa ai blaugrana con un contratto che lo lega al club campione di Spagna fino al 30 giugno del 2015, contenente una clausola di rescissione di 100 milioni di euro.[1][2] Esordisce con il Barcellona il 5 gennaio 2011 in Coppa del Re entrando nei minuti finali nella sfida contro l'Athletic Bilbao finita 1 a 1 risultato utile per i blaugrana che passano il turno.[3] Il primo gol in maglia blaugrana arriva in Coppa del Re contro l'Almeria, firmando il 0-3 definitivo e permettendo al Barça di accedere alla finalissima contro il Real Madrid. Nella semifinale di andata di Champions League contro il Real Madrid, sostituisce al 71' l'infortunato Pedro e fornisce a Messi l'assist per lo 0-1 (la partita terminerà 0-2). Segna il suo primo gol in campionato, al minuto 31 del secondo tempo con un destro angolato dal limite dell'area alla 38ª giornata nella partita vinta 3-1 contro l'Almeria. Un grave infortunio ai legamenti del ginocchio patito nel settembre del 2011 lo tiene lontano dai campi di gioco per sette mesi. Rientra in squadra verso la fine del campionato e si guadagna la convocazione per l'Europeo del 2012.[4]

Schalke 04[modifica | modifica sorgente]

Il 31 agosto 2012 lo Schalke 04 annuncia sul proprio sito ufficiale l'ingaggio del giocatore in prestito dal Barcellona. Il 6 ottobre seguente realizza la sua prima rete con la nuova maglia, nella vittoria casalinga per 3-0 contro il Wolfsburg. Le lesioni muscolari subite nel corso della prima parte della stagione ne limitano l'impiego e lo spingono a pensare al ritiro.[5]

Ritorno al Barcellona[modifica | modifica sorgente]

Dopo la sfortunata annata passata in Germania, rientra al Barcellona per la stagione 2013-2014. Il 26 gennaio 2014 torna in campo, subentrando ad Alexis Sanchez nella partita di campionato contro il Malaga (3-0), a più di un anno di distanza dall'ultimo incontro disputato.

Olympiakos[modifica | modifica sorgente]

Il 10 agosto 2014 passa all'Olympiakos firmando un contratto annuale con la possibilità di estenderlo per altri due anni.[6]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Afellay con l'Olanda

A causa delle sue origini marocchine Afellay si è trovato nella situazione di dover scegliere tra la nazionale del Marocco e quella olandese, optando per quest'ultima nonostante la forte concorrenza a centrocampo[7]. Ha fatto il suo debutto con la nazionale olandese il 28 marzo 2008 in una partita di qualificazione per gli Europei del 2008 contro la Slovenia.

Euro 2008[modifica | modifica sorgente]

Afellay è stato incluso da Marco van Basten nella squadra per Euro 2008, venendo utilizzato come sostituto. Nella partita contro l'Italia ha sfiorato il gol, colpendo la traversa. Nell'ultima partita del girone, contro la Romania ha giocato da titolare a centrocampo.

Mondiali 2010[modifica | modifica sorgente]

Afellay è stato incluso nella squadra preliminare per i Mondiali 2010 in Sudafrica[8]. Il 27 maggio 2010 il ct olandese Bert van Marwijk ha annunciato che il giocatore sarebbe stato convocato per i mondiali[9]. Ha giocato le partite contro Danimarca, Giappone e Slovacchia, da subentrato.[10]

Euro 2012[modifica | modifica sorgente]

Afellay è stato incluso da Bert van Marwijk nella squadra per Euro 2012, venendo utilizzato per le prime due partite del girone contro Danimarca e Germania da titolare, mentre l'ultima contro il Portogallo come sostituto. L'Europeo però non va a gonfie vele, difatto la Nazionale olandese termina la competizione nella fase a gironi subendo 3 sconfitte in altrettante partite.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 6 ottobre 2012.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2003-2004 Paesi Bassi PSV Eindhoven ED 2 0 CO - - - - - - - - 2 0
2004-2005 ED 7 2 CO - - - - - - - - 7 2
2005-2006 ED 23 2 CO 0 0 UCL 8 0 SO 1 0 33 2
2006-2007 ED 27 6 CO - - UCL 5 0 SO 0 0 32 6
2007-2008 ED 24 2 CO - - UCL+ CU 8 0 SO 1 0 33 2
2008-2009 ED 28 13 CO 1 0 UCL 4 0 SO 1 0 34 13
2009-2010 ED 29 4 CO 4 1 UEL 11 1 - - - 44 6
2010-gen. 2011 ED 19 6 CO 1 0 UEL 10 3 - - - 30 9
Totale PSV Eindhoven 159 35 6 1 46 4 3 0 214 41
gen.-giu. 2011 Spagna Barcellona PD 16 1 CR 6 1 UCL 7 0 - - 29 2
2011-2012 PD 4 0 CR 0 0 UCL 1 0 SS+SU+Cmc 0 0 5 0
Totale Barcellona 20 1 6 1 8 0 0 0 34 2
2012-2013 Germania Schalke 04 BL 10 2 CG 1 1 UCL 4 1 - - - 18 4
Totale carriera 189 38 13 3 58 5 3 0 263 46

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

PSV Eindhoven: 2004-2005, 2005-2006, 2006-2007, 2007-2008
PSV Eindhoven: 2004-2005
PSV Eindhoven: 2008
Barcellona: 2010-2011
Barcellona: 2011
Barcellona: 2011-2012

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Barcellona: 2010-2011
Barcellona: 2011
Barcellona: 2011

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2007

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Afellay has arrived in fcbarcelona.com, 23 dicembre 2010. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  2. ^ Afellay è del Barcellona - «Unico acquisto gennaio» in Corrieredellosport.it, 23 dicembre 2010. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  3. ^ Abidal gladiatore del Barça. Monetina e gol-qualificazione gazzetta.it
  4. ^ Ibrahim Afellay, UEFA.com
  5. ^ (ES) Afellay: "Estoy emocional y mentalmente roto", marca.com
  6. ^ http://www.olympiacos.org/en/node/39308
  7. ^ – KNVB Official Selection
  8. ^ 27 preconvocati di van Marwijk, AFP, 15 maggio 2010. URL consultato il 18 maggio 2010.
  9. ^ convocati oalndesi per i mondiali in Press Association, The Guardian, 27 maggio 2010. URL consultato il 27 maggio 2010.
  10. ^ Olanda-Danimarca, FIFA.com, 14 giugno 2010. URL consultato il 16 giugno 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]