Edward Elgar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edward William Elgar

Sir Edward William Elgar (Broadheath, 2 giugno 1857Worcester, 23 febbraio 1934) è stato un compositore inglese.

Molte delle sue principali opere per orchestra, fra cui le marce Pomp and Circumstance e le Variazioni Enigma, furono accolte con grande successo. Compose inoltre oratori, musica da camera, sinfonie, musica per coro e concerti strumentali. Venne nominato "Reale Maestro di Musica" dalla corona inglese nel 1924.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La firma di Edward Elgar

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Edward William Elgar nacque nel piccolo villaggio di Broadheath, nella contea del Worcestershire, poco fuori la città di Worcester. Era figlio di William Elgar, un organista di scarsa fortuna che per guadagnarsi da vivere faceva l'accordatore di pianoforti, aprendo conseguentemente un piccolo negozio di articoli da musica, e di sua moglie Ann. Era il quarto di sei figli, ed aveva tre fratelli, Henry, Frederick e Francis, e due sorelle, Lucy e Susannah.

Sua madre, Ann, si era convertita al cattolicesimo sei mesi prima della nascita di Edward, che quindi venne battezzato e cresciuto in questa religione.

Circondato da spartiti e strumenti musicali nel negozio del padre nella via principale di Worcester, il giovane Edward Elgar divenne un compositore autodidatta. Nei caldi giorni d'estate amava portare con sé i manoscritti di musica per studiare all'aria aperta (era un appassionato e avventuroso pioniere della bicicletta, che aveva appreso ad usare già a soli 5 anni). Probabilmente da questo mutuò una forte associazione fra musica e natura. Come avrebbe detto in seguito "C'è musica nell'aria, musica attorno a noi, il mondo ne è pieno e puoi semplicemente prendere quella che ti serve".

Dopo aver lasciato la scuola all'età di 15 anni, iniziò a lavorare per un avvocato del luogo, ma dopo un anno intraprese una carriera musicale, impartendo lezioni di piano e di violino. A 22 anni ottenne il posto di direttore di banda al "Worcester and County Lunatic Asylum" di Powick, a circa 5 km da Worcester. Per la banda compose alcuni brani, alcuni dei quali vennero riscoperti ed eseguiti nel 1996.

Per certi versi I primi anni del giovane violinista furono i più felici della sua vita. Suonava fra i primi violini ai festival di Worcester e Birmingham, e una grande esperienza fu suonare la "Sinfonia n°6" e lo "Stabat Mater" di Antonín Dvořák sotto la direzione dell'autore. Elgar fu affascinato dall'orchestrazione di Dvořák, tanto che il suo stile lo influenzò per oltre un decennio.

A 29 anni incontrò, grazie alle sue lezioni, (Caroline) Alice Roberts, la figlia di un generale (quasi un'eco di Gilbert & Sullivan), che era anche autore di versi e prosa. La sposò tre anni dopo, contro il volere della famiglia di lei, offrendole come regalo di fidanzamento il brano per piano e violino Salut d'Amour. Gli Elgar si trasferirono a Londra per avvicinarsi al centro nevralgico della vita musicale inglese, ed Edward iniziò a comporre seriamente. Il successo però non gli arrise, e furono obbligati a tornare a Great Malvern, dove Elgar poté guadagnarsi da vivere insegnando.

Una reputazione in crescendo[modifica | modifica wikitesto]

Durante gli anni novanta del XIX secolo, Elgar si costruì gradualmente una buona reputazione come compositore, principalmente grazie ai lavori per i grandi festival corali delle Midlands. The Black Knight, King Olaf (1896), The Light of Life e Caractacus ebbero un modesto successo, e il loro autore venne più volte pubblicato da "Novello and Company".

Nel 1899, all'età di 42 anni, il suo primo lavoro per orchestra, le Enigma Variations, venne eseguito per la prima volta a Londra sotto la direzione dell'eminente Maestro tedesco Hans Richter. L'opera ottenne un plauso generalizzato, e consacrò Elgar come il compositore inglese preminente nella sua generazione. Questo lavoro è intitolato formalmente Variazioni su un tema originale: il termine "Enigma" appare sopra le prime sei battute, e dette origine alla versione "familiare" del titolo. L'enigma sta nel fatto che il tema originale non si sente mai nelle tredici variazioni, benché Elgar dicesse che corre attraverso e sopra a tutta l'opera. Numerosi commentatori successivi hanno osservato che, benché Elgar venga visto come un compositore tipicamente inglese, la sua musica per orchestra e questa composizione in particolare hanno molto a che spartire con la tradizione centro-europea, che all'epoca si identificava con l'opera di Richard Strauss. A parziale conferma di questa ipotesi si può dire che le Enigma Variations furono accolte con favore in Germania.

L'anno seguente compose a Birmingham la versione corale del poema Il sogno di Geronzio, su testo del cardinale John Henry Newman. Nonostante una prima disastrosa (a causa di esecutori di basso livello), l'opera divenne in pochi anni una delle più apprezzate di Elgar, e al giorno d'oggi viene considerata come uno dei migliori esempi di tutti i tempi di musica corale inglese.

L'opera più nota di Elgar sono probabilmente le Marce di Pomp and Circumstance (1901). Poco dopo la loro composizione fu chiesto ad Elgar di adattare la prima marcia alle parole di A.C. Benson, per creare una ode per l'incoronazione di re Edoardo VII. In effetti gli era già stato suggerito (pare dal futuro re in persona) di adattare delle parole all'ampia melodia che forma la marcia. Contro i consigli degli amici, Elgar suggerì che Benson gli fornisse altro testo, per poterlo inserire nel suo nuovo lavoro. Il risultato fu Land of Hope and Glory (Terra di speranza e gloria, appellativo che si riferisce tradizionalmente al Regno Unito), che formava la parte finale dell'ode, e che venne anche modificata (con un testo leggermente diverso) per divenire una canzone a sé stante.

Fra il 1902 e il 1914 Elgar ebbe un notevole successo, fece 4 visite negli USA di cui un tour di direzione d'orchestra, e guadagnò somme considerevoli dall'esecuzione delle proprie musiche. Fra il 1905 e il 1908 Elgar tenne il posto di Professore di Musica all'Università di Birmingham. Le sue lezioni suscitarono controversie a causa delle osservazioni che fece sulla musica e i musicisti inglesi; avrebbe detto che "la musica inglese è bianca: sfugge da tutto". La Collezione Speciale dell'Università conserva un archivio di lettere scritte da Elgar.

La sua Sinfonia n°1 (1908) ebbe ben cento rappresentazioni nel primo anno, il Concerto per Violino (1910) gli venne commissionato dal violinista di fama mondiale Fritz Kreisler e nel 1911 l'anno in cui completò la sua Sinfonia n° 2, gli venne conferito l'Ordine di Merito.

L'eredità musicale di Elgar è principalmente orchestrale e corale, ma scrisse anche per soli e per gruppi strumentali più ridotti. Il suo unico lavoro per banda d'ottoni, la Suite di Severn (che in seguito arrangiò per orchestra), rimane un brano importante del repertorio bandistico. Questo brano viene anche eseguito occasionalmente da Ivor Atkins nell'arrangiamento per organo come Seconda Sonata per Organo di Elgar; la prima, molto precedente (1895) fu scritta espressamente per lo strumento in uno stile orchestrale, e rimane uno dei brani più eseguiti del repertorio inglese romantico per organo e tastiera.

Gli anni successivi[modifica | modifica wikitesto]

Durante la prima guerra mondiale la sua musica iniziò a passare di moda. Dopo la morte di sua moglie nel 1920 scrisse pochi brani rilevanti. Poco prima della morte di lei scrisse l'elegiaco Concerto per violoncello.

Elgar visse nel villaggio di Kempsey dal 1923 al 1927, e in quel periodo venne nominato "Reale Maestro di Musica".

Negli ultimi anni della sua vita Elgar iniziò a lavorare ad un'opera lirica, The Spanish Lady, e accettò una commessa dalla BBC per la composizione di una terza sinfonia. La sua malattia finale ne impedì il completamento.

Morì il 23 febbraio 1934, e venne sepolto presso la chiesa di St. Wulstan a Little Malvern. Nell'arco di due mesi scomparvero altri due grandi compositori inglesi, Gustav Holst e Frederick Delius.

Riconoscimenti postumi[modifica | modifica wikitesto]

La casa di Lower Brodheath dove nacque è adesso un museo dedicato alla sua vita e alla sua opera.

Gli è stata eretta una statua sulla strada principale di Worcester, davanti alla cattedrale e a pochi metri dal vecchio negozio del padre. Un'altra statua si trova a Malvern, in un punto panoramico sopra la città, davanti alle colline che amava ammirare.

Nel settembre 2005 venne inaugurata un'altra statua presso la cattedrale di Hereford, a ricordo dei pochi anni in cui visse in quella città.

Il suo ritratto inoltre appare sulle banconote inglesi da 20 sterline.

Le bozze di Elgar per la terza sinfonia sono state elaborate negli anni novanta dal compositore Anthony Payne, che in seguito ha elaborato ed eseguito una sesta marcia Pomp and Circumstance, premiata dalla BBC nell'agosto 2006.

Gli appunti per un concerto pianistico del 1913 sono stati elaborati dal compositore Robert Walker ed eseguiti nell'agosto 1997 dal pianista David Owen Norris.

La marcia Pomp and Circumstance è stata scelta come parte della colonna sonora da Stanley Kubrick per il suo capolavoro Arancia meccanica del 1971. I brani del compositore sono utilizzati nella seconda parte del film, quando il protagonista si trova nella prigione di stato.

Il brano di successo Clubbed to Death di Rob Dougan, che fa parte della colonna sonora del film Matrix, è basato in parte sulle Enigma Variations.

Il duo synthpop inglese/irlandese VNV Nation utilizza il brano Nimrod tratto da Enigma Variations come sottofondo musicale al loro brano narrato Foreword, prima traccia dell'album Futureperfect del 2002.

Onorificenze e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Knight Bachelor - nastrino per uniforme ordinaria Knight Bachelor
«Sir Edward Elgar»
— 1904
Membro dell'Ordine al Merito del Regno Unito - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine al Merito del Regno Unito
— 19 giugno 1911
Commendatore dell'Ordine della Corona del Belgio - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona del Belgio
— 1920
  • 1924 - Viene nominato "Reale Maestro di Musica".
  • 1925 - Medaglia d'Oro della Royal Philharmonic Society
Cavaliere Commendatore del Reale Ordine Vittoriano - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Commendatore del Reale Ordine Vittoriano
— 1928
immagine del nastrino non ancora presente Baronetto di Sua Maestà britannica
«Sir Edward Elgar Bt.

(Il titolo è ereditario in linea maschile, ma poiché Elgar ebbe solo una figlia, si estinse alla sua morte.)»
— 1931

Cavaliere di Gran Croce del Reale Ordine Vittoriano - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce del Reale Ordine Vittoriano
— 1933

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Opere per orchestra[modifica | modifica wikitesto]

  • Froissart, Ouverture per orchestra, Op.19 (1890)
  • Serenata per orchestra d'archi, Op.20 (versione rivisitata dei Tre Pezzi per orchestra d'archi, 1888-92)
  • Variazioni su un tema originale per orchestra (Enigma Variations), Op.36 (1899)
  • Immagini di mare, Ciclo di brani per contralto e orchestra, Op.37 (1897-99)
  • Chanson de Matin e Chanson de Nuit, per piccola orchestra (arrangiamento dei pezzi da camera per violino e piano), Op.15 (1899)
  • Cockaigne (In London Town), Ouverture per orchestra, Op.40 (1900-01)
  • Pomp and Circumstance, Marce No.1 e 2 per orchestra, Op.39 (1901)
  • Marcia funebre da Grania and Diarmid per orchestra, Op.42 (1902)
  • Dream Children, due pezzi per orchestra da camera, Op.43 (1902)
  • In the South (Alassio), Ouverture di concerto per orchestra, Op.50 (1903-04)
  • Pomp and Circumstance, Marcia No.3 per orchestra (1904)
  • Introduzione e Allegro per quartetto e orchestra d'archi, Op.47 (1904-05)
  • Pomp and Circumstance, Marcia No.4 per orchestra (1907)
  • The Wand of Youth, Suite No. 1 per orchestra, Op.1a (1867-71, rev. 1907)
  • The Wand of Youth, Suite No. 2 per orchestra, Op.1b (1867-71, rev. 1908)
  • Sinfonia No.1 in La bemolle maggiore per orchestra, Op.55 (1907-08)
  • Elegia per orchestra d'archi, Op.58 (1909)
  • Romance per fagotto e orchestra, Op.62 (1909-10)
  • Concerto per violino e orchestra in Si minore, Op.61 (1909-10)
  • Sinfonia No.2 in Mi bemolle maggiore per orchestra, Op.63 (1909-11)
  • Marcia per l'Incoronazione per orchestra, Op.65 (1911)
  • The Crown of India, Suite per orchestra, Op.66 (1911-12)
  • Falstaff, studio sinfonico per orchestra, Op.68 (1913)
  • Sospiri per orchestra d'archi e arpa, Op.70 (1914)
  • Polonia, preludio sinfonico per orchestra, Op.76 (1915)
  • The Starlight Express, Suite per solisti vocali e orchestra, Op.78 (1915-16)
  • The Sanguine Fan per orchestra, Op.81 (1917)
  • Concerto per violoncello e orchestra in Mi minore, Op.85 (1918-19)
  • Marcia Imperiale per orchestra (1924)
  • Suite da Arthur per orchestra da camera (1924)
  • Minuetto da Beau Brummel per orchestra (1928-29)
  • Pomp and Circumstance, Marcia No.5 per orchestra (1930)
  • Nursery Suite per orchestra (1931)
  • Severn Suite per orchestra, Op.87a (1930-32)
  • Mina per orchestra da camera (1933)
  • Sinfonia No.3 per orchestra, Op.88 (bozze, 1932-34, elaborate da Anthony Payne 1972-97)
  • Concerto per piano, Op.90 (bozze, 1909-25, elaborate da Robert Walker)
  • Pomp and Circumstance, Marcia No.6 per orchestra (bozze, elaborate da Anthony Payne 2005-06)

Opere per coro e orchestra (cantate, oratori ecc.)[modifica | modifica wikitesto]

  • Il cavaliere nero, Sinfonia / Cantata per coro e orchestra, Op.25 (1889-92)
  • Dalle terre alte della Baviera, per coro e orchestra, Op.27 (1895-96)
  • La luce della vita (Lux Christi), Oratorio per solisti, coro e orchestra, Op.29 (1896)
  • Il vessillo di S. Giorgio, Ballata per coro e orchestra, Op.33 (1897)
  • Te Deum & Benedictus per coro e orchestra, Op.34 (1897)
  • Caractacus, Cantata per solisti, coro e orchestra, Op.35 (1897-98)
  • Il sogno di Gerontius, Oratorio per solisti, coro e orchestra, Op.38 (1899-1900)
  • Ode per l'incoronazione per solisti, coro e orchestra, Op.44 (1901-02, rev. 1911)
  • Gli apostoli, Oratorio per solisti, coro e orchestra, Op.49 (1902-03)
  • Il regno, Oratorio per solisti, coro e orchestra, Op.51 (1901-06)
  • La Corona d'India, Marcia Imperiale per solisti, coro e orchestra, Op.66 (1911-12)
  • I suonatori di musica, Ode per solisti, coro e orchestra, Op.69 (1912)
  • Lo spirito d'Inghilterra per soprano/tenore, coro e orchestra, Op.80 (1915-17)
  • The Smoking Cantata per baritono solo e orchestra. Scritto nel 1919, probabilmente questo brano non doveva essere eseguito, e gli fu dato il numero di opus inesistente 1001. La sua durata è inferiore al minuto[1].

Musica da camera[modifica | modifica wikitesto]

  • Salut d'Amour (Liebesgruss) per violino e piano, Op.12 (1888)
  • Sonata per violino e piano, Op.82 (1918)
  • Quartetto d'archi in Mi minore, Op.83 (1918)
  • Quintetto per piano in La minore, Op.84 (1918-19)
  • Soliloquio per oboe solo (1930)

Opere per piano solo[modifica | modifica wikitesto]

  • In Smyrna (1905)

Opere per organo[modifica | modifica wikitesto]

  • Sonata in Sol maggiore, Op. 28.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Unknown Elgar is just a puff of smoke, The Guardian. URL consultato l'11 ottobre 2007.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Michael Kennedy – Portrait of Elgar 3ª ed. (Oxford: Clarendon Press, 1987)
  • Jerrold Northrop Moore – Edward Elgar: a creative life (Oxford: OUP, 1984)
  • William H. Reed – Elgar as I knew him (Oxford: OUP, 1989)
  • Percy Young – Alice Elgar: enigma of a Victorian lady (London: Dobson, 1978)
  • Percy Young – Elgar OM: a study of a musician 2nd ed. (London: Purnell, 1973)
  • James Hamilton-Patterson – Gerontius (Soho Press, 1989) è un romanzo storico, un resoconto immaginario della crociera in Sudamerica che Elgar fece nel 1923.
  • Yvonne M Ward – 'Gosh! Man I've got a tune in my head: Edward Elgar, A.C. Benson and the creation of "Land of Hope and Glory"' (The Court Historian. Volume 7, No.1, 2002)
  • Diana McVeagh – Elgar the Music Maker (Boydell Press, May 2007)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 76499978 LCCN: n50026227