Sinfonia n. 7 (Mahler)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sinfonia n. 7
Compositore Gustav Mahler
Tonalità Mi minore
Tipo di composizione sinfonia
Epoca di composizione 1904-1906
Prima esecuzione Praga, 19 settembre 1908
Durata media 80 minuti
Organico

Legni:
ottavino, 4 flauti (flauto 4 anche ottavino), 3 oboi, corno inglese, 4 clarinetti, clarinetto basso, 3 fagotti, controfagotto
Ottoni:
4 corni, corno baritono (sostituito a volte dall'euphonium), 3 trombe (prima tromba anche cornetta), 3 tromboni, tuba
Percussioni:
timpani, grancassa, tamburo, piatti, triangolo, tam-tam, campanaccio, tamburello, bastoncini di ruta (da suonare sul fusto della grancassa), glockenspiel, campane tubolari
Archi:
mandolino, chitarra, 2 arpe, violini I e II, viole, violoncelli e contrabbassi

Movimenti

I Langsam – Allegro risoluto, ma non troppo
II Nachtmusik (I): Allegro moderato. Molto moderato (Andante)
III Scherzo: Schattenhaft. Fließend aber nicht schnell
IV Nachtmusik (II): Andante amoroso
V Rondo-Finale

La Sinfonia n. 7 in Mi minore di Gustav Mahler fu composta fra il 1904 ed il 1906, ed è in cinque movimenti. Anche per l'organico di questa sinfonia Mahler prevede strumenti inusuali, quali la chitarra, il mandolino, il corno baritono ed il campanaccio.

Mahler terminò la composizione il 15 agosto 1905, mentre l'orchestrazione fu completata l'anno seguente; successivamente egli mise da parte il lavoro per ultimare l'orchestrazione della Sesta Sinfonia la cui prima esecuzione era fissata per il maggio 1906. La prima esecuzione della Settima ebbe luogo il 19 settembre 1908 a Praga, in occasione delle celebrazioni del giubileo dell'imperatore Francesco Giuseppe[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1848-1908, 60 anni di regno

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica