Archivi nazionali (Regno Unito)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gli archivi nazionali
L'entrata
L'entrata
Tipo Archivio di Stato
Data fondazione Aprile 2003
Indirizzo Kew, Richmond, TW9 4DU
Direttore
  • Chris Grayling (Lord cancelliere e Segretario di Stato della Giustizia)
  • Oliver Morley (Capo Esecutivo e Custode dei Pubblici Registri)
  • Ministero della Giustizia
Sito

Gli Archivi Nazionali (The National Archives) sono un Dipartimento del Governo del Regno Unito e un'agenzia esecutiva del Segretario di Stato per la Giustizia. Sono «l'archivio ufficiale del governo del Regno Unito, contenente 1.000 anni di storia»[1]. Esistono anche archivi nazionali separati per le diverse regioni del Regno Unito: gli Archivi nazionali scozzesi conservano gli atti del governo di Scozia e documenti privati sull'argomento, mentre l'Ufficio dei registri pubblici dell'Irlanda del Nord ha lo stesso compito per l'Irlanda del Nord.

Gli Archivi nazionali riuniscono quattro precedenti istituzioni: l'Ufficio pubblico dei registri (Public Record Office), la Commissione dei manoscritti storici (ex Commissione Reale per i manoscritti storici), l'Ufficio delle informazioni del settore pubblico (OPSI) e la Cancelleria di Sua Maestà (HMSO). Gli archivi hanno iniziato ad utilizzare i codice QRpedia nei loro documenti pubblici.[2][3]

Patrimonio[modifica | modifica sorgente]

Fra le documentazioni conservate a Kew si segnalano le seguenti:

Il documento più antico conservato nei National Archives è il manoscritto originale del Domesday Book del 1086.

L'edificio degli Archivi ospita anche un museo che espone i documenti più importanti, fra cui il Domesday Book, ed organizza mostre tematiche usando i materiali dell'archivio.[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ About Us, 26 maggio 2011.
  2. ^ (EN) Nuova collaborazione tra Wikimedia UK e gli Archivi nazionali, Archivi nazionali, 15 settembre 2011. URL consultato il 30 settembre 2011.
  3. ^ (EN) Terence Eden, Archivi nazionali e QRpedia, 25 settembre 2011. URL consultato il 30 settembre 2011.
  4. ^ Visit us, Museum, The National Archives. URL consultato il 2010-06-09.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]