Royal Opera House

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Royal Opera House
Royal Opera House and ballerina.jpg
Ubicazione
Stato Regno Unito Regno Unito
Località Londra
Indirizzo piazza principale di Covent Garden, Londra
Realizzazione
Costruzione 1732 (anno di realizzazione)
[1]

La Royal Opera House è uno dei più importanti teatri d'opera al mondo. Si trova nella piazza principale di Covent Garden a Londra.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio originario, risalente al 1732, nacque come Her Majesty's Opera House. Adibito a teatro di prosa, all'inizio prese il nome semplicemente dal luogo in cui sorgeva, ossia Covent Garden, e tutt'oggi è ancora possibile sentirlo chiamare in tal modo. È stato inaugurato il 7 dicembre 1732 con The Way of the World di William Congreve (scrittore).

L'8 gennaio 1735 avviene la prima assoluta di Ariodante (opera) con Giovanni Carestini (Gioacchino Conti nelle repliche) ed Anna Maria Strada del Pò.

Il successivo 16 aprile avviene la prima assoluta di Alcina (opera) con Anna Maria Strada e Carestini.

Il 12 maggio dello stesso anno avviene la prima assoluta di Atalanta sempre di George Frideric Handel con Anna Maria Strada e Conti.

Il Covent Garden, in seguito al Licensing Act del 1737, aveva, assieme al Drury Lane, il monopolio dello spoken drama (il "dramma parlato", così definito per distinguerlo dall'Opera).

Il 10 febbraio 1744 avviene la Prima assoluta di Semele (Oratorio (musica)) di Handel con Élisabeth Duparc diretta dal compositore.

L'edificio fu ricostruito una prima volta nel 1809 e, sin dall'inizio, vi furono messe in scena prevalentemente opere di tradizione italiana. Il Teatro venne riaperto il 18 settembre 1809 con Macbeth con John Philip Kemble e Sarah Siddons.

Dopo dei lavori di ristrutturazione viene riaperto il 6 aprile 1847 come Royal Italian Opera con la Semiramide di Rossini nella traduzione di Joseph Méry con Giulia Grisi, Marietta Alboni, Giovanni Matteo De Candia ed Antonio Tamburini.

L'edificio in questione venne distrutto da un incendio nel 1856 e rimpiazzato dalla struttura attuale nel giro di due anni. Riapre il 15 maggio 1858 con Les Huguenots.

Il nome di "Royal Opera House" gli fu dato nel 1892.

Il 20 febbraio 1946 il teatro riapre con La bella addormentata (balletto) di Oliver Messel con Margot Fonteyn diretta da Constant Lambert. Il 14 gennaio 1947 torna l'opera con Carmen (opera). Sempre nello stesso anno Eva Turner è Turandot e Paolo Silveri è Rigoletto, Il conte di Luna ne Il trovatore ed Escamillo in Carmen.

Nel 1948 Elisabeth Schwarzkopf è Pamina ne Il flauto magico con Hans Hotter, La traviata, Sophie in Der Rosenkavalier, Mimì ne La bohème con Silveri Rudolf Schock e Ljuba Welitsch, Eva ne I maestri cantori di Norimberga con Set Svanholm e Marcelline in Fidelio, Kirsten Flagstad Isolde in Tristan und Isolde con Hotter e Brünnhilde in Die Walküre con Hotter e Hotter anche Sachs ne I maestri cantori di Norimberga e The Wanderer, Wotan in Sigfrido (opera) con Svanholm ed Astrid Varnay. La Varnay canta a Londra fino al 1968.

Victoria de los Angeles esordisce nel 1950 come Manon Lescaut cantando fino al 1962.

Boris Christoff debutta nel 1951 come Boris Godunov (opera) cantando fino al 1979.

Gottlob Frick esordisce nel 1951 come Fafner in Das Rheingold con Hotter e Svanholm cantando fino al 1971.

Maria Callas debutta nel 1952 come Norma (opera) diretta da Vittorio Gui con Giacomo Vaghi, Mirto Picchi, Ebe Stignani ed una giovane Joan Sutherland cantando fino al 1964 in una storica Tosca (opera) diretta da Carlo Felice Cillario con Renato Cioni e Tito Gobbi per la regia di Franco Zeffirelli.

La Sutherland debutta nel 1952 come First Lady ne Il flauto magico con John Pritchard (direttore d'orchestra) cantando fino al 1988 in 96 recite.

Amy Shuard debutta nel 1954 come Aida con una giovane Sutherland cantando fino al 1974 in 90 recite.

Nicolai Gedda esordisce nel 1954 come Il duca di Mantova in Rigoletto.

Gobbi esordisce nel 1955 come Barone Scarpia in Tosca diretto da Francesco Molinari-Pradelli con Ferruccio Tagliavini e Renata Tebaldi cantando fino al 1974.

Josephine Veasey esordisce nel 1955 come Page to Herodias in Salomè (opera) diretta da Rudolf Kempe e concludendo come Herodias nella stessa opera nel 1982 diretta da Zubin Mehta raggiungendo 200 recite londinesi.

Nel 1955 il nuovo Direttore Musicale (fino al 1958) Rafael Kubelik esordisce con La sposa venduta in inglese, seguito da Otello (Verdi) con Ramón Vinay in italiano e La bohème in inglese e nel 1956 Jenůfa di Leoš Janáček con la Shuard e la Veasey in inglese.

Charles Mackerras esordisce nel 1955 dirigendo il balletto The Lady and the Fool poi nel 1964 Lady Macbeth del Distretto di Mcensk dirigendo fino al 2010 in 145 recite.

Birgit Nilsson debutta nel 1957 come Brünnhilde in Die Walküre diretta da Kempe con Vinay, Hotter e la Shuard cantando fino al 1977.

Jon Vickers esordisce nel 1957 come Aeneas in Les Troyens diretto da Kubelik con la Shuard cantando fino al 1985 in 62 recite.

Nel 1958 va in scena Don Carlo diretta da Carlo Maria Giulini con Vickers, Gobbi, Christoff e Fedora Barbieri per la regia di Luchino Visconti.

Sena Jurinac esordisce nel 1959 come Madama Butterfly con la Veasey cantando fino al 1973.

Jussi Björling nel 1960 è Rodolfo ne La bohème con Rosanna Carteri.

Georg Solti esordisce nel 1959 con Der Rosenkavalier con la Schwarzkopf e la Jurinac e dal 1961 è il nuovo Direttore Musicale fino al 1971 ed inizia dirigendo Sogno di una notte di mezza estate (opera) con Louis Quilico seguita da Iphigénie en Tauride con Rita Gorr e Quilico in francese, Die Walküre in tedesco con Vickers, Hotter e la Gorr. Egli dirige in inglese nel 1962 L'Heure espagnole con Mary Costa, Erwartung di Arnold Schoenberg con la Shuard e Gianni Schicchi. Nel 1965 dirige Moses und Aron. Il maestro diresse oltre 300 recite fino al 1997.

Colin Davis (direttore d'orchestra) debutta nel 1960 prima con La valse di Maurice Ravel e poi Le Baiser de la fée esordendo come direttore musicale dal 1971 al 1986 con Le nozze di Figaro con Reri Grist e Kiri Te Kanawa dirigendo fino al 2012 218 recite.

Otto Klemperer inizia nel 1961 dirigendo Fidelio con Gottlob Frick, Sena Jurinac, Hotter e Vickers.

Mirella Freni debutta nel 1961 come Nannetta in Falstaff (Verdi) diretta da Giulini con la Veasey, Regina Resnik e Luigi Alva cantando fino al 1994.

Il baritono Peter Glossop appare dal 1961 come Demetrio in Sogno di una notte di mezza estate cantando fino al 1979 in 79 recite.

Carlo Bergonzi debutta nel 1962 come Don Alvaro ne La forza del destino diretto da Solti con la Veasey, Renato Capecchi e Nicolai Ghiaurov.

Gwyneth Jones appare dal 1963 come Wellgunde ne Il crepuscolo degli dei diretto da Solti poi è Sorella Mathilde ne I dialoghi delle Carmelitane (opera) e Rosette in Manon (Massenet) con Renata Scotto, Wellgunde in Das Rheingold e Ortlinde Die Walküre con Solti nel 1964 cantando fino al 1997 in 129 recite.

Heather Harper debutta nel 1963 come Blanche ne I dialoghi delle Carmelitane (opera) con la Jones cantando fino al 1984.

Luciano Pavarotti esordisce nel 1964 come Rodolfo ne La bohème con Glossop cantando fino al 2002.

Janet Baker debutta nel 1966 come Hermia in Sogno di una notte di mezza estate con la Veasey.

Claudio Abbado debutta nel 1968 dirigendo Don Carlo con la Jones, Carlo Cossutta, Glossop e Shirley Verrett e nel 1975 Un ballo in maschera con Reri Grist, Placido Domingo, Piero Cappuccilli e Katia Ricciarelli.

Pierre Boulez nel 1969 dirige Pelléas et Mélisande (opera) con Elisabeth Söderström.

Leontyne Price esordisce nel 1970 come Leonora ne Il trovatore con Glossop e James King (tenore).

Gennadi Rozhdestvensky debutta nel 1970 dirige Boris Godunov con Christoff.

Richard Van Allan esordisce nel 1971 come Mandarino in Turandot diretto da Charles Mackerras con King e la Nilsson cantando fino al 2003 in 144 recite.

Montserrat Caballé debutta nel 1972 come Violetta Valery ne La traviata diretta da Cillario con Gedda e Glossop.

John Eliot Gardiner debutta nel 1973 dirigendo Iphigénie en Tauride con la Jurinac ed Allen dirigendo fino al 2012.

Carlos Kleiber esordisce nel 1974 dirigendo Der Rosenkavalier con Helga Dernesch, nel 1977 Elettra (Strauss) con la Nilsson e la Jones, nel 1979 La bohème con Giacomo Aragall ed Ileana Cotrubas e nel 1980 Otello con Plácido Domingo, Silvano Carroli, Margaret Price e Robert Lloyd.

Christoph von Dohnányi debutta nel 1974 dirigendo Salomè con la Jones dirigendo fino al 2004.

John Tomlinson debutta nel 1977 come Fifth Jew in Salomè con Grace Bumbry e la Veasey cantando fino al 2012 in 219 recite.

Bernard Haitink debutta nel 1977 dirigendo Don Giovanni (opera) divenendo dal 1987 al 2002 Direttore Musicale. Nel 1993 dirige I maestri cantori di Norimberga con Gösta Winbergh, Thomas Allen e Tomlinson e diresse fino al 2007 in 224 recite.

Christian Thielemann debutta nel 1988 con Jenůfa dirigendo fino al 2001.

Renée Fleming esordisce nel 1989 come Dircé in Medea (Cherubini)) con Lloyd.

Simon Keenlyside debutta nel 1990 come Ping in Turandot diretto da Colin Davis con Lloyd e la Jones arrivando a 160 recite nel 2011.

Simon Rattle esordisce nel 1990 dirigendo La volpe astuta di Leoš Janáček con Allen.

Daniele Gatti debutta nel 1992 dirigendo I Puritani con Dmitri Hvorostovsky, Lloyd e June Anderson dirigendo fino al 2012 in 63 recite.

Angela Gheorghiu debutta nel 1992 come Mimì ne La bohème con Roberto Alagna, nel 1994 La traviata diretta da Solti con Leo Nucci la rese famosa arrivando a 118 recite nel 2012. Anche Alagna dopo il debutto come Rodolfo ne La Bohème del 1992 diretta da Solti con Nucci arriva a 72 recite nel 2012.

Bryn Terfel debutta nel 1992 come Masetto in Don Giovanni diretto da Haitink con Claudio Desderi, Carol Vaness, Allen e Lloyd arrivando a 104 recite nel 2012.

Valery Gergiev esordisce nel 1993 dirigendo Eugene Onegin con Ghiaurov e dirigendo fino al 2009 in 73 recite.

José Cura esordisce nel 1995 come Stiffelio con Catherine Malfitano arrivando a 64 recite fino al 2009.

Esa-Pekka Salonen debutta nel 1995 dirigendo Mathis der Maler di Paul Hindemith.

Juan Diego Florez esordisce nel 1997 come Count Stanislao Potoski in Elisabetta, regina d'Inghilterra con Carlo Rizzi (direttore d'orchestra), Andrea Rost ed Alessandro Corbelli al Royal Festival Hall arrivando a 54 recite fino al 2010.

Marcelo Alvarez debutta nel 1998 come Alfredo Germont ne La traviata diretta da Simone Young con Vladimir Chernov arrivando ad 80 recite fino al 2010.

Anna Netrebko esordisce nel 2000 come Countess Natalya Rostova (Natasha) in War and Peace di Sergei Prokofiev diretta da Gergiev.

Cecilia Bartoli debutta nel 2001 come Euridice/Genio ne L'anima del filosofo diretta da Christopher Hogwood.

Antonio Pappano dopo aver esordito nel 1990 dirigendo La bohème con Jerry Hadley nel 2002 diventa il Direttore Musicale fino ad oggi iniziando con Ariadne auf Naxos con Allen arrivando nel 2012 ad oltre 400 recite.

Natalie Dessay debutta nel 2003 come Ophélie in Hamlet (opera) con Lloyd e Keenlyside.

Jonas Kaufmann debutta nel 2004 come Ruggero Lastouc ne La rondine con la Gheorghiu e Lloyd.

Rolando Villazon esordisce nel 2004 come Hoffmann ne Les Contes d'Hoffmann con Jennifer Larmore.

Tra il 1996 e il 2000 la struttura attuale (fatti salvi auditorium, facciata e foyer) è stata notevolmente modificata.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]