Mina Live '78

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mina Live '78
Mina live '78 1978.jpg
ArtistaMina
Tipo albumLive
Pubblicazioneottobre 1978
Durata32:35
32:12
Dischi2
Tracce9/11
GenerePop
Canzone napoletana
Jazz
Musica latina
Disco
EtichettaPDU
ArrangiamentiPino Presti
Registrazione"Bussoladomani", 23 agosto 1978
Formati2 LP, 2 MC, CD
Mina - cronologia
Album precedente
(1978)
Album successivo
(1979)

Mina Live '78 è il terzo album dal vivo della cantante italiana Mina, pubblicato nell'ottobre 1978 dalla PDU con distribuzione EMI Italiana.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

foto interna al disco

Documenta l'ultimo concerto, tenuto il 23 agosto 1978 al teatro tenda "Bussoladomani", divenuto storico in quanto rappresenta l'ultima apparizione pubblica dal vivo della cantante, che comunque proseguirà la sua carriera con un'intensa attività discografica.

In ordine cronologico è l'ultimo dei tre album dal vivo incisi dalla cantante; i precedenti sono Mina alla Bussola dal vivo (1968) e Dalla Bussola (1972). Tutte registrazioni di altrettanti concerti tenuti in epoche diverse, sempre nel celebre locale notturno di Sergio Bernardini La Bussola di Focette sul lungomare a Marina di Pietrasanta in Versilia.

Il disco è tratto da una registrazione di prova audio effettuata dal tecnico Nuccio Rinaldis (in accordo con il direttore d'orchestra Pino Presti), cui sarebbe dovuta seguire una ripresa televisiva, prevista per l'ultima esibizione in cartellone, ma, a causa di seri motivi di salute della cantante, la serie di concerti terminò dopo l'undicesima serata, rispetto alle 15 previste. Il video finale quindi non fu realizzato: ne esiste soltanto una ripresa amatoriale in Super8, mai pubblicata perché di scarsa qualità.[3]

Pubblicato anche su 2 musicassette (PDU PMA 698/9), nel 2001 è stato rimasterizzato con tecniche digitali su un unico compact disc (PDU 243 5365182).[4]

Successo e classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Al 17º posto nella classifica degli album più venduti nel 1979, è arrivato fino al 4° in quella settimanale.[5]

È anche presente tra i "100 dischi italiani più belli di sempre" secondo la rivista Rolling Stone Italia, in posizione numero 81.[6]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Disco 1 - Lato A
  1. Stasera io qui[7] – 2:03 (Ivano Fossati; edizioni musicali RCA)in studio
  2. Stayin' Alive – 1:45 (Bee Gees; edizioni musicali Chappel)
  3. L'importante è finire – 2:54 (testo: Cristiano Malgioglio – musica: Alberto Anelli; edizioni musicali PDU/Curci)
  4. Non può morire un'idea – 4:25 (Ivano Fossati; edizioni musicali RCA)
  5. E poi... – 5:07 (testo: Andrea Lo Vecchio – musica: Shel Shapiro; edizioni musicali PDU/Shesha)
Lato B
  1. Sognando – 4:02 (Don Backy; edizioni musicali PDU/Alfiere)
  2. Ancora, ancora, ancora – 4:33 (testo: Cristiano Malgioglio – musica: Gian Pietro Felisatti; edizioni musicali PDU/Insieme)
  3. Lacreme napulitane – 4:53 (testo: Libero Bovio – musica: Francesco Buongiovanni; edizioni musicali Santa Lucia)
  4. El porompompero – 2:53 (testo: José Antonio Ochaíta, Xandro Valerio, Gomez Rodriguez – musica: Juan Solano Pedrero; edizioni musicali Nazionalmusic)
Disco 2 - Lato A
  1. Medley – 8:06
    1. Georgia on My Mind – 3:15 (testo: Stuart Gorrell – musica: Hoagy Carmichael; edizioni musicali Southern)
    2. Angela – 1:40 (José Feliciano, Janna Merlyn Feliciano; edizioni musicali EMI/Screen Gems)
    3. Margherita – 3:11 (testo: Marco Luberti – musica: Riccardo Cocciante; edizioni musicali RCA)
  1. Città vuota (It's a Lonely Town) – 3:35 (testo: Giuseppe Cassia – musica: Doc Pomus, Mort Shuman; edizioni musicali PDU/Aberbach)
  2. Amante amore – 3:29 (testo: Cristiano Malgioglio – musica: Pino Presti; edizioni musicali PDU)
Lato B
  1. Medley – 9:11 (testo: Mogol – musica: Lucio Battisti; edizioni musicali Acqua azzurra)
    1. Emozioni – 2:13
    2. Ancora tu – 1:40
    3. Sì, viaggiare – 1:13
    4. I giardini di marzo – 4:05
  1. We Are the Champions[8] – 4:16 (Freddie Mercury; edizioni musicali Francis Day)
  2. Grande, grande, grande – 3:35 (testo: Alberto Testa – musica: Tony Renis; edizioni musicali PDU/ItalCarisch)

Versioni Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  • Sognando
versione studio nell'album Singolare (1976)
  • Ancora, ancora, ancora
versione studio solo nella raccolta Del mio meglio n. 7 (1983)
  • El porompompero
versione studio nell'album Plurale (1976)
  • Georgia on My Mind
versione Live TV da Canzonissima del 30 novembre 1968, medley: Arrivederci/Georgia on My Mind/Azzurro, nella raccolta Signori... Mina! vol. 4 (1993)
  • Amante amore
versione studio nell'album Mina con bignè (1977)
  • Emozioni
versione studio nell'album Minacantalucio (1975)
versione Live TV da Teatro 10 del 23 aprile 1972 duetto con Lucio Battisti, medley: Insieme/Mi ritorni in mente/Il tempo di morire/E penso a te/Io e te da soli/Eppur mi son scordato di te/Emozioni, nella raccolta Signori... Mina! vol. 1 (1993)
  • I giardini di marzo
versione studio nell'album Minacantalucio (1975)
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: L'importante è finire.
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: E poi....
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Città vuota (It's a Lonely Town)/Ancora ancora ancora.
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Grande, grande, grande.

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Mina durante la registrazione dal vivo

Artista[modifica | modifica wikitesto]

Arrangiamenti e direzione orchestrale[modifica | modifica wikitesto]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Discografia album, Mina Mazzini, sito ufficiale. URL consultato il 10 marzo 2018.
  2. ^ TV Sorrisi e Canzoni, in n. 45, 11 novembre, Mondadori, 1990.
  3. ^ Filmato audio Spezzone del video, su YouTube, 2016. URL consultato il 10 marzo 2018.
  4. ^ Alcuni brani nella versione su CD sono leggermente più lunghi, complessivamente il disco dura oltre un minuto in più.
  5. ^ Classifica annuale vendite album 1979, Hit Parade Italia. URL consultato il 10 marzo 2018.
  6. ^ I 100 dischi italiani più belli di sempre secondo Rolling Stone
  7. ^ Sigla di apertura dello spettacolo, NON è eseguita dal vivo, ma una registrazione in studio.
  8. ^ Mina presenta i musicisti che l'hanno accompagnata.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]