I discorsi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I discorsi
I discorsi Mina 1969.jpg
ArtistaMina
Tipo albumStudio
Pubblicazionemarzo 1969
Durata36:47
Dischi1
Tracce12
GenereFolk
Pop
EtichettaPDU
ArrangiamentiAugusto Martelli
FormatiLP
Mina - cronologia
Album precedente
(1968)
Album successivo
(1969)

I discorsi è il quindicesimo album della cantante italiana Mina, pubblicato nel 1969 dalla PDU.[1][2]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Riprende quasi per intero i contenuti dell'album Le più belle canzoni italiane interpretate da Mina (prodotto destinato esclusivamente agli abbonati di alcune riviste), ma utilizza la tradizionale commercializzazione e distribuzione attraverso i negozi di dischi. Viene per questo considerato come l'edizione ufficiale di quel disco promozionale.

Due sole canzoni differenziano l'elenco delle tracce: I discorsi, che fornisce anche il titolo all'album, e La canzone di Marinella; esse sostituiscono rispettivamente E se domani e La musica è finita.

Il numero di catalogo, inferiore a quello dell'ultimo album pubblicato Canzonissima '68, testimonia che il disco era già pronto e stampato da tempo e che la sua pubblicazione e distribuzione erano state posticipate per favorire la diffusione dell'edizione precedente allegata alle riviste.

Per queste stesse ragioni l'unico inedito dell'album potrebbe essere la rielaborazione in versione acustica di Il cielo in una stanza, tuttavia già presente in Le più belle canzoni italiane interpretate da Mina, mentre i due brani inseriti erano già stati pubblicati sull'LP Dedicato a mio padre del 1967 e in un singolo di inizio 1968.

L'operazione commerciale di promuovere in anteprima e gratuitamente un album contenente le stesse canzoni (scelte attraverso un sondaggio a questionario tra i lettori), ha permesso all'edizione ufficiale di raggiungere il sesto posto tra i 33 giri più venduti del 1969.[3]

È stato rimasterizzato su CD nel 2001 (EMI e PDU 5365732).

Arrangiamenti, orchestra e direzione orchestrale sono di Augusto Martelli.

Per filmati video, versioni di Mina in lingua straniera e altre informazioni relative a ciascuna canzone, consultare la voce relativa al singolo o all'album di riferimento che la contiene oppure

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Brani musicali di Mina.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

L'anno indicato è quello di pubblicazione nell'album di riferimento, se omesso si intende 1968.

Lato A
  1. I discorsi – 3:06 (testo: Mina – musica: Augusto Martelli; edizioni musicali Southern)1967
  2. Se stasera sono qui – 3:32 (testo: Mogol – musica: Luigi Tenco; edizioni musicali Radio Record Ricordi)
  3. Silenzioso slow (Abbassa la tua radio per favor) – 2:58 (testo: Alfredo Bracchi – musica: Giovanni D'Anzi; edizioni musicali Curci)
  4. Non ti scordar di me – 2:23 (testo: Domenico Furnò – musica: Ernesto De Curtis; edizioni musicali Suvini-Zerboni)
  5. Canzone per te – 3:35 (testo: Sergio Bardotti, Sergio Endrigo – musica: Sergio Endrigo, Luis Enriquez Bachalov; edizioni musicali Usignolo)
  6. Io che amo solo te – 3:11 (Sergio Endrigo; edizioni musicali RCA Italiana)
Lato B
  1. La canzone di Marinella – 3:11 (Fabrizio De André; edizioni musicali Barracuda)1967
  2. Roma, nun fa' la stupida stasera – 2:29 (testo: Garinei e Giovannini – musica: Armando Trovajoli; edizioni musicali C.A.M.)
  3. Ma l'amore no – 3:35 (testo: Michele Galdieri – musica: Giovanni D'Anzi; edizioni musicali Curci)
  4. Il cielo in una stanza (versione acustica) – 2:29 (Gino Paoli; edizioni musicali Fama)
  5. Munasterio 'e Santa Chiara – 2:34 (testo: Michele Galdieri – musica: Alberto Barberis; edizioni musicali La Canzonetta)
  6. 'O sole mio – 3:44 (testo: Giovanni Capurro – musica: Eduardo Di Capua, Alfredo Mazzucchi; edizioni musicali Bideri)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Discografia album, Mina Mazzini, sito ufficiale. URL consultato il 22 febbraio 2017.
  2. ^ I discorsi, in Discografia Nazionale della Canzone Italiana, ICBSA. URL consultato il 22 febbraio 2017.
  3. ^ Classifica annuale vendite album 1969, Hit Parade Italia. URL consultato il 22 febbraio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]