Tintarella di luna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tintarella di luna
Tintarella di luna Mina 1960.jpg
Artista Mina
Tipo album Studio
Pubblicazione marzo 1960
Durata 30:25
Dischi 1
Tracce 12
Genere Folk
Pop
Musica leggera
Etichetta Italdisc LPMH 181
Registrazione mono
Formati LP, CD
Mina - cronologia
Album successivo
(1960)

Tintarella di luna è il primo album della cantante italiana Mina, pubblicato dall'etichetta discografica Italdisc nel marzo 1960.[2][3]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Per una consuetudine discografica del periodo anche questo primo LP, come quelli pubblicati immediatamente dopo dall'Italdisc e dalla Ri-Fi, è una "raccolta" di brani già editi in precedenza su Ep e 45 giri, piuttosto che un insieme di inediti. Tuttavia, come accade nella discografia ufficiale, si fa comunemente riferimento a questo disco come all'album di debutto dell'artista.

Il titolo MINA riportato sulla copertina, sembrerebbe suggerire un album eponimo, è invece Tintarella di luna, dal famoso brano che apre il secondo lato, a fornire la denominazione ufficiale al disco.[2]

Stampato anche con copertina gialla e intitolato 12 Successi, ha stesso lo ordine dei brani e numero di catalogo.[4]

Pubblicato su CD nel 1992 dalla Raro! Records prima singolarmente (526 876-2) e poi insieme a Il cielo in una stanza e Due note per un cofanetto (74321-10026-2) che raccoglie i primi tre album della cantante.

Nel 2009 è stato rimasterizzato su vinile da 180 grammi da Italdisc, Carosello e Halidon (catalogo HCLP 06 per tutte le etichette), in un'edizione che sull'etichetta riproduce in miniatura la copertina originale rossa.

Nel 2010 tutti brani dei singoli ufficiali presenti nella discografia italiana sono stati raccolti in una antologia in due volumi, ciascuno da tre CD; tutte le canzoni di questo album sono contenute in Ritratto: I singoli Vol. 1.[5]

Nel 2011 è stato reso disponibile da Halidon in versione digitale, sia per il download (HMP3-6609), sia su CD (H6609).[6]

La raccolta per il mercato straniero Notre etoile del 1999 contiene Folle girouette e Un petit claire de lune, versioni in francese rispettivamente di Folle banderuola e Tintarella di luna.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

L'anno indicato è quello di pubblicazione del singolo, se omesso si intende 1959.

Lato A
  1. Folle banderuola (arrangiamento Piero Gosio) – 2:20 (Gianni Meccia; edizioni musicali Ariston)
  2. È vero (arrangiamento Piero Gosio) – 3:00 (testo: Nicola Salerno – musica: Umberto Bindi; edizioni musicali Ariston) – 1960
  3. Whisky – 2:46 (testo: Aldo Alberini – musica: Daisy Lumini; edizioni musicali S. Cecilia)
  4. My Crazy Baby – 2:35 (testo: Mina – musica: Yaşar Güvenir, Albrecht Marcuse 'Rolf Marbot'; edizioni musicali Southern Music)
  5. Nessuno (arrangiamento I Solitari) – 2:14 (testo: Antonietta De Simone – musica: Edilio Capotosti, Vittorio Mascheroni; edizioni musicali Melodi)
  6. Ho scritto col fuoco (arrangiamento Giulio Libano) – 2:22 (testo: Vito Pallavicini – musica: Pino Massara; edizioni musicali S. Cecilia)
Lato B
  1. Tintarella di luna (arrangiamento Tony De Vita) – 3:00 (testo: Franco Migliacci – musica: Bruno De Filippi; edizioni musicali Accordo)
  2. La verità – 2:06 (testo: Umberto Bertini – musica: Enzo Di Paola, Sandro Taccani; edizioni musicali Tiber)
  3. Non sei felice – 2:18 (testo: Riccardo Vantellini – musica: Giuseppe Perotti; edizioni musicali Nazionale) – 1960
  4. Piangere un po' – 2:27 (testo: Leo Chiosso "Roxy Bob" – musica: Umberto Prous; edizioni musicali Peer)
  5. La luna e il cow boy – 2:36 (testo: Nicola Salerno – musica: Vittorio Buffoli; edizioni musicali Melodi)
  6. Vorrei sapere perché[7] – 2:41 (testo: Piero Vivarelli, Lucio Fulci – musica: Adriano Celentano, Ezio Leoni; edizioni musicali Mascotte)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La discografia precedente è composta esclusivamente da EP.
  2. ^ a b Discografia album, Mina Mazzini, sito ufficiale. URL consultato il 7 ottobre 2016.
  3. ^ Tintarella di luna, in Discografia Nazionale della Canzone Italiana, ICBSA. URL consultato il 7 ottobre 2016.
  4. ^ Navigare: discografia LP/CD - 1960/1969 - Tintarella di luna; fare clic sull'immagine, staseraioqui.altervista.org. URL consultato il 29 ottobre 2016.
  5. ^ Dal 2012 tutte le raccolte NON fanno più parte della discografia ufficiale.
  6. ^ Musica/Mina: Tintarella di luna, Halidon srl. URL consultato il 2 gennaio 2017.
  7. ^ Titolo riportato sulla copertina: Vorrei saper perché.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]