Moliendo café (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Moliendo café
Moliendo café Mina 1962.jpg
ArtistaMina
Tipo albumStudio
Pubblicazioneaprile 1962
Durata33:20 (31:48)[1]
Dischi1
Tracce12
GenereFolk
Pop
Musica leggera
EtichettaItaldisc LPMH 184
Registrazionemono
FormatiLP, CD
Mina - cronologia
Album precedente
(1961)
Album successivo
(1962)

Moliendo café è il quarto album ufficiale della cantante italiana Mina, pubblicato su LP dall'etichetta Italdisc ad aprile del 1962.[2]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

"Raccolta" di canzoni, già edite su 45 giri, che prende il nome dal titolo del brano di apertura, Moliendo café, cover di un pezzo scritto nel 1958 da Hugo Blanco, diventato in seguito un grande successo internazionale.

Altre cover in lingua originale: Summertime in inglese e Sciummo in dialetto napoletano; Chi sarà (Sway / ¿Quién será?) è invece cantata in italiano.

La brano Il palloncino inciso da Mina in spagnolo, con il titolo El goblito, si trova nelle raccolte Mina canta in spagnolo (1995) e Mina latina due (1999).[3]

Tranne Moliendo café arrangiata da Piero Gosio, Giochi d'ombre che proviene dalla colonna sonora del film Leoni al sole (1961) curata da Fiorenzo Carpi e Summertime, tutti gli altri arrangiamenti sono di Tony De Vita che accompagna Mina con la sua orchestra.

Questo album è stato pubblicato su CD nel 1992 dalla Raro! Records (528 620-2) con il titolo Soltanto ieri. Tutti i suoi brani sono presenti rimasterizzati nell'antologia in 3 CD Ritratto: I singoli Vol. 2, pubblicata dalla Carosello Records nel 2010.[3]

La versione destinata al mercato statunitense, intitolata Mina Sings (Vesuvius LP 4409/ST), elimina l'unica canzone in lingua inglese, Summertime, per far posto a Folle banderuola in fondo al lato B.[4]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

L'anno indicato è quello di pubblicazione del singolo, se omesso si intende 1961.

Lato A
  1. Moliendo café – 2:57 (testo: Hugo Blanco – musica: José Manzo Perroni, Hugo Blanco; edizioni musicali Curci)
  2. Soltanto ieri – 3:25 (testo: Leo Chiosso – musica: Lelio Luttazzi; edizioni musicali Suvini-Zerboni)
  3. Quando c'incontriamo – 3:00 (testo: Gian Carlo Testoni – musica: Vittorio Buffoli; edizioni musicali Peer)
  4. Giochi d'ombre – 2:51 (testo: Vittorio Caprioli – musica: Fiorenzo Carpi; edizioni musicali C.A.M.)
  5. Il palloncino – 2:07 (testo: Roxy Bob – musica: Umberto Prous; edizioni musicali Orchestralmusic) – 1962
  6. Il tempo – 2:37 (testo: Alberto Testa – musica: Tony De Vita; edizioni musicali Curci) – 1962
Lato B
  1. Champagne Twist – 2:32 (testo: Dino Verde – musica: Bruno Canfora; edizioni musicali Curci) – 1962
  2. Summertime – 3:55 (testo: DuBose Heyward, Ira Gershwin – musica: George Gershwin; edizioni musicali Warner Chappell)
  3. Chi sarà (¿Quién será?) – 2:16 (testo: Enzo Luigi Poletto – musica: Pablo Beltrán Ruiz; edizioni musicali Southern Music)
  4. Tu sei mio – 2:16 (testo: Roxy Bob – musica: Umberto Prous; edizioni musicali Orchestralmusic)
  5. Sciummo – 2:45 (testo: Lucillo – musica: Carlo Concina; edizioni musicali Leonardi)
  6. Cubetti di ghiaccio – 2:39 (testo: Leo Chiosso – musica: Gigi Cichellero; edizioni musicali Tiber)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le durate sono quelle effettive dei lati sui singoli sommate, la prima conteggiando per Moliendo café 2:57, la seconda 1:24 (valore poco verosimile). In ogni caso il CD dura 6 secondi in meno del totale dei singoli.
  2. ^ Discografia album, Mina Mazzini, sito ufficiale. URL consultato il 2 novembre 2016.
  3. ^ a b Dal 2012 tutte le raccolte NON fanno più parte della discografia ufficiale.
  4. ^ (EN) Edizione USA, su Discogs, Zink Media. URL consultato il 31 gennaio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]