Bau (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bau
Bau cover.jpg
ArtistaMina
Tipo albumStudio
Pubblicazione24 novembre 2006
Durata59:57
Dischi1
Tracce13
GenerePop
EtichettaPDU/GSU. Distr. Sony
Registrazionestudi GSU di Lugano
Certificazioni
Dischi di platinoItalia Italia (2)[1]
(Vendite: 160.000+)
Mina - cronologia
Album precedente
(2006)
Album successivo
(2007)

« Così vedrai nelle cose da niente, ritroverai tra le sorprese, il chiaroscuro delle cose... »

(Per poco che sia)

Bau, pubblicato nel 2006, è un album della cantante italiana Mina.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il disco è stato pubblicato il 24 novembre 2006[2][3], ma è stato inserito in anteprima in alcuni modelli di cellulari Nokia a partire dal 17 novembre, giorno di presentazione dell'album alla stampa.[4][5] La canzone Mogol Battisti è stata usata anche nella pubblicità di Conad, con il titolo di Io ringrazio il cielo, cantata da Enzo Draghi. Il secondo singolo estratto dall'album nel febbraio 2007, Alibi, viene diffuso anche con un videoclip diretto da Anthony LaMolinara, premio Oscar per gli effetti speciali di Spider-Man 2.[1]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Mogol Battisti (con Andrea Mingardi) - 4:04 - (Andrea Mingardi-Maurizio Tirelli)
  2. Sull'Orient Express - 3:48 - (Andrea Mingardi-Maurizio Tirelli)
  3. Johnny scarpe gialle - 4:54 - (Andrea Mingardi-Maurizio Tirelli)
  4. Nessun altro mai - 4:32 - (Andrea Mingardi-Maurizio Tirelli)
  5. Alibi - 3:42 - (Ania-Luca Rustici)
  6. Per poco che sia - 3:29 - (Samuele Cerri-Mattia Gysi-Axel Pani)
  7. The end - 3:47 - (Andrea Mingardi-Maurizio Tirelli)
  8. Un uomo che mi ama - 6:18 - (Maurizio Morante)
  9. L'amore viene e se ne va - 4:40 - (Andrea Mingardi-Maurizio Tirelli)
  10. Fai la tua vita - 5:05 - (Giancarlo Bigazzi-Marco Falagiani)
  11. Inevitabile - 4:48 - (Andrea Mingardi-Maurizio Tirelli)
  12. Come te lo devo dire - 4:50 - (Agostino Guarino)
  13. Datemi della musica - 5:38 - (Andrea Mingardi)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2006-07) Posizione
massima
Grecia[6] 42
Italia[7] 5

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b In breve, in La Stampa, 13 febbraio 2007, p. 39. URL consultato il 25 aprile 2011.
  2. ^ Raffaella Silipo, Mina, rimembri ancora, in La Stampa, 2 novembre 2006, p. 29. URL consultato il 21 dicembre 2017.
  3. ^ Marinella Venegoni, Nel mistero gaudioso di Mina ecco «Bau», una festa di musica, in La Stampa, 17 novembre 2006, p. 30. URL consultato il 21 dicembre 2017.
  4. ^ Se telefonando...: ‘Bau’ di Mina nei telefonini prima che nei negozi, in Rockol, 17 novembre 2006. URL consultato il 21 dicembre 2017.
  5. ^ Alessio Brunialti, Se telefonando... Mina fa "Bau", in Libero, 17 novembre 2006. URL consultato il 21 dicembre 2017.
  6. ^ (EL) Top 50 Ξένων Aλμπουμ - 28/1-3/2/2007, IFPI Greece. (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2007).
  7. ^ Classifica Fimi del 24 novembre 2006, su fimi.it. URL consultato il 29 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]