Mina Fossati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mina Fossati
Mina Fossati.jpg
ArtistaMina, Ivano Fossati
Tipo albumStudio
Pubblicazione22 novembre 2019
Durata43:10
GenereMusica d'autore
EtichettaPDU, Il Volatore, Sony Music
ProduttoreMassimiliano Pani
RegistrazioneLugano, 2017-2019
FormatiCD, Deluxe, LP, download digitale, streaming
Certificazioni
Dischi di platinoItalia Italia[1]
(vendite: 50 000+)
Mina - cronologia
Album successivo
Singoli
  1. Tex-Mex
    Pubblicato: 7 novembre 2019
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Rockol 4/5 stelle
Newsic 4/5 stelle
All Music Italia 3/5 stelle

Mina Fossati è un album-evento della cantante italiana Mina e del cantautore Ivano Fossati, pubblicato il 22 novembre 2019 dalla PDU, Il Volatore e distribuito da Sony Music.[2] Il disco è composto da 11 tracce, tutte scritte da Fossati appositamente per Mina.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 Mina e Fossati avevano pensato di realizzare un album insieme, si erano incontrati in un ristorante di Milano e avevano trovato un accordo sul progetto, che però non andò mai in porto, anche a causa del non-entusiasmo dimostrato dai discografici.[4] Come ha raccontato Fossati nella presentazione del disco, nel 2017 Mina lo chiama confessandogli che stava ancora pensando a questo progetto.

Dopo un'iniziale titubanza, dovuta alla sua decisione di ritirarsi definitivamente dalle scene nel 2011, Fossati accetta, spinto anche dalla moglie, la quale gli ha giurato di divorziare se avesse rifiutato la proposta di Mina. Così, dal 2017 fino al 2019, Fossati ha scritto 12 canzoni appositamente per questo progetto, sotto i consigli della Tigre di Cremona, la quale "non canta qualsiasi cosa", come ha affermato il cantautore. Tra queste 12 canzoni, solo una è stata scartata perché ritenuta da entrambi "troppo dolciastra".

Fossati ha rivelato che Mina è una persona adorabile, che non ha mai imposto le sue idee, ma anzi, gliele proponeva dicendo: "secondo me si potrebbe fare così, ma se non vuoi io la canto lo stesso". A tal proposito, il cantautore ha confessato di non aver dormito due notti per realizzare un suo suggerimento.[5]

Fossati ha anche dichiarato: «La particolarità di Mina è che alla base di ogni sua emissione, ogni sua nota, c'è il pensiero. Spesso mi ritrovavo a incidere di nuovo la mia voce dopo aver sentito la registrazione di Mina, non è che fosse una gara, è chiaro, ma sentire lei mi spingeva continuamente a migliorarmi. Io inoltre ho bisogno di molte sillabe brevi e di note brevi, di una maggiore concentrazione di parole dunque, lei invece al contrario ha bisogno di note lunghe e di meno sillabe: la mia sfida è stata lavorare sui concetti per renderglieli più cantabili. Lei non ha preteso niente, ha un rispetto totale della mia scrittura, ma io volevo fare nel migliore dei modi, a costo di star sveglio due notti ad abbreviare qualche verso per riuscire a non modificare il senso di un passaggio cruciale di una canzone».[6]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il disco è composto da 11 tracce nella versione standard e 14 nella versione deluxe. Si passa dalle ballad al R&B, dal blues al rock, dal funk, soul alle voci robotiche e ai ritmi africani.[7] Il filo conduttore dell'album è il tema del presente. Tutte le canzoni sono state scritte da Ivano Fossati, gli arrangiamenti sono di Massimiliano Pani, figlio di Mina, gli archi diretti da Celso Valli.[8] Le immagini del disco sono state realizzate da Mauro Balletti e la grafica è stata curata da Giuseppe Spada. Il titolo è stato deciso da Mina fin dall'ideazione del progetto.[9] La canzone preferita di Mina è "L'infinito di stelle", mentre quella di Ivano Fossati "L'uomo perfetto".[10]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

L'album è disponibile in 7 versioni: Digipak, Deluxe Hardcover Book, Vinile (Black), Vinile (Coloured), Special Vinyl Box Set Edition, Streaming e Download digitale.[11][12] La versione deluxe contiene 3 tracce bonus: due versioni di "Settembre", l'originale di Fossati e una interpretata da Mina, e una versione con archi de "La guerra fredda".[13]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

L'album è stato annunciato ufficialmente il 24 settembre 2019.[14] Il 6 novembre è stato pubblicato il primo estratto "Tex-Mex", con relativo videoclip di Mauro Balletti. Nello stesso giorno è stato diffuso il nuovo trailer del film La dea fortuna di Ferzan Özpetek, in cui fa da colonna sonora il brano Luna diamante contenuto nel disco.[15]

Il 18 novembre è stato realizzato un evento di presentazione del disco al Conservatorio di Milano, con la presenza di Ivano Fossati e Massimiliano Pani.[16] Il 24 novembre è andato in onda su Rai 1 lo speciale "Mina Fossati: così vicini, così lontani" realizzato da Vincenzo Mollica.[17]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

L'album è stato accolto positivamente dalla critica e dalla stampa. Nel giorno di pubblicazione, Mina Fossati ha raggiunto la 3ª posizione su iTunes Italia ed è entrato nelle classifiche di paesi come Spagna, Francia, Svizzera, Stati Uniti.[18] C'è chi lo ha definito "un progetto destinato a fare scuola e storia"[19]. Rockol ha valutato il disco con 4 stelle su 5,[20] Newcic con 8/10[21], All Music Italia con un punteggio di 6/10 definendolo un gran disco, di altà qualità, con testi interessanti ma che, al suo interno, non contiene nessuna canzone che spicca realmente.[22] La Stampa ha elogiato il disco, in particolare il brano "Come volano le nuvole".[23] Famiglia Cristiana lo ha definito "quasi un capolavoro".[24]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Ivano Fossati.

  1. L'infinito di stelle – 3:44
  2. Farfalle – 2:59
  3. Ladro – 3:51
  4. Come volano le nuvole – 4:14
  5. La guerra fredda – 4:24
  6. Luna diamante – 4:34
  7. Tex-Mex – 4:03
  8. Amore della domenica – 4:04
  9. Meraviglioso è tutto qui – 3:16
  10. L'uomo perfetto – 4:18
  11. Niente meglio di noi due – 3:43

Durata totale: 43:10

Versione deluxe
  1. Settembre (Mina) – 3:21
  2. Settembre (Ivano Fossati) – 3:07
  3. La guerra fredda (con archi) – 4:25

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2019) Posizione
massima
Italia[25] 2
Svizzera[26] 26

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2019) Posizione
Italia[27] 24

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mina Fossati (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  2. ^ Mina e Ivano Fossati insieme in un album a due voci - Musica, su Agenzia ANSA, 24 settembre 2019. URL consultato il 20 novembre 2019.
  3. ^ Raffaella Oliva, Mina, Fossati e l'album di inediti:, su iO Donna, 2 ottobre 2019. URL consultato il 21 novembre 2019.
  4. ^ Ivano Fossati, Parla Mina: «Salvata dalle maledette canzonette». Su 7 il dialogo esclusivo con Fossati, su Corriere della Sera, 22 novembre 2019. URL consultato il 24 novembre 2019.
  5. ^ Ivano Fossati e Mina la conferenza stampa al Conservatorio. URL consultato il 21 novembre 2019.
  6. ^ Mina e Fossati sono riusciti a fare un disco sulla contemporaneità, su Rolling Stone Italia, 19 novembre 2019. URL consultato il 21 novembre 2019.
  7. ^ Mina e Fossati insieme in un album che recupera il valore dell' 'hic et nunc', su 361magazine, 19 novembre 2019. URL consultato il 21 novembre 2019.
  8. ^ L'album Mina Fossati raccontato canzone per canzone, su All Music Italia, 19 novembre 2019. URL consultato il 21 novembre 2019.
  9. ^ MINA FOSSATI o della serena età, su Nuova ciminiera. URL consultato il 25 novembre 2019.
  10. ^ Ivano Fossati su Mina Fossati. URL consultato il 25 novembre 2019.
  11. ^ Risultati ricerca, su www.ibs.it. URL consultato il 21 novembre 2019.
  12. ^ Mina Fossati di Mina & Ivano Fossati. URL consultato il 21 novembre 2019.
  13. ^ Mina Fossati, Pdu, 22 novembre 2019. URL consultato il 21 novembre 2019.
  14. ^ Mina e Fossati insieme in album a 2 voci - Ultima Ora, su Agenzia ANSA, 24 settembre 2019. URL consultato il 21 novembre 2019.
  15. ^ 'La dea fortuna', la voce di Mina per Ferzan Ozpetek - trailer, su Repubblica Tv - la Repubblica.it, 7 novembre 2019. URL consultato il 21 novembre 2019.
  16. ^ Per Mina e Fossati, il Conservatorio di Milano diventa una silent arena, su Radio Italia. URL consultato il 21 novembre 2019.
  17. ^ Speciale Tg1, su RAI Ufficio Stampa. URL consultato il 25 novembre 2019.
  18. ^ Mina Chart Positions on iTunes/Spotify/YouTube, su kworb.net. URL consultato il 24 novembre 2019.
  19. ^ Nico Donvito, Mina Fossati, un progetto destinato a fare scuola e storia, su Recensiamo Musica, 21 novembre 2019. URL consultato il 24 novembre 2019.
  20. ^ Rockol com s.r.l, √ Mina Fossati, canzone per canzone, su Rockol. URL consultato il 24 novembre 2019.
  21. ^ Recensione: MINA FOSSATI - Mina Fossati, su Newsic.it, 21 novembre 2019. URL consultato il 24 novembre 2019.
  22. ^ Mina Fossati - Recensione dell'album più atteso dell'anno, su All Music Italia, 21 novembre 2019. URL consultato il 24 novembre 2019.
  23. ^ Vi consiglio “Come volano le nuvole” di Mina e Fossati: melodia, voci eccezionali e testi intelligenti - La Stampa, su lastampa.it, 25 novembre 2019. URL consultato il 25 novembre 2019.
  24. ^ Mina e Ivano Fossati, il nuovo album canzone per canzone, su Famiglia Cristiana. URL consultato il 25 novembre 2019.
  25. ^ Classifica settimanale WK 48 (dal 22.11.2019 al 28.11.2019), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 29 novembre 2019.
  26. ^ (DE) Mina & Ivano Fossati - Mina Fossati, Schweizer Hitparade. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  27. ^ TOP OF THE MUSIC FIMI/GfK 2019: UN ANNO CON LA MUSICA ITALIANA, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 7 gennaio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]