Brie Larson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brie Larson nel 2013
Statuetta dell'Oscar Oscar alla miglior attrice 2016

Brianne Sidonie Desaulniers, nota come Brie Larson (Sacramento, 1º ottobre 1989), è un'attrice e cantautrice statunitense.

Ha iniziato la sua carriera come attrice in televisione, debuttando al The Tonight Show nel 1998. Dopo una serie di film commerciali, ha iniziato ad ottenere consensi per il suo ruolo nella commedia Hoot (2006), Lo stravagante mondo di Greenberg (2010), Scott Pilgrim vs. the World (2010) e 21 Jump Street (2012). Dal 2009 al 2011, ha preso parte nel cast della serie tv United States of Tara. Nel 2013, ha ottenuto il riconoscimento pubblico per il suo ruolo nel film indipendente Short Term 12.

Nel 2015, ha ricevuto grandi consensi per la sua interpretazione di Joy "Ma" Newsome nel film Room, per il quale vince numerosi premi tra cui il Golden Globe per la migliore attrice in un film drammatico, il BAFTA alla migliore attrice protagonista, uno Screen Actors Guild Award e il Premio Oscar come migliore attrice protagonista, alla sua prima nomination.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Per i suoi studi, Brie Larson è stata la più giovane studente dell'American Conservatory Theater. Ha debuttato in cinema e in televisione sin da bambina, e la sua carriera è iniziata nel 1999 con una serie di apparizioni televisive. Tra il 2001 e il 2002 è tra gli interpreti principali della serie televisiva Raising Dad. Nel 2003 interpreta un ruolo nel film TV Right on Track, di Disney Channel. Dal 2009 è tra gli attori principali della serie United States of Tara. Come cantante nel 2004 ha pubblicato l'album Finally Out of P.E., da cui ha estratto due singoli, e ha firmato contratti con la Universal Records e la Casablanca Records.

Larson ha ottenuto ruoli più maturi nei film Lo stravagante mondo di Greenberg, Scott Pilgrim vs. the World, 21 Jump Street, Don Jon, The Spectacular Now e nella serie tv United States of Tara. Ha recitato inoltre in 30 anni in un secondo, Sleepover, Hoot e House Broken. Nel 2013 è protagonista del film Short Term 12, per la cui interpretazione drammatica vince il premio per la miglior interpretazione femminile al Festival del film Locarno.

La Larson è stata lodata con la sua interpretazione nel film Room, pellicola che le è valsa numerosi riconoscimenti tra cui il Golden Globe per la migliore attrice in un film drammatico, uno Screen Actors Guild Award come miglior attrice cinematografica, un BAFTA alla migliore attrice protagonista, un Critics Choice Award e il Premio Oscar come miglior attrice protagonista, ottenuto alla prima nomination.[1]

Nel 2016 viene scelta come interprete di Carol Danvers / Captain Marvel nel film Captain Marvel dei Marvel Studios, previsto per il marzo 2019.[2]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2013 la Larson ha una relazione col cantante Alex Greenwald,[3] con il quale si fidanza ufficialmente nel maggio 2016.[4] Nel febbraio 2016, in un intervista per Elle, ha dichiarato di non parlare con suo padre da oltre 10 anni.[5]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2005 - She Said
  • 2005 - Life After You
  • 2006 - Falling Into History
  • 2006 - Shoebox

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar

Golden Globe

Premio BAFTA

Screen Actors Guild Award

Satellite Awards

Independent Spirit Award

Critics' Choice Movie Award

National Board of Review Awards

MTV Movie Award

The Gotham Independent Film Awards

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Oscar 2016, miglior attrice protagonista Brie Larson per Room, ansa.it, 29 febbraio 2016. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  2. ^ (EN) Anthony Breznican, Brie Larson officially announced as Captain Marvel, su Entertainment Weekly, 23 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  3. ^ Anne Helen Petersen, Brie Larson is Ready, su Buzzfeed, 16 ottobre 2015. URL consultato il 19 ottobre 2015.
  4. ^ Brie Larson si sposa, vanityfair.it, 10 maggio 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.
  5. ^ Talia Weisner, Brie Larson Hasn't Spoken to Her Father in 10 Years, EOnline.com, 9 febbraio 2016. URL consultato il 9 febbraio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar alla migliore attrice Successore
Julianne Moore
per Still Alice
2016
per Room
In carica
Controllo di autorità VIAF: (EN78534334 · LCCN: (ENno2006065250 · GND: (DE1026095433 · BNF: (FRcb169176185 (data)