Claudette Colbert

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Claudette Colbert, all'anagrafe Émilie Claudette Chauchoin, detta Lily (Saint-Mandé, 13 settembre 1903Speightstown, 30 luglio 1996), è stata un'attrice francese naturalizzata statunitense, nota per aver ricoperto il ruolo di protagonista nel film di Frank Capra Accadde una notte, in coppia con Clark Gable, grazie a cui vinse l'Oscar alla miglior attrice nel 1935.

L'American Film Institute ha inserito la Colbert al dodicesimo posto tra le più grandi star della storia del cinema.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gary Cooper e Claudette Colbert nel 1931 in Il capitano (His Woman) di Edward Sloman

Francese di nascita (i suoi genitori si trasferirono negli Stati Uniti quando lei aveva solo cinque anni), lavorò come stenografa e debuttò in teatro nei primi anni venti come scenografa. Nel 1923 realizzò la sua ambizione di diventare attrice con la commedia The Wild Westcotts di A. Morrisons. Dotata di una splendida chioma bruna, di un sorriso solare e di una naturale eleganza, venne messa sotto contratto dal produttore Al Woods e interpretò una dozzina di parti nel ruolo di protagonista, lavorando anche con Walter Huston. La sua interpretazione dello spettacolo Lou in the Barker di K. Nicholson (1927) fu il suo più grande successo[2].

Notata dal cinema, debuttò con Per l'amore di Mike (1927) di Frank Capra. Girò i suoi primi film a New York, recitando al fianco di attori come Maurice Chevalier, Fredric March (con cui lavorerà più volte), Adolphe Menjou, Herbert Marshall, Charles Boyer. Interprete versatile, riuscì a spaziare da ruoli di commediante maliziosa a personaggi di femme fatale come la Poppea de Il segno della croce (1932), dove fece un celebratissimo bagno nel latte di asina, e la Cleopatra del film omonimo; in entrambe le pellicole fu diretta da Cecil B. DeMille.

Nel 1934 diventò una star grazie alla sua vivace interpretazione di una capricciosa ereditiera nella commedia Accadde una notte (1934) di Frank Capra, accanto a Clark Gable, ruolo per cui ottenne un premio Oscar alla miglior attrice. Si racconta che la Colbert, subentrata a Myrna Loy nella parte, non avrebbe partecipato alla cerimonia di premiazione degli Oscar perché si trovava in treno, dubbiosa di poter vincere il premio. Negli anni seguenti l'attrice apparve con eguale successo nella commedia - Ritrovarsi (1942) di Preston Sturges, Io e l'uovo (1947) di Chester Erskine - e nel melodramma - Lo specchio della vita (1934) di John M. Stahl -, fino al genere noir - Donne e veleni (1948) di Douglas Sirk.

A partire dai primi anni cinquanta, dopo una acclamata interpretazione nel ruolo della prigioniera di un campo di concentramento giapponese nel dramma ...e la vita continua (1950) di Jean Negulesco, l'attrice abbandonò progressivamente il cinema, nel 1961 interpretò il ruolo della madre del protagonista nel film Vento caldo ma data la scarsa attenzione della stampa nei suoi confronti iniziò a privilegiare il teatro. Un suo grande successo fu nella commedia Aren't We Wall? di Frederick Longsdale interpretata nel 1985 al fianco di Rex Harrison. Restò attiva fino a pochi anni prima della sua morte, avvenuta nella sua residenza nell'isola di Barbados.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Kennedy Center Honors - nastrino per uniforme ordinaria Kennedy Center Honors
— 1989
Ellis Island Medal of Honor - nastrino per uniforme ordinaria Ellis Island Medal of Honor

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Claudette Colbert in Pescicani - Contrabbando giallo
Nel film Tovarich del 1937
Targa commemorativa a Saint-Mandé, città natale di Claudette Colbert

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Lydia Simoneschi in Mia moglie si sposa, ...e la vita continua, Abbandonata in viaggio di nozze, Vento caldo, Io e l'uovo, La febbre del petrolio, La campana del convento, Lady Texas e nel doppiaggio originario di La signora di mezzanotte
  • Giovanna Scotto in Da quando te ne andasti, Arrivederci in Francia, In fondo al cuore, Tovarich (riedizione) e nei doppiaggi originari di La più grande avventura e Donne e veleni
  • Marcella Rovena in Cleopatra (entrambi i doppiaggi), Non c'è tempo per l'amore, Il segno della croce (riedizione), Incontro a Parigi, Sorelle in armi (riedizione)
  • Andreina Pagnani in California Express, Conta solo l'avvenire, Nozze infrante
  • Nella Maria Bonora in Accadde una notte, Sorelle in armi
  • Tina Lattanzi in Questo mondo è meraviglioso
  • Laura Carli in Ritrovarsi
  • Lorenza Biella in La più grande avventura (ridoppiaggio)
  • Germana Dominici in L'ottava moglie di Barbablù (ridoppiaggio)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) AFI's 50 Greatest American Screen Legends, American Film Institute. URL consultato il 16 novembre 2014.
  2. ^ delteatro.it, Colbert http://www.delteatro.it/dizionario_dello_spettacolo_del_900/c/colbert.php¢titolo=Claudette Colbert. URL consultato il 4 novembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN88078262 · ISNI (EN0000 0003 6859 2586 · LCCN (ENn84151653 · GND (DE130343234 · BNF (FRcb13992028v (data) · NLA (EN35225271