La gloria del mattino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La gloria del mattino
Titolo originale Morning Glory
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1933
Durata 74 min
Colore B/N
Audio Mono (RCA Victor System)
Rapporto 1,37 : 1
Genere commedia, drammatico
Regia Lowell Sherman
Soggetto dal lavoro teatrale di Zoe Akins
Sceneggiatura Howard J. Green
Produttore Pandro S. Berman
Produttore esecutivo Merian C. Cooper
Casa di produzione RKO Radio Pictures
Fotografia Bert Glennon
Montaggio William Hamilton
Effetti speciali Harry Redmond Sr.
Musiche Max Steiner
Scenografia Ray Moyer
Costumi Walter Plunkett (non accreditato)
Trucco Mel Berns
Interpreti e personaggi

La gloria del mattino (Morning Glory) è un film del 1933, diretto da Lowell Sherman. La protagonista è una giovane attrice interpretata da Katharine Hepburn che, con questo ruolo, vinse il suo primo premio Oscar.

La storia, tratta da una commedia di Zoë Akins, venne portata ancora sullo schermo nel 1958 da Sidney Lumet con Fascino del palcoscenico (Stage Struck). Nel ruolo di Eva Lovelace, una giovane Susan Strasberg.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'attricetta Eva Lovelace vuole avere successo a tutti i costi. Dopo un esordio tutt'altro che positivo (si ubriaca a un ricevimento e inizia a recitare brani di Amleto suscitando l'ilarità generale), capisce che deve darsi da fare per realizzare il suo sogno: inizia così a lavorare in teatro, sbrigando anche le faccende più umili, e intanto impara la parte da protagonista della pièce che sta per andare in scena. Proprio la sera del debutto, le viene chiesto di sostituire la prima attrice.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film, prodotto dalla RKO Radio Pictures, durarono dal 21 aprile al 12 maggio 1933[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il copyright del film, richiesto dalla RKO Radio Pictures, Inc. - la compagnia distributrice - fu registrato il 17 agosto 1933 con il numero LP4090[1]. Il film fu presentato in prima il 16 agosto 1933 per uscire poi nelle sale due giorni più tardi, il 18 agosto con il titolo originale Morning Glory. In Finlandia, fu distribuito il 2 settembre 1934 con il titolo Viattomuuden kukka. In Argentina e Spagna, il film prese il titolo Gloria de un día, in Austria quello di Das neue Gesicht, mentre il Italia fu ribattezzato La gloria del mattino e in Grecia To ximeroma tis doxis[2]

Nel 2007, la Warner Home Video e la Turner Entertainment distribuirono il film in DVD.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Morning Glory su AFI
  2. ^ IMDb

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alvin H. Marill, Katharine Hepburn - Storia illustrata del cinema, Milano Libri Edizioni, giugno 1976 (versione italiana di Katharine Hepburn, Pyramid Communications Inc., 1973)
  • (EN) Richard B. Jewell, Vernon Harbin: The RKO Story, Arlington House, 1982 Octopus Books Limited - ISBN 0-517-546566

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema