Bert Glennon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bert Glennon (a sinistra) con John Ford sul set del film Ombre rosse

Bert Glennon (Anaconda, 19 novembre 1893Sherman Oaks, 29 giugno 1967) è stato un direttore della fotografia statunitense candidato per tre volte all'Oscar: per La più grande avventura, Ombre rosse e Bombardieri in picchiata.

Lavorò con alcuni dei più grandi nomi tra i registi di Hollywood, come Cecil B. DeMille, John Ford, Josef von Sternberg, Ernst Lubitsch, Delmer Daves.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Robert Lawrence Glennon nasce nel Montana e frequenta la Stanford University, nel 1912 comincia a lavorare come assistente di camera e nel 1916 dopo la laurea entra nel cinema come fotografo. Lavora a diversi corto e medio metraggi dalla fine degli anni dieci fin quasi all'avvento del sonoro guadagnandosi la fama di professionista serio e preciso. Tra la fine degli anni venti e l'inizio del decennio successivo si ritaglia una breve parentesi registica, ma i deludenti risultati lo convincono a tornare alla sua professione originaria. Fra i suoi titoli più famosi si ricordano: Gabriel Over the White House di Gregory La Cava, L'imperatrice Caterina di Josef Von Sternberg, Ombre rosse di John Ford, Bombardieri in picchiata di Michael Curtiz per il quale fu candidato all'Oscar nel 1941 e La maschera di cera di André De Toth.

Conclude la carriera in televisione per cui inizia a lavorare negli anni cinquanta. I suoi ultimi lavori risalgono al 1963, quando firma alcune serie western e gli episodi di Indirizzo permanente, una serie tv tra le più popolari dei primi anni sessanta.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il figlio James (1942-2006), nato dal matrimonio con Mary Coleman, seguì le sue orme, diventando pure lui direttore della fotografia: La figlia di James, sua nipote Meghan, ha lavorato come attrice.

Bert Glennon morì il 29 giugno 1967 a causa di un attacco cardiaco.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Direttore della fotografia[modifica | modifica wikitesto]

Anni dieci[modifica | modifica wikitesto]

1920[modifica | modifica wikitesto]

1921[modifica | modifica wikitesto]

1922[modifica | modifica wikitesto]

1923[modifica | modifica wikitesto]

1924[modifica | modifica wikitesto]

1925[modifica | modifica wikitesto]

1926[modifica | modifica wikitesto]

1927[modifica | modifica wikitesto]

1928[modifica | modifica wikitesto]

1932[modifica | modifica wikitesto]

1933[modifica | modifica wikitesto]

1934[modifica | modifica wikitesto]

1935[modifica | modifica wikitesto]

1936[modifica | modifica wikitesto]

1937[modifica | modifica wikitesto]

1938[modifica | modifica wikitesto]

1939[modifica | modifica wikitesto]

1940[modifica | modifica wikitesto]

1941[modifica | modifica wikitesto]

1942[modifica | modifica wikitesto]

1943[modifica | modifica wikitesto]

1944[modifica | modifica wikitesto]

1945[modifica | modifica wikitesto]

1946[modifica | modifica wikitesto]

1947[modifica | modifica wikitesto]

1948[modifica | modifica wikitesto]

1949[modifica | modifica wikitesto]

  • Luce rossa (Red Light), regia di [Roy Del Ruth]] (1949)

1950[modifica | modifica wikitesto]

1951[modifica | modifica wikitesto]

1952[modifica | modifica wikitesto]

1953[modifica | modifica wikitesto]

1954[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN48246646 · LCCN: (ENn86075608 · ISNI: (EN0000 0001 1556 7876 · GND: (DE139223444 · BNF: (FRcb14048709h (data)