Loretta Young

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Loretta Young, nome d'arte di Gretchen Michaela Young (Salt Lake City, 6 gennaio 1913Santa Monica, 12 agosto 2000), è stata un'attrice cinematografica e televisiva statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Loretta Young nasce nel 1913, terza figlia di Gladys Royal e John Earle Young. I genitori si separano quando ha compiuto due anni e l'anno seguente si trasferisce con la madre e le sorelle a Hollywood.

Inizia a recitare fin da piccolissima, all'età di quattro anni, comparendo sullo schermo tra il 1917 e il 1921 in alcune pellicole mute. Anche le sorelle Polly Ann e Elizabeth Jane cominciano la loro carriera attoriale negli stessi anni come attrici bambine.

Ormai una giovane attrice, Loretta Young raggiunge la notorietà durante gli anni trenta, recitando in numerosi film drammatici e commedie brillanti, e conquistando il favore del pubblico grazie alle sue doti di simpatia innata, leggerezza e bellezza. Diviene una diva hollywoodiana di primo piano nel 1938, grazie al film Kentucky, che vale il premio Oscar al co-protagonista Walter Brennan.

Appare poi in ruoli da protagonista accanto ai maggiori divi dell'epoca, come David Niven in Eternamente tua (1939), Ray Milland in Notte bianca (1940), Gary Cooper ne Il magnifico avventuriero (1945), Cary Grant ne La moglie del vescovo (1947), Clark Gable ne La chiave della città (1950). Vince il premio Oscar come miglior attrice protagonista nel 1948 per La moglie celebre (1947).

Nel 1953 interpreta il suo ultimo ruolo sul grande schermo, per lavorare poi prevalentemente in televisione con una serie antologica dal titolo Letter to Loretta, per la quale vince tre Emmy Awards. Si ritira a vita privata nel 1962, ma riappare un'ultima volta in un film realizzato per la televisione nel 1989.

Loretta Young muore nel 2000, all'età di 87 anni, per un cancro alle ovaie, in casa della sorellastra Georgiana Montalbán, moglie dell'attore Ricardo Montalbán.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1935, a ventidue anni, Loretta Young, sul set de Il richiamo della foresta (1935), scopre di essere incinta di quella che sarà la figlia Judith, che seguirà le orme della madre con il nome di Judy Lewis, apparendo in numerose serie televisive degli anni sessanta e settanta. Il padre è l'attore Clark Gable, al tempo sposato con Maria "Ria" Langham. Loretta Young, cattolica credente, rifiuta l'aborto, ma tiene nascosta la gravidanza e dichiara di aver adottato la bambina, per evitare uno scandalo che avrebbe nuociuto alla carriera di entrambi.

Solo con la sua postuma biografia autorizzata, la Young conferma le voci da tempo circolanti sulla paternità di Gable. Nel 2015 la nuora Linda Lewis rivela la confessione fatta dall'attrice al figlio Christopher, suo marito, nel 1998: tra lei e Gable non c'era stato alcun legame sentimentale e Judith non era nata da un rapporto sessuale consensuale, ma da una violenza carnale[1].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Loretta Young nel film Difendo il mio amore (1936)

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggi moderni (ridoppiaggi o doppiaggi tardivi):

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anne Helen Petersen, Clark Gable Accused Of Raping Co-Star, BuzzFeeddata=12 luglio 2015. URL consultato il 9 marzo 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar alla migliore attrice Successore
Olivia de Havilland
per A ciascuno il suo destino
1948
per La moglie celebre
Jane Wyman
per Johnny Belinda
Controllo di autoritàVIAF: (EN7579518 · ISNI: (EN0000 0001 2119 6020 · LCCN: (ENn85306732 · GND: (DE119218771 · BNF: (FRcb139462526 (data)