Invincible (Michael Jackson)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Invincible

Artista Michael Jackson
Tipo album Studio
Pubblicazione 30 ottobre 2001
Durata 76 min : 59 s
Dischi 1
Tracce 16
Genere New jack swing
Soul
Disco
Dance
Pop
Rhythm and blues
Etichetta Epic Records
Produttore Michael Jackson, Darkchild, Teddy Riley, Eminem, Babyface e R. Kelly
Registrazione dal 1999 al 2001
Certificazioni
Dischi d'oro Austria Austria[1]
(Vendite: 25.000+)
Finlandia Finlandia[2]
(Vendite: 16.000+)
Polonia Polonia[3]
(Vendite: 50.000+)
Svezia Svezia[4]
(Vendite 20.000+)
Dischi di platino Australia Australia (2)[5]
(Vendite: 140.000+)
Francia Francia[6]
(Vendite: 300.000+)
Germania Germania[7]
(Vendite: 250.000+)
Norvegia Norvegia[8]
(Vendite: 50.000+)
Regno Unito Regno Unito[9]
(Vendite: 300.000+)
Stati Uniti Stati Uniti (2)[10]
(Vendite: 2.000.000+)
Svizzera Svizzera[11]
(Vendite: 50.000+)
Michael Jackson - cronologia
Album precedente
(1997)
Album successivo
(2003)
Singoli
  1. You Rock My World
    Pubblicato: 22 agosto 2001
  2. Cry
    Pubblicato: 3 dicembre 2001
  3. Butterflies
    Pubblicato: 8 febbraio 2002

Invincible è l'ultimo album in studio di Michael Jackson prima della morte, è stato pubblicato il 30 ottobre del 2001.

Con esso, il cantante prova a espandere la gamma di strumenti utilizzati all'interno dei propri album, anche grazie alle collaborazioni con i produttori Rodney Jerkins, Teddy Riley, e Dr. Freeze e le altre celebrità della musica mondiale come Carlos Santana, Brandy Norwood e la performance postuma di The Notorious B.I.G. in "Unbreakable".

I problemi con l'etichetta discografica[modifica | modifica sorgente]

Già tempo prima della pubblicazione dell'album, Jackson informò il capo della Sony Music Entertainment, Tommy Mottola, che lui non aveva intenzione di rinnovare il suo contratto discografico, firmato nel 1991, che era ormai sul punto di scadere.

Per sua risposta, Mottola boicottò tutti i singoli in uscita nel 2002, i video e le varie promozioni inerenti a quest'ultimo album. A causa di questo, Jackson criticò duramente la Sony denunciando la non tutela degli artisti afro-americani. Jackson apostrofò il capo della Sony Entertainment come "diabolico" e "razzista" che sfruttava gli artisti di colore per i suoi sporchi fini.

Il frutto dell'azione messa in atto dalla Sony fu di stroncare le vendite dell'album, dato che il budget per un video, fu garantito solo per il singolo You Rock My World (dove apparivano come cameo anche Marlon Brando, Michael Madsen e Chris Tucker), e tutti i singoli in progetto furono cancellati, portando alla precoce uscita dalle classifiche di Invincible.

Nel 2002, Jackson annunciò che Invincible sarebbe stato il suo ultimo album in studio pubblicato sotto la Epic Records. Poco dopo, Mottola fu licenziato.

Malgrado il boicottaggio, Invincible ha venduto circa 13 milioni di copie nel mondo.[senza fonte]

Vendite[modifica | modifica sorgente]

Essendo il suo primo album in studio dopo sei anni, le aspettative erano elevate. L'album ha esordito alla numero 1 su Billboard 200 album chart, vendendo 366.275 copie e battendo gli altri nuovi ingressi di Enrique Iglesias e dei Backstreet Boys, gli artisti che hanno occupato rispettivamente la seconda e la quarta posizione. Sebbene l'album abbia esordito al numero 1 in 13 paesi è stato considerato da molti una delusione causa dei pochi singoli estratti. Inoltre non furono fatti tour mondiali per pubblicizzarlo, come era stato fatto con i suoi predecessori. Numerosi singoli, secondo i piani, avrebbero dovuto avere un video. Invincible vendette 5,4 milioni di copie in tutto il mondo in due mesi e ha venduto circa 13 milioni di copie fino ad oggi.[12] Il singolo You Rock My World entrò alla numero 10 nella sua terza settimana sul Billboard Hot 100 singles chart, e Butterflies entrò al numero 14 nella stessa classifica, ed al numero 2 per 5 settimane sulla R & B/Hip-Hop singles chart con Heaven Can Wait, la canzone non fu mai pubblicata ufficialmente, ma uscì solo con airplay radiofonici piazzandosi al numero 77 della classifica inglese.

Giudizio della critica[modifica | modifica sorgente]

Invincible ricevette diverse tipologie di critiche, sia positive che negative. Metacritic assegnò al disco il 51% dei gradimenti, basandosi sul giudizio di 19 critici[13]. Stephen Thomas Erlewine, scrittore di Allmusic, diede tre stelle su cinque al disco, commentando che Invincible "è il miglior album di Jackson come sonorità dai tempi di Dangerous del 1991. Erlewine, tuttavia, sottolineò che "nonostante l'album avesse un buon materiale, non era sufficiente per poter definire Invincible il ritorno di Jackson - avrebbe dovuto fare un album dalle sonorità libere"[14]. Anche James Hunter, scrittore del magazine Rolling Stone, assegnò ad Invincible tre stelle su cinque, facendo notare che le ultime ballate nel disco rendono l'album troppo lungo[15]. Hunter commentò anche che i produttori del disco, Jackson e Riley, hanno reso Invincible "un qualcosa di malleabile, costringendo l'ascoltatore a concentrarsi sul ritmo di brani".

Mark Beaumont, scrittore per NME, diede sei stelle su dieci, commentando: "il disco è un rilevante e ringiovanito album di ritorno". Il critico Robert Christgau valutò l'album con "A-", commentando che spesso le qualità di Jackson come musicista vengono scordate, ma che l'album non è nulla di che se paragonato con gli altri album di Jackson. Mentre Christgau afferma che alcune tracce erano "offensive", descrive le prime tre tracce dell'album come il "Rodney Jerkins dell'anno". Attraverso David Browne, Entertainment Weekly classificò l'album con un "C-" commentando che Invincible è il primo album di Jackson dopo Off the Wall che non offre virtualmente alcun nuovo filone. Ancora, definisce l'album un breve capitolo della sua antologia di greatest hits. In un'analisi del 2004, Jon Pareles di Rolling Stone assegnò ad Invincible una sola stella su cinque, scrivendo: "solo permettendo a se stesso una sola canzone anti-tabloid, Jackson ha provato a suonare il gentile e adorabile amante, concentrandosi sulle ballate. Ma dopo tre decadi nelle quali ha incendiato il mondo, la sua vecchia fiamma è svanita, e tutto ciò che è rimasto è una manovra di calcolo".

Poco dopo la pubblicazione dell'album, un sondaggio condotto da Billboard su 5.195 persona ha rilevato che il 79% di esse non era sorpreso che l'album entrò direttamente alla posizione numero uno della classifica Billboard 200[16] Sempre Billboard ha anche affermato che il 44% dei votanti ritiene che Jackson "era ancora il re del pop". Solo il 12% dei votanti ha affermato di essere sorpresa del debutto di Invincible in quanto la carriera di Jackson era in calo.

Invincible ricevete una sola nomination ai Grammy Award del 2002. La canzone You Rock My World venne nominato come Grammy Award for Best Male Pop Vocal Performance, Grammy poi vinto da James Taylor con la sua Don't Let Me Be Lonely Tonight.[17] Nonostante l'album fu pubblicato nell'ottobre 2001, non ricevette altre nomination per i Grammy Award del 2002. Nel dicembre 2009 i lettori di Billboard votarono Invincible come il "miglior album della decade".[18].

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Unbreakable – 6:26 (Jackson/Jerkins/Jerkins III/Daniels/Payne/Smith)
  2. Heartbreaker – 5:09 (Jackson/Jerkins/Jerkins III/Daniels/Mischke/Gregg)
  3. Invincible – 4:46 (Jackson/Jerkins/Jerkins III/Daniels/Gregg)
  4. Break of Dawn – 5:32 (Jackson/Dr. Freeze)
  5. Heaven Can Wait – 4:49 (Jackson/Riley/Heard/Smith/Beal/Laues/Quiller)
  6. You Rock My World – 5:39 (Jackson/Jerkins/Jerkins III/Daniels/Payne)
  7. Butterflies – 4:40 (Harris/Ambrosius)
  8. Speechless – 3:18 (Jackson)
  9. 2000 Watt – 4:24 (Jackson/Riley/Gibson/Henson)
  10. You Are My Life – 4:33 (Jackson/Babyface/Sager/McClain)
  11. Privacy – 5:05 (Jackson/Jerkins/Jerkins III/Daniels/Bell)
  12. Don't Walk Away – 4:24 (Jackson/Riley/Stites/Vertelney)
  13. Cry – 5:00 (R. Kelly)
  14. The Lost Children – 4:00 (Jackson)
  15. Whatever Happens – 4:56 (Jackson/Riley/Cang/Quay/Williams/Santana)
  16. Threatened – 4:18 (Jackson/Jerkins/Jerkins III/Daniels)

Durata totale: 76:59

Out-takes[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica (2009) Posizione
massima
Australia[19] 37
Francia[26] 7
Italia[28] 18
Messico[36] 29
Polonia[37] 32
Svizzera[34] 84

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nel 1999, In un dialogo con Rodney Jerkins - che si occupò del mixaggio dell'intero album -, Michael Jackson espresse apprezzamento per The Slim Shady LP, album del noto rapper Eminem, tanto da confessare che nel futuro album avrebbe voluto ispirarsi proprio al genere musicale del rapper di Detroit: dopo questa conferma da parte di Jackson, non ci fu alcuna collaborazione con Eminem, tranne quando, all'indomani della morte del Re del Pop, R.Kelly, collega di Eminem e uno dei produttori di Invincible, confessò che "Unbreakable" fosse stata prodotta per intero proprio da Eminem, e che il campionamento di Notorious B.I.G., con cui Jackson aveva tra l'altro collaborato nel brano "This Time Around" pubblicato nell'album HIStory (1995), fosse stata un'idea dello stesso Eminem. Questa canzone ha inoltre una leggera somiglianza con "Unbelievable" con lo stesso Notorious B.I.G., contenuta nel suo album di debutto Ready To Die del 1994.
  • La canzone "Threatened" ha un cammeo di Rod Serling, che partecipa con una introduzione e conclusione rap. Questo rap è un montaggio da clip e narrazioni tratte dalla serie televisiva Ai confini della realtà.
  • Brandy Norwood ha cantato in diversi cori di "Unbreakable": tuttavia non è possibile individuare chiaramente la sua voce. Una voce molto breve e segmentata di Michael Jackson è stata poi utilizzata come sottofondo in "It's Not Worth It", contenuta nell'album Full Moon di Brandy Norwood. La canzone fu precedentemente considerata da Jackson, ma poi eliminata.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ IFPI Austria - Verband der Österreichischen Musikwirtschaft
  2. ^ Musiikkituottajat - Tilastot - Kulta- ja platinalevyt
  3. ^ Związek Producentów Audio-Video :: Polish Society of the Phonographic Industry
  4. ^ http://www.ifpi.se/wp-content/uploads/ar-20011.pdf
  5. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2001 Albums, ARIA. URL consultato il 14 aprile 2012.
  6. ^ (FR) Les Certifications - Michael Jackson, InfoDisc. URL consultato il 21 aprile 2012.
  7. ^ Bundesverband Musikindustrie: Gold-/Platin-Datenbank
  8. ^ IFPI Norsk platebransje
  9. ^ Certified Awards
  10. ^ (EN) RIAA Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 14 aprile 2012.
  11. ^ The Official Swiss Charts and Music Community
  12. ^ Tamara Conniff, We Killed Michael Jackson in Huffington Post, HuffingtonPost.com, Inc, 9 luglio 2010. URL consultato il 30 agosto 2009.
  13. ^ [name="Metacritic">Invincible (2001): Reviews. Metacritic. Retrieved on 2010-08-07]
  14. ^ [name="ALG Invincible"> Stephen Thomas Erlewine, Michael Jackson: Invincible in Allmusic, Rovi Corporation. URL consultato il 12 febbraio 2010.
  15. ^ [name="RS Invincible"> James Hunter, Michael Jackson: Invincible in Rolling Stone, Wenner Media LLC, 6 dicembre 2001. URL consultato il 21 agosto 2010.
  16. ^ Music Albums, Top 200 Albums & Music Album Charts | Billboard.com
  17. ^ Rock On The Net: 44th Annual Grammy Awards - 2002
  18. ^ [1]
  19. ^ a b (EN) Andamento di Invincible nella classifica dell'Australia, australian-charts. URL consultato il 14 aprile 2012.
  20. ^ (DE) Andamento di Invincible nella classifica dell'Austria, austriancharts. URL consultato il 14 aprile 2012.
  21. ^ (NL) Andamento di Invincible nella classifica del Belgio (Fiandre), ultratop. URL consultato il 14 aprile 2012.
  22. ^ (FR) Andamento di Invincible nella classifica del Belgio (Vallonia), ultratop. URL consultato il 14 aprile 2012.
  23. ^ a b c (EN) Andamento di Invincible nelle classifiche Billboard, Billboard. URL consultato il 14 aprile 2012.
  24. ^ (DA) Andamento di Invincible nella classifica della Danimarca, dnaishcharts. URL consultato il 14 aprile 2012.
  25. ^ (FI) Andamento di Invincible nella classifica della Finlandia, finnishcharts. URL consultato il 14 aprile 2012.
  26. ^ a b (FR) Andamento di Invincible nella classifica della Francia, Infodisc. URL consultato il 14 aprile 2012.
  27. ^ (DE) Andamento di Invincible nella classifica della Germania, charts.de. URL consultato il 14 aprile 2012.
  28. ^ a b Andamento di Invincible nella classifica dell'Italia, italiancharts. URL consultato il 14 aprile 2012.
  29. ^ (EN) Andamento di Invincible nella classifica della Nuova Zelanda, charts.org. URL consultato il 14 aprile 2012.
  30. ^ (NO) Andamento di Invincible nella classifica della Norvegia, norwegiancharts. URL consultato il 14 aprile 2012.
  31. ^ (PT) Andamento di Invincible nella classifica della Polonia, Olis. URL consultato il 14 aprile 2012.
  32. ^ (PT) Andamento di Invincible nella classifica del Portogallo, portuguesecharts. URL consultato il 14 aprile 2012.
  33. ^ (SV) Andamento di Invincible nella classifica della Svezia, swedishcharts. URL consultato il 14 aprile 2012.
  34. ^ a b (DE) Andamento di Invincible nella classifica della Svizzera, hitparade. URL consultato il 14 aprile 2012.
  35. ^ (EN) Andamento di Invincible nella classifica del Regno Unito, Chart Archive. URL consultato il 14 aprile 2012.
  36. ^ (ES) Andamento di Invincible nella classifica del Messico, mexicancharts. URL consultato il 14 aprile 2012.
  37. ^ (PT) Olis. http://olis.onyx.pl/listy/index.asp?idlisty=522&lang=en. URL consultato il 14 aprile 2012.