Outtake

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con il termine outtake, contrazione di out-take, mutuato dalla lingua inglese, generalmente si fa riferimento ad una parte di un'opera (sia essa un film o, più frequentemente, una registrazione musicale) che è stata rimossa dalla versione definitiva della stessa durante il processo di editing e quindi non inclusa nel prodotto finito. Nell'era digitale, outtakes di particolare rilevanza storica sono state aggiunte come materiale bonus nelle ristampe in formato CD e DVD di molti album discografici e film. Nel campo della fotografia, per "outtake" si intende anche un particolare scatto fotografico non pubblicato nell'originale set di fotografie prescelte.

In musica[modifica | modifica wikitesto]

In campo musicale, dove il termine outtake è di uso comune, le "outtakes" sono particolari tracce o versioni differenti di brani musicali non incluse nella versione finale di un album discografico. Collezioni di questo genere di materiale vengono spesso messe in commercio illegalmente dai fan, in dischi pirata conosciuti con il nome di bootleg. In alcuni casi, vari artisti hanno pubblicato ufficialmente raccolte delle proprie outtakes, talvolta raggruppate con altre loro registrazioni rare come nastri demo o brani musicali inediti. L'esempio più noto di tale pratica è la serie Bootleg Series del musicista statunitense Bob Dylan, arrivata già al nono volume.

Nel cinema[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]