Causa di morte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La causa di morte è la malattia o la situazione che ha avviato il processo conclusosi nella morte di una persona. La causa di morte è rilevata per legge per ogni deceduto in Italia e nella massima parte degli Stati con un'organizzazione (sanitaria, sociale e statistica) stabile.

Il trattamento scientifico delle cause di morte è correntemente indicato come studio della mortalità.

La rilevazione sistematica delle cause di morte si è diffusa nei diversi stati moderni dal XVIII secolo; intorno al 1850 fu posta l'esigenza di rendere omogenee le rilevazioni; nel 1893 fu adottata la Classificazione Internazionale delle Malattie e delle Cause di Morte (ICD), di cui oggi si usa la decima revisione (ICD-10) [10].

La rilevazione delle cause di morte deve servire:

  • Alla sorveglianza dello stato di salute della popolazione,
  • Allo sviluppo di ipotesi eziologiche sulle malattie,
  • Alla valutazione dei servizi sanitari,
  • Alla definizione di ulteriori obiettivi di salute,
  • Al disegno dei servizi sanitari e dell'organizzazione sociale per perseguire quegli obiettivi.

Lista delle cause di morte per frequenza[modifica | modifica sorgente]

Nella tabella sono riportate le cause di morte più comuni, raccolte in dieci grandi gruppi che, complessivamente, rendono conto dell'88,17% di tutti i decessi; il restante 11,87% è da attribuirsi a cause meno frequenti. Di ogni gruppo sono poi riportare le sottocause più importanti, per es. nel gruppo A (malattie cardiovascolari) la causa di morte più frequente è la cardiomiopatia ischemica (categoria A.1). Anche in questo caso non sono riportate tutte le sottocause, ma solo quelle più comuni.

Nota: i campi colorati indicano argomenti che appariranno nella successiva tabella.

Morti per 100000 per anno[1]
Group[2] Causa  Percentuale 
di
morti
Tutti Maschile Femminile
Tutte le cause 100,0 916,1 954,7 877,1
A Malattie cardiovascolari 29,34 268,8 259,3 278,4
B Malattie infettive e Parassitosi 23,04 211,3 221,7 200,4
A.1 Cardiopatia ischemica 12,64 115,8 121,4 110,1
C Neoplasia maligna (cancro) 12,49 114,4 126,9 101,7
A.2 Malattie cerebrovascolari (Ictus) 9,66 88,5 81,4 95,6
B.1 Infezioni respiratorie 6,95 63,7 63,5 63,8
B.1.1 Malattie del tratto respiratorio inferiore 6,81 62,4 62,2 62,6
D Malattie respiratorie: asma, enfisema 6,49 59,5 61,1 57,9
E Lesioni non intenzionali 6,23 57,0 73,7 40,2
B.2 HIV/AIDS 4,87 44,6 46,2 43,0
D.1 Broncopneumopatia cronica ostruttiva 4,82 44,1 45,1 43,1
Condizioni perinatali 4,32 39,6 43,7 35,4
F Malattie dell'apparato digerente 3,45 31,6 34,9 28,2
B.3 Sindromi diarroiche 3,15 28,9 30,0 27,8
G Lesioni intenzionali: suicidio, trauma balistico, violenza, guerra, ecc. 2,84 26,0 37,0 14,9
B.4 Tubercolosi 2,75 25,2 32,9 17,3
B.5 Malaria 2,23 20,4 19,4 21,5
C.1 Cancro del polmone 2,18 20,0 28,4 11,4
E.1 Incidente stradale: trauma toracico, trauma stradale 2,09 19,1 27,8 10,4
B.6 Malattie dell'infanzia: Fibrosi cistica, 1,97 18,1 18,0 18,2
H Affezioni neurologiche e psichiatriche 1,95 17,9 18,4 17,3
Diabete mellito 1,73 15,9 14,1 17,7
A.3 Miocardiopatia ipertensiva 1,60 14,6 13,4 15,9
G.1 Suicidio 1,53 14,0 17,4 10,6
C.2 Carcinoma dello stomaco 1,49 13,7 16,7 10,5
I Malattie del sistema genitourinario 1,49 13,6 14,1 13,1
F.1 Cirrosi epatica 1,38 12,6 16,1 9,1
I.1 Nefrite/nefropatie 1,19 10,9 11,0 10,7
C.3 Cancro del colon-retto 1,09 10,0 10,3 9,7
C.4 Cancro al fegato 1,08 9,9 13,6 6,2
B.6.1 Morbillo 1,07 9,8 9,8 9,9
G.2 Violenza 0,98 9,0 14,2 3,7
Mortalità materna in gravidanza e parto: eclampsia, febbre puerperale 0,89 8,2 0,0 16,5
Malattia congenita 0,86 7,9 8,1 7,7
J Carenza nutrizionale - Kwashiorkor 0,85 7,8 6,9 8,7
C.5 Cancro alla mammella 0,84 7,7 0,1 15,3
C.6 Carcinoma dell'esofago 0,78 7,2 9,1 5,2
A.4 Miocardiopatie infiammatorie 0,71 6,5 6,7 6,2
H.1 Malattia di Alzheimer e altri quadri organici di demenza 0,70 6,4 4,7 8,1
E.2 Cadute 0,69 6,3 7,5 5,0
E.3 Annegamento 0,67 6,1 8,4 3,9
E.4 Avvelenamento 0,61 5,6 7,2 4,0
C.7 Linfoma, Mieloma multiplo 0,59 5,4 5,4 5,4
A.5 Febbre reumatica 0,57 5,3 4,4 6,1
C.8 Cancro orale e Cancro orofaringeo 0,56 5,1 7,1 3,1
E.5 Fuochi artificiali 0,55 5,0 3,8 6,2
B.6.2 Pertosse 0,52 4,7 4,7 4,8
C.9 Carcinoma della prostata 0,47 4,3 8,6 0,0
C.10 Leucemia 0,46 4,2 4,7 3,8
F.2 Ulcera peptica 0,46 4,2 5,0 3,5
J.1 Malnutrizione grave 0,46 4,2 4,2 4,2
Malattie endocrine 0,43 3,9 3,4 4,4
D.2 Asma 0,42 3,9 3,9 3,8
C.11 Cancro della cervice uterina 0,42 3,8 0,0 7,7
C.12 Cancro del pancreas 0,41 3,7 3,9 3,5
B.6.3 Tetano 0,38 3,4 3,4 3,5
B.7 Malattie sessualmente trasmissibili (eccetto l'AIDS) 0,32 2,9 2,9 2,9
C.13 Cancro alla vescica 0,31 2,9 4,0 1,7
B.8 Meningite 0,30 2,8 2,9 2,7
G.3 Ferite di guerra 0,30 2,8 5,0 0,5
B.7.1 Sifilide 0,28 2,5 2,7 2,3
Neoplasie che non sono istologicamente maligne 0,26 2,4 2,4 2,4
J.2 Anemie da carenza di ferro 0,24 2,2 1,5 2,9
C.14 Carcinoma dell'ovaio 0,24 2,2 0,0 4,4
B.9 Malattie tropicali, eccetto la malaria 0,23 2,1 2,5 1,6
H.2 Epilessia 0,22 2,0 2,2 1,8
Malattie del sistema musculoscheletrico 0,19 1,7 1,2 2,2
B.10 Epatite B 0,18 1,7 2,3 1,0
H.3 Malattia di Parkinson 0,17 1,6 1,6 1,6
H.4 Alcoolismo a lungo termine 0,16 1,5 2,5 0,4
H.5 Tossicodipendenza 0,15 1,4 2,2 0,5
B.1.2 Infezioni del tratto respiratorio superiore 0,13 1,2 1,2 1,2
C.15 Carcinoma dell'utero 0,12 1,1 0,0 2,3
Malattie dermatologiche 0,12 1,1 0,8 1,4
C.16 Melanoma, spinalioma, basalioma 0,12 1,1 1,1 1,0
B.11 Epatite C 0,09 0,9 1,1 0,6
B.9.1 Leishmaniosi 0,09 0,8 1,0 0,7
B.9.2 Tripanosomiasi 0,08 0,8 1,0 0,5
I.2 Iperplasia prostatica benigna 0,06 0,5 1,0 0,0

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ World Health Organization, Annesso Tavola 2: Morti per causa, sesso e strato di mortalità nelle regioni del OMS, stimate per l'anno 2002 (PDF) in The world health report 2004 - changing history, 2004. URL consultato il 1º novembre 2008.
  2. ^ Gruppo è un valore che mostra la relazione tra gruppi di cause; per esempio, le statistiche per "A" (malattie cardiovascolari) includono quelle per "A.1" (malattia ischemica cardiaca), "A.2" (malattie cerebrovascolari), e così successivamente. Se dopo la lettera non vi è un numero vuol dire che non ci sono altre cause raggruppate con quella causa.