Kwashiorkor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La sindrome medica nota internazionalmente come kwashiorkor, molto diffusa in tutti paesi in via di sviluppo, è un tipo di malnutrizione ad eziologia controversa, ma che si ritiene comunemente come causata dall'insufficiente apporto di proteine.

Molti dei bambini in questa foto scattata in un orfanotrofio nigeriano nei tardi anni 1960, mostrano sintomi di malnutrizione, con quattro in particolare che illustrano la decolorazione dei capelli al grigio-rossiccio, che è un sintomo secondario dello kwashiorkor.

Di solito colpisce bambini in età tra 1 e 4 anni, anche se si presenta in bambini di età più avanzata e negli adulti. Il pediatra giamaicano Cicely D. Williams presentò il termine ai circoli scientifici internazionali in un articolo della rivista medica "The Lancet" del 1935 (EN) [1][2].

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

Compare in genere dopo lo svezzamento. L' allattato al seno copre tutti i fabbisogni alimentari del neonato nei primi mesi (fino a circa sei mesi).Con lo svezzamento del bambino, la dieta che integra il latte materno è spesso inadeguata, povera in proteine e calorie. Esistono diverse teorie per spiegare lo sviluppo del kwashiorkor ma l'argomento rimane ancora controverso [3]. Attualmente si concorda sul fatto che la deficienza di proteine, associata al deficit di energia e di micronutrienti, sia sicuramente importante ma che non sia il fattore chiave. La condizione sembra piuttosto dovuta alla deficienza di alcuni tra diversi tipi di nutrienti (ad.es. ferro, acido folico, iodio, selenio, vitamina C), in particolare quei nutrienti con capacità antiossidante. Alcuni tra gli importanti antiossidanti dell'organismo che sono ridotti nei bambini affetti da kwashiorkor includono il glutatione, l'albumina sierica umana, la vitamina E e gli acidi grassi poli-insaturi. Per quanto osservato nelle zone in cui non ci sono situazioni di carestie o guerre in atto il Kwashiorkor è la manifestazione anche di un disagio sociale o familiare.

Etimologia del nome kwashiorkor[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva da una delle lingue africane della costa del Ghana e significa "uno che è stato spiazzato fisicamente", nome che riflette lo sviluppo della condizione nel bambino più anziano che è stato svezzato dal latte materno.

Sintomi del kwashiorkor[modifica | modifica wikitesto]

Il sintomo principale del kwashiorkor è un edema localizzato al volto e agli arti inferiori e superiori. Spesso i bambini presentano anche un addome gonfio noto come "pancia a pentola", dovuto a liquido ascitico ma anche alla presenza concomitante di vermi intestinali. La decolorazione rossiccia dei capelli e la depigmentazione della pelle dipendono generalmente da gravi anemie dovute ai vermi e alla malaria endemica in molti paese poveri. La malattia insorge dopo un periodo più meno lungo in cui il bambino viene alimentato con una dieta insufficiente. Spesso si manifesta apertamente dopo un episodio influenzale o una banale infezione, ma solo quando c'è una malnutrizione protratta nel tempo. La causa dell'edema è la diminuzione delle proteine del plasma, soprattutto l'albumina (discusso ulteriormente nel prosieguo), che provoca una diminuzione della pressione oncotica e dunque un aumento del flusso osmotico attraverso la parete dei capillari verso i tessuti.

Generalmente, la malattia deve essere trattata con la somministrazione di energia dal cibo e di proteine. La mortalità può arrivare al 60% e le sequele della denutrizione possono avere un impatto a lungo termine sulla crescita fisica del bambino e nei casi più gravi, arrivare a compromettere lo sviluppo mentale del futuro adulto. Questo succede solo quando c'è una grave malnutrizione nei primi sei mesi di vita del bamino, periodo importantissimo per lo sviluppo dei centri nervosi.

Purtroppo il bambino affetto da kwashiorkor a causa dell'edema al volto e agli arti ha un aspetto paffuto che trae in inganno la madre che lo crede in buona salute. Nella fase avanzata della malattia subentra una forte apatia e un disinteresse per quello che gli succede intorno. I bambini col kwashiorkor hanno uno sguardo triste, non sorridono e rifiutano il cibo loro offerto. Alcuni studiosi hanno confrontato la dieta dei bambini affetti da Kwashiorkor e con quella di piccoli affetti da marasma infantile. Il marasma infantile è l'altra grave malattia dovuta alla malnutrizione caratterizzata da una magrezza estrema. I bambini affetti da marasma, contrariamente a quelli affetti da kwashiorkor, sono estremamente vitali. Quando viene offerto loro il cibo mangiano voracemente. La magrazza estrema allerta la madre che gli dedica più attenzioni. Le diete delle due patologie, dal punto di vista dei nutrienti sono risultate relativamente simili. Quello che gli studi hanno evidenziato è stato un diverso rapporto madre-figlio che pareva influenzare anche la prognosi. La prognosi nel marasma è migliore di quella del kwashiorkor.

TERAPIA DEL KWASHIORKOR

La terapia consiste semplicemente nel migliorare la dieta. In un primo periodo a seconda della gravità della malattia può essere utile la somministrazione di integratori e vitamine. I risultati migliori si ottengono seguendo le madri nel tempo e organizzando degli incontri periodici nei villaggi con la pesata dei bambini e la soministrazione dei vaccini. Gli ospedali più grandi e meglio strutturati hanno grandi cucine comunitarie all'aperto dove il personale sanitario istruisce le madri sull'importanza della corretta alimentazione. Bisogna sempre usare un linguaggio semplice meglio se accompagnato da disegni dove le quantità vengono visualizzate con cucchiai e cucchiaini. Il più delle volte le donne non sanno leggere e scrivere e spesso parlano la lingua locale. In questo caso è fondamentale la presenza di un interprete.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Williams CD. (1935) Kwashiorkor: a nutritional disease of children associated with a maize diet. Lancet 229:1151-2.
  2. ^ Jamaica Gleaner : Pieces of the Past: A Pioneer, A Survivor: Dr. Cicely Williams. URL consultato il 18 settembre 2007.
  3. ^ Krawinkel M. (2003) Kwashiorkor is still not fully understood. Bull World Health Organ, vol.81, no.12, p.910-911.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina