L'Oréal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da L'Oreal)
Jump to navigation Jump to search
L'Oréal
Logo
StatoFrancia Francia
Forma societariaSocietà anonima
Borse valori
ISINFR0000120321
Fondazione1909
Fondata daEugène Schueller
Sede principaleClichy
Persone chiaveJean-Paul Agon presidente e amministratore delegato
SettoreChimico
ProdottiCosmetici
Fatturato26,02 miliardi di [1] (2017)
Utile netto3,5 miliardi di [1] (2017)
Dipendenti82.600 (2017[1])
Slogan«Parce que je le vaux bien (Perché io valgo)»
Sito web

L'Oréal è un gruppo industriale francese specializzato nei prodotti di cosmetica e bellezza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita di L'Oréal risale al 1907, quando Eugène Schueller, giovane chimico francese originario dell'Alsazia, mise a punto una formula di sintesi che permetteva di tingere i capelli, battezzata Auréole. Il 30 luglio 1909, Schueller fonda la Société Française de Teintures Inoffensives pour Cheveux con André Spery, contabile originario di Épernay. Nel 1936 l'azienda diventa una SARL (società a responsabilità limitata) e nel 1939 muta ancora in una SA (società anonima), assumendo la denominazione L'Oréal[2]; il nome della ditta deriva per assonanza da quello di questo suo primo prodotto.

Nel 2016 il gruppo rileva la casa di profumi Atelier Cologne[3] e il marchio americano di cosmetici IT Cosmetics,[4] specializzato per persone con problemi dermatologici. Acquisisce inoltre la società di gestione Les Thermes di Saint-Gervais-les-Bains e la licenza del marchio Saint-Gervais Mont-Blanc.[5]. All'inizio del 2017 rileva i marchi di cura della pelle CeraVe, AcneFree e Ambi da Valeant per 1,3 miliardi di dollari[6] e in giugno vende The Body Shop a Natura Cosmeticos, una società brasiliana, per 1 miliardo di euro.[7]. Nel settembre 2017 scompare nella sua casa alle porte di Parigi Liliane Bettencourt, presidente e singolo maggiore azionista de L'Oréal: secondo Forbes, era la donna più ricca del mondo con un patrimonio di 39,5 miliardi di euro.[8].

Nel marzo 2018 il gruppo acquisisce la società canadese ModiFace, leader mondiale nell'intelligenza artificiale applicata alla bellezza,[9] e rinnova l'accordo di licenza con la società italiana Giorgio Armani fino al 2050.[10]. Due mesi più tardi, in maggio, acquisisce la società coreana di trucco e lifestyle Nanda[11] e il marchio americano di colorazione professionale Pulp Riot.[12]. L'Oréal annuncia anche l'accordo di licenza mondiale per le fragranze e i cosmetici del marchio Valentino[13]. Nell'agosto 2018 annuncia la proposta di acquisizione dei bagni termali La Roche-Posay[14] e l'acquisizione dell'azienda tedesca Logocos Naturkosmetik, specializzata in prodotti di bellezza vegani e biologici.[15].

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Nell'organizzazione per i circuiti di distribuzione, il Gruppo L'Oréal dispone di 4 divisioni operative (prodotti professionali, prodotti per il grande pubblico, prodotti di lusso e cosmesi attiva) e di partecipazioni date da diverse attività quali la chimica semplice, la dermatologia, la salute, la finanza, il design, la pubblicità, il settore assicurativo.

A San Francisco sorge l'incubatore tecnologico de L'Oréal e del laboratorio California Research Center con il compito di fare evolvere il colosso francese in un "tech player".[16]. Responsabile dell'incubatore è Guive Balooch, nato a Berkeley e studi in biologia molecolare e cellulare con master in biomateriali.[16]

Azionisti[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente il capitale sociale di L'Oréal è ripartito tra Liliane Bettencourt (27,5%), Nestlé (26,4%) e il ministero del tesoro francese (3,9%); il rimanente 42,2% è flottante.

Dati finanziari[modifica | modifica wikitesto]

Ulteriori informazioni disponibili su L'Oréal Finance

In milioni d'euro
Anni 2003 2004 2005
Fatturato 15 678 14 534 14 533
Risultati operativi 1 819 2 116 2 266
Utili netti del gruppo 1 653 1 656 1 972
Patrimonio 8 136 10 564 14 682
Debiti finanziari 1 941 2 175 2 217

Da notare che i bilanci 2005 sono conformi alla norma IFRS

Testimonial[modifica | modifica wikitesto]

Testimonial del passato:

Testimonial attuali:

Beatrice Valli (2019-presente)

Marchi[modifica | modifica wikitesto]

I marchi del gruppo L'Oréal sono categorizzati in base al loro circuito di distribuzione:

Prodotti per il grande pubblico[modifica | modifica wikitesto]

  • L'Oréal Paris (fra cui Elvive, Elnett, Studio Line, Revitalift, Color Riche)
  • Garnier
  • Maybelline New York
  • SoftSheen-Carson
  • Gloria Vanderbilt profumi
  • Harley Davidson profumi

Prodotti professionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Kérastase
  • L'Oréal Professionnel
  • Mizani
  • Matrix
  • Redken
  • Shu Uemura art of hair
  • Serie Nature (distribuita da L'Oreal Professionnel)
  • Pureology (distribuita da Redken)
  • Kéraskin Esthetics
  • Essie Professional
  • Decléor
  • CARITA
  • Pulp Riot

Prodotti di lusso[modifica | modifica wikitesto]

Prodotti dermo-cosmetici[modifica | modifica wikitesto]

  • Vichy
  • La Roche-Posay
  • SkinCeuticals
  • Sanoflore
  • Roger&Gallet
  • CeraVe

The Body Shop[modifica | modifica wikitesto]

  • The Body Shop

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Annual Results 2017, in L'Oréal. URL consultato il 24 agosto 2018.
  2. ^ Avere una vision chiara | TIMELINE 1909-2014
  3. ^ (FR) L'Oréal investit dans la parfumerie de niche en reprenant Atelier Cologne, in Investir, 30 giugno 2016.
  4. ^ (FR) L'Oréal accélère aux États-Unis en misant 1,2 milliard de dollars sur IT Cosmetics, in Les Echos, 25 luglio 2016.
  5. ^ (FR) L'Oréal s'est porté acquéreur de la société de gestion des thermes de Saint-Gervais-les-Bains, in Les Échos, 20 luglio 2016.
  6. ^ (FR) L'Oréal achète trois marques à Valeant, in Le Figaro, 10 gennaio 2017.
  7. ^ (FR) Natura a signé l'acte d'acquisition de The Body Shop auprès de L'Oréal, in Boursier.com, 27 giugno 2017.
  8. ^ Morta Liliane Bettencourt, presidente e azionista de L'Oréal e la donna più ricca del mondo, su ansa.it, 21 settembre 2017. URL consultato il 24 agosto 2018.
  9. ^ (FR) L'Oréal acquiert ModiFace, le leader mondial de l'essayage virtuel, in L'Usine Digitale, 16 marzo 2018.
  10. ^ (FR) Cosmétiques: L'Oréal renouvelle sa licence Armani jusqu'en 2050, in Le Figaro, 22 marzo 2018.
  11. ^ (FR) L'Oréal achète sa première marque coréenne, in Les Echos, 2 maggio 2018.
  12. ^ (FR) L'Oréal acquiert la marque de coloration capillaire américaine Pulp Riot, in Investir, 25 maggio 2018.
  13. ^ (FR) L'Oréal ajoute Valentino à son portefeuille de parfums, in Les Echos, 28 maggio 2018.
  14. ^ (FR) L’Oréal rachète les thermes de La Roche-Posay, in La Nouvelle République, 2 agosto 2018.
  15. ^ (FR) L'Oréal fait du pied aux consommateurs vegan, in Les Echos, 1º agosto 2018.
  16. ^ a b Maria Silvia Sacchi, Svolta L'Oréal: la cosmesi si fa tech (e con le start-up), in L'Economia del Corriere della Sera, 30 ottobre 2017. URL consultato il 24 agosto 2018.
  17. ^ Rachel nuova testimonial mondiale di L'Oréal Paris Archiviato il 24 settembre 2015 in Internet Archive. 10/10/2010
  18. ^ Diane Kruger ambasciatrice mondiale per L'orel Paris Archiviato il 24 settembre 2015 in Internet Archive. 31/12/2009
  19. ^ Gwen Stefani è il volto L'Oréal Paris 14/01/2011
  20. ^ Bianca Balti è la nuova testimonial L'Oréal Paris 07/11/2011
  21. ^ Natasha Poly per L'Oréal Paris Archiviato il 12 dicembre 2013 in Internet Archive. 27/02/2012
  22. ^ Lea Michele per L'Oréal Paris Archiviato il 16 dicembre 2013 in Internet Archive. 24/09/2012
  23. ^ Lara Stone nuova testimonial L'Oréal Paris 15/10/2013
  24. ^ Blake Lively, nuovo volto L'Oréal Paris, su vanityfair.it. URL consultato l'11 aprile 2014.
  25. ^ Zoe Saldana nuovo volto L'Oréal Paris, su elle.it, 1º aprile 2014. URL consultato il 10 ottobre 2014.
  26. ^ Luma Grothe, nuova testimonial di L'Oreal Paris, elle, 6 marzo 2015. URL consultato il 17 settembre 2015.
  27. ^ Isabeli Fontana entra nel “dream team” di testimonial L’Oréal Paris, velvetstyle, 16 giugno 2015. URL consultato il 17 settembre 2015.
  28. ^ Irina Shayk nuova ambasciatrice di L'Oréal Paris, su corrieredellosport.it, 4 novembre 2015. URL consultato il 27 gennaio 2016.
  29. ^ Susan Sarandon, a 70 anni è la nuova testimonial di l'Oréal, su ilgazzettino.it, 20 gennaio 2016. URL consultato il 27 gennaio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 0411 4689 · LCCN (ENn96043151