Valentino Fashion Group

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Valentino Fashion Group
Stato Italia Italia
Fondazione 2005
Sede principale Milano
Filiali Valdagno (Sede amministrativa)
Roma (Direzione creativa)
Settore abbigliamento
Prodotti
  • scarpe
  • vestiti
  • accessori di moda
Sito web www.valentinofashiongroup.com

La Valentino Fashion Group è una società nata per raggruppare i marchi di moda del gruppo Marzotto nel 2005. La sede legale è a Milano, quella amministrativa a Valdagno nel vicentino e la sede della direzione creativa è a Roma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005, tramite lo scorporo dalla Marzotto, è approdata alla Borsa valori di Milano.

Nel 2007, dopo la decisione dello stilista Valentino di ritirarsi dal mondo della moda il gruppo riorganizza il team creativo riconfermando Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli direttori creativi delle linee di accessori e affidando ad Alessandra Facchinetti il ruolo di direttore creativo per tutte le collezioni donna.

Alessandra Facchinetti lascia il suo ruolo nell'ottobre 2008, e viene sostituita da Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli.

Nel luglio 2012 la Red&Black Lux (società che controlla VFG e detenuta dal fondo Permira e dalla famiglia Marzotto) ha venduto la casa di moda Valentino e la licenza M Missoni alla società finanziaria Mayhoola for Investments del Qatar[1]

Marchi[modifica | modifica wikitesto]

La società opera con i marchi Valentino, Hugo Boss, Uomo Lebole, Principe e, su licenza, Marlboro Classics (dal 1986 al 2013) e M Missoni. Dal 2010 è stato lanciato separatamente anche il marchio REDValentino, spin off del brand principale.

Negozi[modifica | modifica wikitesto]

Valentino Fashion Group è presente in oltre 90 paesi, con oltre 150 punti vendita monomarca gestiti da terzi e 98 punti vendita gestiti direttamente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il marchio Valentino vola in Qatar: il fondo Permira vende a Mayhoola - Il Sole 24 ORE

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]