Aishwarya Rai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aishwarya Rai
Aishwarya Rai Cannes 2017.jpg
Aishwarya Rai al Festival di Cannes 2017
Altezza170 cm
Misure81-63-87
Scarpe39 (UE)
Occhiverdi
Capellineri

Aishwarya Rai coniugata Bachchan (Mangalore, 1º novembre 1973) è un'attrice, modella e produttrice cinematografica indiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nativa dello stato del Karnataka, si è fatta notare fin da giovane per la sua avvenenza diventando testimonial della bibita Pepsi. Inizialmente Aishwarya aveva in progetto di diventare architetto, ed effettivamente cominciò a studiare architettura, ma in seguito abbandonò gli studi per proseguire la sua carriera di modella.[1]

Dopo aver vinto il concorso di Miss Mondo 1994, ha intrapreso la carriera cinematografica. Il suo esordio è avvenuto con il film in lingua tamil Iruvar nel 1997. L'anno dopo ha raggiunto il suo primo successo commerciale con Jeans, che l'ha fatta notare dall'industria cinematografica di Bollywood.

Nel 1999 ha recitato nel musical Hum Dil De Chuke Sanam. Successivamente ha interpretato diverse pellicole ottenendo critiche sempre più positive e premi cinematografici, fino a diventare una star internazionale.

La Rai è stata componente della giuria al 56° Festival di Cannes. Nel 2008 è passata alla produzione con la pellicola Bhopal Movie, che l'ha vista anche come interprete.

Il 20 aprile 2007 ha sposato l'attore Abhishek Bachchan. Il 16 novembre 2011 hanno avuto una figlia, Aaradhya.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Aishwarya Rai assieme al marito Abhishek Bachchan nel 2014

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Padma Shri (India) - nastrino per uniforme ordinaria Padma Shri (India)
— Nuova Delhi, 26 gennaio 2009
Cavaliere dell'Ordre des Arts et des Lettres - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordre des Arts et des Lettres
— Mumbai, 1º novembre 2012[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sujata Assomull, My first break -- Aishwarya Ra, su expressindia.com, 15 giugno 2009.
  2. ^ Ambafrance

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN59318083 · ISNI (EN0000 0001 1652 2282 · LCCN (ENnr00009022 · GND (DE138987033 · BNF (FRcb14517154p (data) · WorldCat Identities (ENnr00-009022