Oscar de la Renta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Oscar de la Renta (Santo Domingo, 22 giugno 1932) è uno stilista dominicano.

La sua cifra stilistica è quella di non far passare inosservate e non di rado esagerare, con strutture e colori molto inusuali.

Primi anni[modifica | modifica sorgente]

Oscar de la Renta nasce nella Repubblica Dominicana da madre dominicana e padre portoricano. Compiuti i diciotto anni si trasferisce in Spagna dove studia e dipinge all'Accademia di San Fernando di Madrid. Vivendo in Spagna inizia ad interessarsi al mondo della moda e lavora presso case di moda spagnole. Dopo breve tempo lascia la penisola iberica e si reca a Parigi, in Francia, presso Lanvin, come assistente di Antonio Castillo.

Dal 1963 disegna vestiti per Elizabeth Arden, scarpe e accessori per Brittany Rosano. In questi anni si avvicina a Anna Wintour, direttrice di Vogue.

Il successo[modifica | modifica sorgente]

Nel 2001, Oscar de la Renta presenta la sua collezione di accessori, che include tra le altre cose scarpe e borse. Si dedica anche alla produzione di gioielli, occhiali, profumi e cosmetici. Dopo aver presentato una collezione di abiti sportivi da uomo, nel 2002 propone una linea di profumi.

Nel 1981 ha disegnato vestiti per i Boy Scout americani. Oggi, Oscar de la Renta possiede negozi a New York, Bal Harbour, Las Vegas, Los Angeles, Dallas e Manhassat tutti prodotti dai Meyer Davis Studio Inc ed è inoltre uno degli stilisti favoriti nonché amico della potentissima direttrice di Vogue America Anna Wintour.

De la Renta ha ricevuto numerosi riconoscimenti importanti dalla Repubblica Dominicana, che lo ha insignito di varie onorificenze per il suo impegno negli aiuti umanitari. Grazie alla sua generosità, per esempio, sorgono scuole a Punta Cana.

Ad Oscar de la Renta si deve la coniazione del neologismo "fashion victim".[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nicholas Coleridge, The Fashion Conspiracy, HarperCollins, 1989. ISBN 0060916362.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 40444236 LCCN: n83160443