Giulio Gaudini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giulio Gaudini
Giulio Gaudini 1928.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 200 cm
Scherma Fencing pictogram.svg
Specialità Sciabola, Fioretto
Palmarès
Italia Italia
Giochi Olimpici 3 4 2
Mondiali 1 0 0
Campionati Internazionali 7 7 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate all'8 agosto 2008

Giulio Gaudini (Roma, 28 settembre 1904Roma, 6 gennaio 1948) è stato uno schermidore italiano, che ha partecipato a tre edizioni dei Giochi olimpici, vincendo complessivamente nove medaglie di cui tre d'oro.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Atleta eclettico, ha gareggiato in tutte le specialità della disciplina durante la sua carriera. Ha avuto l'onore di sventolare il tricolore italiano durante la cerimonia d'apertura dei Giochi della XI Olimpiade a Berlino nel 1936. Fu collaboratore del Corriere dello Sport.

Memoria[modifica | modifica wikitesto]

Alla sua morte il Corriere dello sport organizzò una sottoscrizione per erigere in suo ricordo un cippo marmoreo[1], a Gaudini è inoltre intitolata una via nella seconda municipalità di Roma e una delle squadre di scherma capitoline.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

In carriera ha ottenuto i seguenti risultati:

Amsterdam 1928: oro nel fioretto a squadre con Giorgio Chiavacci, Gioacchino Guaragna, Giorgio Pessina, Ugo Pignotti e Oreste Puliti e bronzo individuale.
Los Angeles 1932: argento nella sciabola a squadre, nella sciabola individuale, nel fioretto a squadre e bronzo nel fioretto individuale.
Berlino 1936: oro nel fioretto a squadre (con Giorgio Bocchino, Manlio Di Rosa, Gioacchino Guaragna, Gustavo Marzi e Ciro Verratti) ed individuale ed argento nella sciabola a squadre.
Napoli 1929: oro nel fioretto a squadre e bronzo individuale.
Liegi 1930: oro nel fioretto a squadre ed individuale ed argento nella sciabola a squadre.
Vienna 1931: oro nel fioretto a squadre ed argento nella sciabola a squadre.
Budapest 1933: argento nel fioretto individuale e nella sciabola a squadre, bronzo nella sciabola individuale.
Varsavia 1934: oro nel fioretto a squadre ed individuale, argento nella sciabola a squadre ed individuale.
Losanna 1935: oro nel fioretto a squadre ed argento nella sciabola a squadre.
Pieštany 1938: oro nella sciabola a squadre.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Corriere dello Sport, 9 febbraio 1948, pagina 5
  2. ^ Inaugurata la Walk of Fame: 100 targhe per celebrare le leggende dello sport italiano, su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  3. ^ 100 leggende Coni (PDF), su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]