Amedeo Pomilio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amedeo Pomilio
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 78 kg
Pallanuoto Water polo pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex Attaccante)
Ritirato 2006
Carriera
Giovanili
Pescara
Squadre di club1
1982-1993Pescara
1993-1994Volturno
1994-2000Pescara
2000-2001AN Brescia
2001-2005Pescara
2005-2006Salerno
Carriera da allenatore
2007- Italia Italia(Vice)
2015-2016 Pro Recco
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Barcellona 1992 Pallanuoto
Bronzo Atlanta 1996 Pallanuoto
Argento Londra 2012 Pallanuoto
Bronzo Rio 2016 Pallanuoto
Transparent.png Campionato del Mondo
Oro Roma 1994 Pallanuoto
Oro Shanghai 2011 Pallanuoto
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Oro Atene 1991 Pallanuoto
Oro Canet 1993 Pallanuoto
Transparent.png Campionato Europeo
Bronzo Bonn 1989 Pallanuoto
Oro Sheffield 1993 Pallanuoto
Oro Vienna 1995 Pallanuoto
Argento Zagabria 2010 Pallanuoto
Bronzo Budapest 2014 Pallanuoto
Transparent.png Campionato del Mondo U18
Oro Perth 2012 Pallanuoto
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 novembre 2016 da Duscdm

Amedeo Pomilio (Chieti, 11 febbraio 1967) è un ex pallanuotista e allenatore di pallanuoto italiano, vincitore di una medaglia di bronzo ai giochi olimpici di Atlanta 1996 ed una d'oro ai giochi olimpici di Barcellona 1992.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Amedeo Pomilio è uno dei pallanuotisti più titolati di tutti i tempi. Tra il 1987 e il 2000, da giocatore, ha collezionato 416 presenze con la Nazionale Italiana di Pallanuoto. Sotto la guida di Ratko Rudic ha conquistato con il Settebello, tra il 1992 e il 1995, il Grande Slam (Olimpiadi, Mondiale ed Europei). Ha partecipato a 6 edizioni dei Giochi Olimpici, 3 da giocatore e 3 da allenatore.

Nel 1997 ha conseguito il Diploma di laurea in Economia e Commercio presso l'Università di Pescara e nel 2003 consegue il Master in "Economia e gestione dello sport nella Comunità europea" presso l'Università di Teramo. Membro del Comitato Organizzatore dei Giochi del Mediterraneo di Pescara 2009. Socio fondatore dell'Associazione Waterpolo Development World che ogni anno organizza l'ormai celeberrimo Festival Haba Waba.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare con le giovanili del Pescara e nel 1982 approda nella prima squadra in Serie A. La sua mano sinistra non passa inosservata e in pochi mesi diventa punto fermo di quel Sisley Pescara che nel giro un decennio vince tutto. Nel 1994 milita nel Volturno di Santa Maria Capua Vetere. Nel 2000 si trasferisce in Lombardia nelle file della Leonessa Brescia, realtà giovane e ambiziosa. Nella stagione 2005/2006 conclude la sua titolata carriera indossando la calottina del Circolo Nautico Salerno nel Campionato Italiano di serie A1.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

L'esordio con la Nazionale maggiore arriva nel 1987 e in più di tredici anni di azzurro colleziona 416 presenze. Ha partecipato a 3 edizioni dei Giochi Olimpici (Barcellona 1992, Atlanta 1996, Sydney 2000).

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2007 è viceallenatore del Settebello. Dal 2009 al 2012 ha inoltre guidato le Nazionali U 20 e U 18.

Prende parte a 3 edizioni dei Giochi Olimpici (Pechino 2008, Londra 2012, Rio 2016).

Nella stagione 2015/2016 è stato allenatore della Pro Recco.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

CLUB

Nel 1985 conquista con la Sisley Pescara la Coppa Italia, l'anno seguente un'altra Coppa Italia e una Coppa delle Coppe. Il 1987 è il momento del Triplete (Scudetto, Coppa dei Campioni e Supercoppa Europea).Tra il 1987 e il 1993 vince due Coppe Italia, una Coppa delle Coppe e due Supercoppe europee. Tra il 1996 e il 1998 conquista una Coppa LEN, due Scudetti e una Coppa Italia.

Nel ruolo di allenatore, alla guida della Pro Recco Waterpolo 1913 vince, nella stagione 2015/2016 il titolo di Campione d'Italia, la Coppa Italia e la Super Coppa Europea.

NAZIONALE

Vincitore di 4 medaglie Olimpiche.

Da giocatore ha vinto:

  • Oro ai Giochi Olimpici di Barcellona 1992; Oro ai Mondiali di Roma 1994; Oro ai Campionati Europei di Sheffield 1993 e Vienna 1995; Oro ai Giochi del Mediterraneo di Atene 1991 e di Canet 1993; Oro Coppa Fina di Atene 1993.
  • Argento Coppa Fina di Berlino 1989; Argento World League Atlanta 1995.
  • Bronzo Olimpiadi di Atlanta 1996; Bronzo Campionati Europei di Bonn 1989.

Nel ruolo di allenatore ha vinto:

  • Oro Campionati del Mondo di Shanghai 2011; Oro Campionati del Mondo Under 18 Perth 2012.
  • Argento ai Giochi Olimpici di Londra 2012; Argento ai Campionati Europei di Zagabria 2010; Argento World League di Firenze 2011.
  • Bronzo ai Giochi Olimpici di Rio 2016; Bronzo ai Campionati Europei di Budapest 2014; Bronzo World League di Almaty 2012; Bronzo ai Giochi del Mediterraneo di Pescara 2009.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'oro al Merito Sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al Merito Sportivo
— Roma, 1992.
Medaglia d'oro al Merito Sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al Merito Sportivo
— Roma, 1994.
Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 2002.
Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
— 15 dicembre 2015[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Collari d'oro 2015, su coni.it. URL consultato il 28 dicembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]