Domenico Fioravanti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Domenico Fioravanti
Domenico Fioravanti.jpg
Nazionalità Italia Italia
Nuoto Swimming pictogram.svg
Specialità rana
Palmarès
Giochi olimpici 2 0 0
Mondiali di nuoto 0 1 1
Mondiali in vasca corta 0 1 0
Europei di nuoto 2 1 0
Europei in vasca corta 2 3 0
Giochi del Mediterraneo 2 1 0
Goodwill Games 0 0 1
Campionati italiani 46 16 4
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 7 agosto 2011

Domenico Fioravanti (Trecate, 31 maggio 1977) è un ex nuotatore italiano, il primo a divenire campione olimpico nel nuoto in corsia e primo atleta a vincere la combinata 100 e 200 metri rana in un'edizione dei giochi olimpici (Sidney 2000).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a svolgere le prime gare di nuoto all'età di nove anni, seguendo le orme del fratello Massimiliano. In carriera si è specializzato nella rana con i 100 metri come distanza preferita, ma è stato competitivo anche negli altri stili tanto da essere medagliato europeo nella staffetta 4 x 50 m stile libero e campione italiano sia nei 50 m delfino che nei 100 e 200 m misti. Durante la sua carriera agonistica ha vinto 46 titoli nazionali.

Vince i suoi primi titoli italiani ai campionati estivi del 1995, quindi disputa il suo primo campionato europeo, a Vienna. L'anno successivo vince ancora i titoli italiani nei 100 e 200 m rana, ma non è convocato per i Giochi olimpici di Atlanta: partecipa però alla prima edizione degli europei in vasca corta di Rostock dove va in finale nei 100 m rana e vince la sua prima medaglia internazionale: l'argento con la 4×50 m stile libero con Emanuele Merisi, Luca Belfiore e René Gusperti. Nel 1997 ottiene i suoi primi ori in carriera ai Giochi del Mediterraneo di Bari nei 100 m rana e nella staffetta 4x100 m mista. Ai successivi europei in vasca da 50 metri sfiora il podio con la staffetta 4×100 m mista ed è finalista nei 100 m rana.

Il 1998 è un altro anno di crescita: ottimo in Italia dove si aggiudica nove titoli nazionali tra individuali e staffette; nelle gare della nazionale è convocato ai campionati del mondo di Perth e lì va in finale (5º) nei 100 m rana: non partecipa a quella della 4 x 100 m mista poiché la staffetta è solo nona in batteria. A luglio viene invitato ai Goodwill Games di New York arrivando terzo nella staffetta mista. Termina l'anno agli europei in vasca corta di Sheffield dove è finalista nei 50 m rana. La conferma di essere entrato nell'élite mondiale della rana nel 1999 gliela dà la medaglia d'argento vinta nei mondiali in vasca corta di Hong Kong nei 100 m rana, completata dal quinto posto nei 50 m: agli europei di Istanbul di fine luglio entra in quattro finali: staffetta mista e le tre della rana, dove nei 100 m vince la sua prima medaglia d'oro europea. l'annata è resa ancora più positiva dalla conquista di altri nove campionati italiani tra rana e staffette.

Nel 2000 gli europei in vasca lunga di Helsinki di fine giugno si svolgono dopo solo un anno dall'edizione precedente e precedono i Giochi olimpici: nell'occasione Domenico migliora i risultati di Istanbul vincendo la gara dei 100 metri e arrivando secondo in quella dei 200. Poi ai Giochi di Sydney ottiene le più grandi vittorie della carriera, vincendo due medaglie d'oro nei 100 e nei 200 metri rana. A dicembre completa il 2000 e inizia la stagione 2000-2001 vincendo ancora due ori (50 e 100 m) e un argento (200 m) nella rana agli europei in vasca corta di Valencia.

Ai Campionati del Mondo di Fukuoka in Giappone del 2001 nuota ancora nelle tre finali della rana, vincendo la medaglia d'argento sui 100 m e quella di bronzo nei 50. Nel 2002 dei problemi fisici alla spalla destra lo costringono a sottoporsi ad una operazione chirurgica che gli fa perdere in sostanza quasi tutta la stagione[1], non partecipando agli europei e costringendolo a un periodo di recupero, che gli consente di partecipare ai campionati mondiali di Barcellona del 2003 dove arriva in finale nei 100 m rana.

Durante la preparazione per i giochi olimpici di Atene 2004 gli fu diagnosticata una ipertrofia cardiaca. A scopo precauzionale gli fu quindi impedito di proseguire l'attività agonistica[2]. Successivamente ha partecipato al reality show La fattoria. Attualmente è testimonial della Federazione Italiana Nuoto (FIN) ed inviato RAI in occasione dei più importanti eventi di nuoto.

Nel novembre 2011 è stato annunciato l'inserimento di Fioravanti nella prestigiosa International Swimming Hall of Fame. Il nuotatore è il tredicesimo italiano ad entrarvi.[3]

Primati personali[modifica | modifica wikitesto]

Vasca lunga

  • 50 m rana: 27"72
  • 100 m rana: 1'00"46
  • 200 m rana: 2'10"87 (già record europeo)

Vasca corta

  • 50 m rana: 27"10
  • 100 m rana: 58"89
  • 200 m rana: 2'08"76
  • 100 m misti: 54"81
  • 50 m dorso: 26"16
  • 50 m farfalla: 24"33
  • 50 m stile libero: 22"76
  • 200 m misti: 2'03"45
  • 400 m misti: 4'22"02

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • E = primato europeo
Giochi Olimpici Olympic rings with white rims.svg --- --- 100 m rana 200 m rana --- ---
2000 Sydney
Australia Australia
--- --- Oro
1'00"46
Oro
2'10"87 - E
--- ---
Campionati del mondo --- 50 m rana 100 m rana 200 m rana --- 4×100 m mista
1998 Perth
Australia Australia
--- ---
1'02"13
16º in semifinale
2'22"30
--- 9º - 3'44"20
frazione: 1'02"52
2001 Fukuoka
Giappone Giappone
--- Bronzo
27"72
Argento
1'00"47

2'11"34
--- 12º - 3'43"32
frazione: 1'01"82
2003 Barcelona
Spagna Spagna
--- ---
1'01"23
13º in semifinale
2'14"60
--- ---
Mondiali in vasca corta --- 50 m rana 100 m rana 200 m rana --- 4×100 m mista
1999 Hong Kong
Hong Kong Hong Kong
---
27"73
Argento
59"88
elim. in batteria
2'12"78
--- ---
2000 Atene
Grecia Grecia
---
27"80
elim. in batteria
1'01"78
elim. in batteria
2'18"17
--- ---
Campionati europei --- 50 m rana 100 m rana 200 m rana --- 4×100 m mista
1995 Vienna
Austria Austria
--- --- 21º in batteria
1'04"87
--- --- ---
1997 Siviglia
Spagna Spagna
--- elim. in batteria
29"70

1'02"51
3º in finale B
2'16"77
--- 4º - 3'43"92
frazione: 1'02"53
1999 Istanbul
Turchia Turchia
---
28"33
Oro
1'01"34

2'15"06
--- 8º - 3'43"07
frazione: 1'01"64
2000 Helsinki
Finlandia Finlandia
---
28"32
Oro
1'02"02
Argento
2'14"87
--- 5º - 3'41"88
frazione: 1'01"53
Europei in vasca corta 50 m dorso 50 m rana 100 m rana 200 m rana 4×50 m stile libero 4×50 m mista
1996 Rostock
Germania Germania
--- elim. in batteria
28"64

1'01"41
elim. in batteria
2'16"57
Argento: 1'38"50
frazione: 27"58
1998 Sheffield
Regno Unito Regno Unito
---
27"98
elim. in batteria
1'01"30
elim. in batteria
2'13"85
--- ---
1999 Lisbona
Portogallo Portogallo
--- elim. in batteria
28"42

1'00"23

2'12"18
--- ---
2000 Valencia
Spagna Spagna
--- Oro
27"11
Oro
58"89
Argento
2'08"76
6º - 1'29"91
frazione: 22"17
9º - 1'40"70
frazione: 26"16
2001 Anversa
Belgio Belgio
elim. in batteria
26"16
--- --- --- --- ---
2002 Riesa
Germania Germania
--- 12º in semifinale
27"82
9º in semifinale
1'00"60
--- Argento - 1'26"63
frazione: 21"66
12º - 1'40"55
frazione: 26"78
Giochi del Mediterraneo --- --- 100 m rana 200 m rana --- 4×100 m mista
1997 Bari
Italia Italia
--- --- Oro
1'02"29
Argento
2'15"17
--- Oro: 3'44"60
:
Goodwill Games --- --- 100 m rana 200 m rana --- 4×100 m mista
1998 New York
Stati Uniti Stati Uniti
--- ---
1'02"16
elim. in batteria
2'26"41
--- Bronzo: 3'40"54
:

Campionati italiani[modifica | modifica wikitesto]

33 titoli individuali e 13 in staffette, così ripartiti:

  • 9 nei 50 m rana
  • 15 nei 100 m rana
  • 6 negli 200 m rana
  • 1 nei 50 m farfalla
  • 1 nei 100 m misti
  • 1 nei 200 m misti
  • 1 nella staffetta 4×50 m stile libero
  • 4 nella staffetta 4×100 m stile libero
  • 8 nella staffetta 4×100 m mista
Anno
Edizione
st.libero
4×50 m
st.libero
4×100 m
st.libero
4×200 m
rana
50 m
rana
100 m
rana
200 m
farfalla
50 m
misti
100 m
misti
200 m
mista
4×50 m
mista
4×100 m
1995 Primaverili nd - - nd 2 - nd nd - nd -
1995 Estivi nd - - nd 1 1 nd nd - nd -
1996 Primaverili nd - - nd 1 1 nd nd - nd 2
1996 Estivi nd - - nd 1 2 nd nd - nd 1
1997 Primaverili nd - - nd 1 - nd nd - nd 1
1997 Estivi nd - - nd 1 2 nd nd 1 nd 3
1998 Primaverili nd bgcolor=gold|1 - nd 1 - nd nd - nd 1
1998 Estivi nd 1 - nd 1 - nd nd - nd 1
1998 Invernali nd nd nd 1 1 1 - - - nd nd
1999 Primaverili nd - - 1 1 2 - nd - nd 1
1999 Estivi nd - - 1 1 - - nd - nd 1
1999 Invernali nd nd nd 1 1 1 - - - nd nd
2000 Primaverili nd 2 - 1 1 1 - nd - nd 2
2000 Estivi nd - 2 1 1 2 - nd 2 nd 1
2000 Invernali 1 nd nd 2 - - - - - 2 nd
2001 Primaverili nd 1 - 1 1 1 - nd - nd 1
2001 Invernali - nd nd 2 2 - 1 1 - - nd
2002 Primaverili nd 1 - 1 - - - nd - nd 3
2002 Invernali 3 nd nd - 2 - - 2 - - nd
2003 Primaverili nd - - - - - - nd - nd 3
2003 Estivi nd - - 1 1 - - nd - nd -
  • nd = non disputata

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 25 luglio 2000. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[4]
Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 3 ottobre 2000. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[5]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Dalla faccenda dell'ipertrofia cardiaca, prende spunto l'attore Raoul Bova per la miniserie tv Come un delfino, andata in onda il 1 e il 2 marzo 2011 su Canale 5.[6] Lui stesso appare nel film in un breve cameo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ NUOTO
  2. ^ Gazzetta dello Sport - Coni: Fioravanti "non idoneo"
  3. ^ Fioravanti, un'altra medaglia. Entra nella hall of fame in Federnuoto.it, 7 novembre 2011. URL consultato il 14 novembre 2011..
  4. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Domenico Fioravanti. URL consultato il 6 aprile 2011.
  5. ^ Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Domenico Fioravanti. URL consultato il 6 aprile 2011.
  6. ^ Come un delfino: nuova fiction con Raoul Bova ispirata alla storia del nuotatore Domenico Fioravanti - magseries

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aronne Anghileri, Alla ricerca del nuoto perduto, Cassina de' Pecchi, SEP editrice S.R.L., 2002, vol. II. ISBN 88-87110-27-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]