Giuseppe Abbagnale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo garibaldino, vedi Giuseppe Abbagnale (patriota).
Giuseppe Abbagnale
Abbagnale.jpg
Giuseppe a sinistra, con il fratello Carmine e il timoniere Giuseppe Di Capua
Nazionalità Italia Italia
Altezza 187 cm
Peso 97 kg
Canottaggio Rowing pictogram.svg
Specialità Due con
Società Circolo Nautico Stabia
Ritirato 1995
Palmarès
Giochi olimpici 2 1 0
Mondiali 7 2 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 6 febbraio 2011

Giuseppe Abbagnale (Pompei, 24 luglio 1959[1]) è un ex canottiere italiano, vincitore di due titoli olimpici e sette mondiali nel canottaggio, portabandiera per l'Italia ai Giochi olimpici di Barcellona 1992. Il 18 novembre 2012 è stato eletto presidente della Federazione Italiana Canottaggio per il quadriennio olimpico 2013-2016[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha gareggiato nella specialita del due con assieme al fratello Carmine e con Giuseppe Di Capua come timoniere vincendo la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Los Angeles (1984) e alle Olimpiadi di Seul (1988).

Con lo stesso equipaggio ha anche vinto il campionato del mondo nel 1981, 1982, 1985, 1987, 1989, 1990 e 1991 oltre a numerosi titoli italiani. Nel 1992 a Barcellona ha portato la bandiera azzurra durante la cerimonia d'apertura dei giochi.

Nel 1994 si è candidato alla Camera tra le file del centrodestra nel collegio di Castellammare di Stabia: ottenne il 35,9% dei voti ma venne sconfitto dal rappresentante dei Progressisti Salvatore Vozza.

Suo figlio Vincenzo è anch'egli campione del mondo di canottaggio.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Prima del sodalizio sportivo con il fratello, fece coppia con Antonio Dell'Aquila, sempre come timoniere Peppiniello Di Capua, ai Giochi olimpici di Mosca 1980, tale equipaggio vinse la finale B, classificandosi pertanto al 7 º posto nella classifica finale del due con.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Con il fratello Carmine e il timoniere Giuseppe Di Capua nel corso degli anni ottanta e novanta ha vinto due titoli olimpici e sette titoli mondiali nella specialità del due con.

Giochi olimpici e campionati del mondo[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato
1984 Giochi olimpici Stati Uniti Los Angeles Due con Oro Oro
1988 Giochi olimpici Corea del Sud Seul Due con Oro Oro
1992 Giochi olimpici Spagna Barcellona Due con Argento Argento
1981 Campionati mondiali Germania Ovest Monaco di Baviera Due con Oro Oro
1982 Campionati mondiali Svizzera Lucerna Due con Oro Oro
1983 Campionati mondiali Germania Ovest Duisburg Due con Bronzo Bronzo
1985 Campionati mondiali Belgio Hazewinkel Due con Oro Oro
1986 Campionati mondiali Regno Unito Nottingham Due con Argento Argento
1987 Campionati mondiali Danimarca Copenaghen Due con Oro Oro
1989 Campionati mondiali Slovenia Bled Due con Oro Oro
1990 Campionati mondiali Australia Lake Barrington Due con Oro Oro
1991 Campionati mondiali Austria Vienna Due con Oro Oro
1993 Campionati mondiali Cecoslovacchia Račice Due con Argento Argento

Campionati italiani[modifica | modifica wikitesto]

Ha conquistato in carriera 28 titoli di campione italiano[3][4], nel dettaglio[5]:

  • 3 titoli - 2 con juniores: 1976 e 1977 (con Domenico Aiello), 1980 (con Maurizio Cimmino)
  • 3 titoli - 2 con seniores B: 1978 (con Gennaro Cavaliere), 1980, 1981 (con Carmine)
  • 1 titolo - 4 con seniores B: 1981 (con lo Stabia)
  • 17 titoli - 2 con assoluto: 1977 (con Andrea Coppola), 1978 (con Giuseppe Cavaliere), giu-1979, 1980 (con Antonio Dell'Aquila), 1981, 1982, 1983, 1984, 1985, 1986, 1987, 1988, 1989, 1990, 1992, 1993 e 1995 (Carmine)
  • 1 titolo - 4 con: 1983 (con lo Stabia)
  • 3 titoli - 8 con: 1981, 1984 e 1985 (con lo Stabia)

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 15 gennaio 1993. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[6]
Medaglia d'oro al valore atletico - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al valore atletico
«campione olimpico e mondiale di canottaggio»
— 6 volte: 1981, 1984 e dal 1988 al 1991
Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
«Campione olimpico 1984 Due Con»
— Roma, 2015.[7]
immagine del nastrino non ancora presente Medaglia Thomas Keller
— 1997

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Profilo sul sito ufficiale FIC
  2. ^ Giuseppe Abbagnale è il nuovo Presidente FIC
  3. ^ Giuseppe Abbagnale, su liberoricercatore.it. URL consultato il 4 febbraio 2011 (archiviato dall'url originale l'11 novembre 2011).
  4. ^ Palmarès Circolo Nautico Stabia Archiviato il 14 gennaio 2007 in Internet Archive.
  5. ^ Pag.137 dell'Annuario del canottaggio 2010
  6. ^ Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Giuseppe Abbagnale, su quirinale.it. URL consultato il 10 aprile 2011.
  7. ^ Benemerenze sportive di Giuseppe Abbagnale, su coni.it, Comitato Olimpico Nazionale Italiano. URL consultato l'11 gennaio 2018.
  8. ^ http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/articoli/ContentItem-070097f7-81cf-4975-8746-2697ea73a0c0.html?refresh_ce, in TG1, 29 marzo 2012. URL consultato il 20 luglio 2013.
  9. ^ "Olympic Legends Map" - Mappa della Metropolitana di Londra Archiviato il 15 agosto 2012 in Internet Archive. con i nomi di tutti gli atleti
  10. ^ Inaugurata la Walk of Fame: 100 targhe per celebrare le leggende dello sport italiano, su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  11. ^ 100 leggende Coni (PDF), su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]