Ugo Frigerio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ugo Frigerio
Ugo Frigerio.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 171 cm
Peso 55 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Marcia
Record
10000 m 44'38"0 (1925)
50 km 4h59'06" (1932)
Carriera
Società
600px chequered White Black.svg US Milanese
600px pentasection vertical Black HEX-0753CB.svg Internazionale Milano
Nazionale
Italia Italia
Palmarès
Giochi olimpici 3 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Ugo Frigerio (Milano, 16 settembre 1901Garda, 7 luglio 1968) è stato un marciatore italiano.

È stato il primo campione nella storia della marcia italiana; in carriera vinse tre ori e un bronzo ai Giochi olimpici. Era solito tagliare il traguardo al grido: «Viva l'Italia!», abitudine che aveva anche nelle sue numerose gare all'estero. A fine carriera intraprese l'attività di imprenditore nel settore dei formaggi; morì d'infarto nel 1968 a 66 anni.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ugo Frigerio precede Gordon Goodwin e Cecil McMaster nella marcia 10 km ai Giochi olimpici di Parigi 1924

Ugo Frigerio, che fu anche tipografo alla Gazzetta dello Sport,[1] esordì vincendo in una competizione agonistica nel 1918, a 17 anni. L'anno dopo vinse il titolo italiano sui 10 km di marcia, che conservò imbattuto fino al 1924 e che rivinse nel 1931.

Nel 1920 e nel 1924 Ugo Frigerio conquistò tutti gli ori olimpici in palio per la marcia. Ai Giochi olimpici di Anversa 1920 si aggiudicò la vittoria in entrambe le gare di marcia in programma, i 3000 m e i 10 km. Quattro anni dopo a Parigi 1924 i 3000 m furono eliminati, ma Frigerio si confermò campione olimpico sui 10 km, l'unica gara di marcia a quei Giochi.

Nel 1925 Frigerio fu protagonista di una tournée negli Stati Uniti con eccellenti risultati. Stabilì ben sei record mondiali al coperto, ma all'epoca i primati indoor non erano ancora registrati ufficialmente.

Ad Amsterdam 1928 la marcia fu esclusa dal programma dei Giochi, così Frigerio decise di abbandonare le gare. Rientrò successivamente per partecipare ai Giochi olimpici di Los Angeles 1932, dove conquistò il bronzo nella 50 km.

Insieme allo schermidore Edoardo Mangiarotti, allo sciatore Gustav Thöni e allo slittinista Paul Hildgartner, Ugo Frigerio è stato scelto per due volte come portabandiera dell'Italia nella cerimonia di apertura dei Giochi, nel 1924 a Parigi e nel 1932 a Los Angeles.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1920 Giochi olimpici Belgio Anversa Marcia 3000 m Oro Oro 13'14"2
Marcia 10000 m Oro Oro 48'06"2
1924 Giochi olimpici Francia Parigi Marcia 10000 m Oro Oro 47'49"0
1932 Giochi olimpici Stati Uniti Los Angeles Marcia 50 km Bronzo Bronzo 4h59'06" Miglior prestazione personale

Campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il tipografo d'oro, su sportline.it. URL consultato il 7 settembre 2006 (archiviato dall'url originale il 7 settembre 2006).
  2. ^ Inaugurata la Walk of Fame: 100 targhe per celebrare le leggende dello sport italiano, su coni.it, 7 maggio 2015. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  3. ^ 100 leggende Coni (PDF), su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Alfiere dell'Italia ai Giochi olimpici estivi Successore
Nedo Nadi Parigi 1924 Carlo Galimberti I
Carlo Galimberti Los Angeles 1932 Giulio Gaudini II
Controllo di autoritàVIAF (EN316737894 · ISNI (EN0000 0004 5098 5979 · BNF (FRcb166300746 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-316737894